Pesante sconfitta interna per San Severo, Mantova vince d’autorità

Pesante sconfitta interna per San Severo, Mantova vince d’autorità

Terza sconfitta consecutiva per i pugliesi stavolta caduti per mano della Pompea Mantova.

di Antonio Giuliani

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Pompea Mantova 64 – 78

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Marco Spanghero 9 (3/8, 1/6), Andrea Saccaggi 9 (1/3, 0/8), Del Demps 24 (4/5, 4/9), Chris Mortellaro 14 (5/8, 0/1), Giacomo Maspero 3 (0/0, 1/1), Michele Antelli 0 (0/1, 0/0), Emidio Di donato 5 (1/1, 1/4), Alberto Conti 0 (0/0, 0/0), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Niro 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/1, 0/0), Federico Fatone 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Chris Mortellaro 14) – Assist: 12 (Marco Spanghero 5)

Pompea Mantova: Alvise Sarto 0 (0/0, 0/3), Rotnei Clarke 13 (4/7, 1/4), Lorenzo Maspero 6 (0/0, 2/5), Mario Jose Ghersetti 13 (4/6, 1/4), Alessandro Vigori 2 (1/1, 0/0), Matteo Ferrara 0 (0/0, 0/3), Riccardo Visconti 7 (2/2, 1/5), Tommaso Raspino 11 (1/3, 2/5), Giovanni Poggi 6 (1/3, 1/1), Kenny Lawson Jr 20 (8/12, 1/5)

Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 40 11 + 29 (Raspino, Lawson 8) – Assist: 10 (Rotnei Clarke 4)

Brutta battuta d’arresto casalinga per L’Allianz San Severo che cede il passo ad una Pompea Mantova non perfetta ma molto intensa che, nel bilancio finale della gara, fa quel tanto che basta per portare a casa due punti molto importanti per il suo cammino fino a questo punto altalenante. Sono gli ospiti a partire piuttosto male con un primo parziale da 0/9 da oltre l’arco del tiro da 3 punti, mentre San Severo (ancora priva di Markus Kennedy sotto le plance) parte più sciolta con il solito Tre Demps che a costringe coach Finelli a chiamare subito timeout sul 17-10. Nella seconda frazione non si fa attendere la reazione di Mantova che riagguanta i padroni di casa portandosi in vantaggio all’intervallo lungo sul 29-33. Gli ospiti sfruttano la maggiore fisicità sotto canestro con un Lawson a tratti devastante e Ghersetti che mostra tutto il suo bagaglio di esperienza.

San Severo non riesce a reagire nel terzo quarto apparendo molto in affanno sia in attacco che in difesa. Demps sembra spesso l’unico reale ago della bilancia e nemmeno i cambi dalla panchina riescono a dare la necessaria spinta per portare l’inerzia della gara a favore dei pugliesi. Infatti già dopo 30 secondi partenza lanciatissima degli ospiti che, complice una palla persa di Spanghero, si portano sul momentaneo massimo vantaggio sul punteggio di 29-37. L’intensità difensiva dei giocatori di coach Finelli aumenta soprattutto sugli esterni e Mantova riesce a governare a sufficienza tutto il quarto portandosi sul 49-62 con uno spettacolare canestro dalla tre quarti difensiva all’ultimo secondo di Lorenzo Maspero. San Severo accusa il colpo mentre le medie al tiro degli ospiti aumentano e con queste anche la fiducia complessiva della squadra che gestirà l’incontro fino alla sirena finale che chiude l’incontro sul 64-78.

San Severo sicuramente non ha disputato una partita brillante, a larghi tratti è mancata quella voglia che ha caratterizzato l’ottimo inizio di campionato dei giocatori di coach Cagnazzo. I problemi di Kennedy che non stanno aiutando il team possono aver influito nel bilancio complessivo di questa serie negativa di tre sconfitte consecutive, ma il campionato è decisamente ancora molto lungo e l’equilibrio generale della classifica lascia spazio a qualsiasi pronostico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy