Portannese e Totè ispirati: Verona facile contro Imola

Larga e convincente vittoria casalinga per la Tezenis, ispirata dal miglior Leonardo Totè della stagione e dal massimo stagionale di punti di Portannese.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-A. Costa Imola 87-65

Larga e convincente vittoria casalinga per la Tezenis, ispirata dal miglior Leonardo Totè della stagione e dal massimo stagionale di punti di Portannese. Imola deve soccombere alla vena balistica dei giocatori gialloblu e precipita sotto punti di scarto.

Verona, che è costretta a fare a meno di Boscagin, ha un ottimo approccio ed esplode al tiro da tre: addirittura 6/8 iniziale, con Totè e Frazier che infilano due triple a testa. Imola risponde con Maggioli e Ranuzzi, ma lascia spazio sul perimetro e paga a caro prezzo: è 22-10 Tezenis, coronato da un arresto e tiro di Frazier che ne segna 14 nel primo periodo. Imola cerca di ovviare andando forte a rimbalzo d’attacco, e con il canestro a fil di sirena di Cohn risale a -9 (18-27) a fine primo quarto.

Nel secondo quarto gli attacchi si afflosciano, ma la gara è dominata dalla fisicità e dall’atletismo di Portannese e dalla chirurgica precisione di Brkic: Verona torna a +14 (35-21), poi si spinge a +19 (40-21) grazie a una schiacciata super di Portannese e la tripla di Brkic. Imola paga un Prato fuori partita e i pasticci di un Tassinari confusionario: 3 punti nei primi 7’ del quarto per la squadra di Tricchi, che subisce la tripla di Totè per il +22 veronese (48-26) dopo i primi 20’.

A inizio secondo tempo, Imola prova a reagire, ma è sommersa dalla vena di un Totè straordinario: altre due triple e +27 Tezenis (58-31). L’opera è portata avanti da Portannese,che entra spesso in area, subisce fallo e realizza con continuità dalla lunetta. Imola, non pervenuta specie con gli americani Cohn e Norfleet,, precipita anche a -28 (37-65).e a fine terzo quarto tocca un disastroso 4/21 da tre (0/7 per Hassan).

L’ultimo sforzo degli ospiti li riporta a -15 (55-70) nel corso del quarto periodo grazie a un super parziale di 13-0. Ma la montagna da scalare è troppo alta per Maggioli e compagni. Ci pensano Portannese e Diliegro a mettere la pietra definitiva sulla gara con 5 punti di fila (75-56) a 4’ dalla fine.

Tabellini:
Verona: Robinson, Portannese 28, Frazier 18, Totè 19, DiLiegro 8, Brkic 14, Basile, Pini, Rovatti, Braghini, Guglielmi.

Imola: Cohn 11, Hassan 2, Norfleet 4, Ranuzzi 16, Maggioli 9, Prato 15, Preti 4, Tassinari 2, Paci..

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy