Qui ABF: vittoria fondamentale, meravigliosa, contro la Paffoni Omegna, la corsa continua!

0

Grande carattere dei gigliati, pubblico che rischia attacchi cardiaci nel finale per la troppa gioia. Una partita iniziata malissimo ma recuperata passo dopo passo, quarto dopo quarto. Tensione a metà gara nelle file gigliate, ma un finale in meraviglioso crescendo. Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sull’esito positivo di questa gara, ma gli Dei del basket ci hanno regalato questa soddisfazione. Difesa spettacolare, asse play-pivot che forse per la prima volta funziona a meraviglia in questo campionato, l’americano Swanston che si erge a protagonista assoluto nel finale. Solo nell’ultimo quarto i Leoni si portano avanti nello score, recuperando un parziale tremendo di -19 maturato nel primo. Ma mai vittoria fu più dolce ed importante; questi due punti danno un grandissimo slancio, tanto coraggio per affrontare le gare che mancano alla fine. Da quella di Ravenna domenica prossima ci aspettiamo una importante conferma di quanto, stupendo, abbiamo visto oggi. Forse sulla coscienza di coach Di Lorenzo parte dei meriti della vittoria fiorentina; inspiegabilmente James e Farioli fuori dalla gara nella sua fase finale, regalo importante. I risultati degli altri campi in parte mitigano la gioia, Reggio Calabria corsara a Roseto, Ravenna a Matera e Corato nel derby guadagnano punti pesanti nella bagarre salvezza. La classifica non si muove, ma tanta è l’energia che residua in tutto l’ambiente, serate come queste non dovrebbero mai finire. Sono il miglior antidepressivo. Avanti tutta Leoni! I° quarto Quarto senza storia; 20 ad 8 per gli ospiti a tre dalla fine! Fino a 19 punti di vantaggio massimo per i piemontesi, massacranti! James mostruoso. Ed alla anche la cronaca degli ultimi minuti parla la stessa lingua. Gurini da tre con un appoggio in contropiede dopo una rubata mette il definitivo sigillo al quarto. 25 ad 8 per gli ospiti con 2’ e 17” da giocare. Rientro da time out ed identico copione. Palla rubata da Gurini, contropiede con assist per lo stesso giocatore, ancora due dentro. Prova a rispondere Rabaglietti con un appoggio a canestro, 27 a 10. Ma niente da fare, Sheperd da due per il 10 a 29. Prova  a riprendere il discorso Simoncelli con una bomba da tre ma James gli risponde subito con la stessa arma; 13 a 32. Rabaglietti da due chiude il quarto sul 15 a 32; ospiti troppo forti. James con 10 punti con 4 su 5 ai tiri e 4 assist, Masciadri con 3 su quattro da tre. II° quarto ABF Simoncelli, Castelli, Quaglia, Rancic e Rabaglietti. Omegna con De Nicolao, Sheperd, Masciadri, Saccaggi e Farioli. Lo score è riaperto dopo tre minuti e mezzo dal subentrato (assieme a Conti e Severini) Kyle Swanston con una bomba da tre. 18 a 32. Il mini break riparte con Rancic, che penetra e mette dentro due subendo anche un fallo, mettendo dentro anche l’addizionale. Da segnalare nervosismo sulla panchina fiorentina, con Conti che viene richiamato in panchina ed intrattiene un alterco prima col suo mister e poi con il pubblico che lo becca. Brutta scena! Ma forse questa è stata la molla che ha deciso l’incontro. Apre lo score anche la formazione ospite con un bell’assist no look di Di Nicolao per Borra. Ma ancora Swanston e Rancic che martellano da tre; finalmente anche l’ABF in campo. 26 a 34 lo score con 5’ da giocare. Rientra James negli ospiti e rossoverdi subito a canestro. 36 a 26 per Omegna. Anche Paci , Gurini e Farioli in campo per gli ospiti, per l’ABF Rabaglietti. Tripla di Saccaggi, seguita da due ai liberi per Rancic. Paci allunga ancora per Omegna, mentre il ferro continua a non arridere ai gigliati. Riapre lo score biancoceleste Rabaglietti, 41 a 30 per gli ospiti. Ma ancora Saccaggi micidiale dalla lunga distanza; tre dentro, 32 a 44 lo score. Reagisce Castelli, che penetra bene nella difesa avversaria mettendo dentro due più l’aggiuntivo per fallo subito, 33 a 44. Meno di un minuto da giocare, Conti e Cucco in campo. Il lungo bresciano si fa perdonare andando a rubare una palla dalla rimessa difensiva e mettendo dentro i due per il 35 a 44. Ma ancora il top player James chiude il quarto con un’altra sua bomba, killer istinct. 35 a 47 il punteggio con cui le squadre vanno all’intervallo lungo. Qualche speranza ancora residua in me, la reazione del secondo quarto è stata incoraggiante dopo il brutto primo. Rancic e Swanston sembrano inspirati, la rabbia degli altri Leoni dovrà fare la differenza. Anche ai rimbalzi i Leoni reggono. Gli ospiti si confermano grande squadra, collettivo veramente forte. Praticamente inutilizzati  sia Masciadri che Sheperd, Paci e Saccaggi sostituti degnamente all’altezza. III quarto ABF con Simoncelli, Castelli, Swanston, Rancic e Rabaglietti. Omegna con Sheperd, Borra, Bianchi, James e Masciadri. Apre Castelli ma James prima e Bianchi poi mettono in ghiaccio il risultato. Sheperd e James, notte fonda! 37 a 55 per gli ospiti, 7’ da giocare. Coach Caja chiama time out, ancora tanto da giocare ma sinceramente non immaginiamo quali potranno essere le parole per caricare i suoi, le alchimie da opporre ai rossoverdi. Tripla di Simoncelli al rientro, ma risponde Borra inchiodando su assist di James. Si rivede Rancic con una tripla, ma ancora Omegna risponde presente con Sheperd da tre. Ancora Rancic su rimbalzo offensivo di Conti, stavolta Masciadri non va e nella ripartenza due dentro di Conti che subisce anche fallo. Sbagliati l’addizionale e la tripla di Rancic su rimbalzo offensivo. Doppio Borra rimette in sicuro il risultato per i piemontesi, 48 a 64. Risponde ABF con ancora un canestro da due di Conti, che guadagna anche fallo e stavolta realizza il supplementare. 51 a 64. Esce Swanston per Severini, che guadagna subito un rimbalzo difensivo e rilancia Simoncelli per la sua tripla. Ed inerzia in favore dei biancocelesti, Conti ancora protagonista con una palla rubata a metà campo ed un contropiede in campo aperto finalizzato con una bella inchiodata per il 56 a 64. 3’ da giocare, ABF che soffre ma non molla. Sembra perire ma rimane a galla, avanti! James non va, rimbalzo del subentrato Schiano, ripartenza finalizzata dalla tripla di Simoncelli. – 5 ABF. La tripla di Masciadri ghiaccia i fiorentini, ma Rancic lotta con una bella azione individuale e due dentro. Fallo in attacco di Sheperd e palla recuperata. Esce Rancic e rientra Swanston con 30” da giocare. Azione giocata sul filo dei 24 e Simoncelli on fire, ancora dentro la sua bomba da tre! James sbaglia l’ultimo tiro del quarto e punteggio che si chiude sul 64 a 67. Meno tre, miracolosi Leoni! Una difesa grandiosa, James in naftalina, Simoncelli e Conti super inspirati, ci giochiamo il finale. IV° quarto ABF in campo con Schiano, Conti, Swanston, Severini e Simoncelli. Omegna con Masciadri, Saccaggi, Gurini, Farioli e James. Swanston impatta con la sua tripla dopo un minuto di gioco. Prima volta nella gara, quarto che inizia nel migliore dei modi. Ma Gurini da due con fallo subito da Simoncelli e addizionale realizzato riporta sul + 3 Omegna. Ferro che ancora litiga coi Leoni, ma attacco grandioso a rimbalzo, anche se senza esito. Adesso la partita è giocata punto a punto, canestro contro canestro. Rientrano Rancic e Castelli con 8’ da giocare. Conti lotta come un leone, palla recuperata in attacco e tripla dentro.  Riparte Omegna e va dentro con due ai liberi su passi non fischiato di James. 72 a 69. Magnifico l’assist di Simoncelli per Conti, due dentro e -1 ABF. Palla rubata da Castelli e coast to coast per il sorpasso ABF. 73 a 72. 5’ da giocare. Tripla pesantissima di James, i campioni si vedono nelle difficoltà. Ma anche nei biancocelesti vengono fuori le individualità ed il carattere; Rancic smarca Castelli per il pari. Conti recupera in difesa, ma il tiro di Rancic in attacco non va. Anche Omegna non va, Rancic a rimbalzo difensivo, palla a Simoncelli, assist per Rancic, finta sul difensore, primo tiro non va, rimbalzo e secondo tiro a segno. Mandela esplode, e con lui chi scrive! + 3 ABF e 2’ 40” da giocare. Fallo in attacco Omegna, palla ancora all’ABF. L’attacco non va, riparte Omegna e Saccaggi che penetra guadagnandosi due liberi, solo uno dentro. Ma un sontuoso Rancic ancora da due; tripla di Gurini aumenta la suspence per questo splendido finale. 80 a 79 il punteggio. 1’ e 20” da giocare. Riparte ABF e Swanston da tre, + 4 ABF. In difesa l’americano commette il suo terzo personale su Sheperd, solo uno dentro. Ma ancora lui sulla ripartenza, due dentro e + 5 con 35” da giocare. Tripla di Saccaggi riporta subito sotto gli ospiti, 85 ad 83. Inizia la girandola dei falli, per primo va in lunetta Swanston con due dentro. Riparte Omegna e stavolta Saccaggi non va, recupera Simoncelli che riparte e subisce fallo antisportivo. Due dentro e palla in mano, tempo finito! Vittoria fenomenale, insperata, lottata. Meravigliosa.   Questi i commenti del coach a fine partita. Di Lorenzo “copia ed incolla delle partite perse fuori fino ad ora. Giochiamo una pallacanestro di alto livello gran parte della partita e poi ci spengiamo nel finale. Dall’altra parte avevamo una squadra organizzata difensivamente e non solo, con tanta voglia e con una classifica che non rispecchia i loro valori. Anche questa volta il nostro leader James ha pensato di vincere le partite da solo, non abbiamo più giocato insieme e difeso. Senza un leader in campo facciamo difficoltà perché gli altri non lo sono. Lo ho dovuto togliere dal campo nel finale, non si fidava dei compagni e questa è la cosa che mi da più fastidio.  Ci siamo trascinati negli ultimi dodici minuti, dobbiamo essere intelligenti e bravi per reagire. Caja “complimenti alla squadra, al cuore messo in campo nel secondo tempo. Si è alleggerita la tensione, dovevamo giocarla col cuore, lottare nella bagarre, reagire alla brutta piega che aveva preso la partita. Lo shock emotivo dell’episodio di Conti con la panchina ed il pubblico ha compattato la squadra, la tensione della vittoria ad ogni costo ci ha giocato un brutto scherzo ma abbiamo reagito alla grande. Abbiamo fatto qualche errore di lettura, ma con la voglia di fare abbiamo sopperito ad ogni errore. Vincere certe partite da una grande iniezione di fiducia, speriamo sia la scintilla che cambi il verso della stagione. Abbiamo dimostrato di potercela giocare, restare alla grande nella Lega. La pallacanestro è strana, avevano tutto in mano loro, inerzia tecnica ed emotiva, abbiamo preso 32 punti in un quarto, giravano come orologi. Erano in pieno controllo. Ma l’episodio adrenalinico ha cambiato la partita. Non so quanti avrebbero scommesso un euro su questa partita, ho provato a cambiare molto per cercare di rimanere agganciati. Loro hanno un zoccolo duro di giocatori, noi siamo invece una squadra totalmente nuova. Questa squadra ha bisogno di tutti, l’unione ci rende forti.   Questi invece i protagonisti della partita intervistati a fine gara. Alex Simoncelli ML: grandioso stasera, finalmente decisivo. L’asse con Conti ha deciso la partita, un tuo commento. AS: siamo partiti male come spesso ci capita, non siamo riusciti a stare uniti offensivamente ed in difesa abbiamo fatto degli errori abbastanza gravi. Dal terzo quarto in poi ci siamo compattati, abbiamo cominciato a mettere canestri che sono nelle nostre mani, non siamo una squadra da cinquanta punti. Abbiamo preso fiducia, cominciato a crederci. Sul meno cinque ci siamo aggrappati alla partita, e quando siamo andati avanti abbiam continuato a giocare bene. ML: grande carattere, parziale anche di meno 19 nel primo quarto, partita poi recuperata alla grande. Una curiosità; qual’è stata la molla, cosa vi ha dato l’energia di portare così in fondo la gara, concludendola in questa maniera magnifica? AS: sinceramente non saprei dire qual’è stato il fattore principale; il “fattaccio” con Franz Conti, quella sua litigata con il pubblico, ha fatto si che sia lui che noi abbiamo giocato molto più “cattivi”, convinti. Noi non siamo quelli dei primi due quarti, anche se quest’anno abbiamo fatto vedere molto spesso il contrario. Adesso dobbiamo continuare a lavorare tosto, non pensando a chi ci sta davanti, dobbiamo andare a Ravenna convinti di potercela fare. simon Kyle Swanston ML: siamo qui con te a commentare, finalmente, una grande gara. Nessuno avrebbe creduto di poterla riprendere, prova a spiegarmi cosa è successo, cosa vi ha fatto recuperare quella che sembrava una partita già persa dopo un quarto. KS: nell’intervallo lungo ci siamo seduti, guardati in faccia, e ci siamo detti che non potevamo rientrare e non mettere in campo tutta l’energia che ci era rimasta, necessaria per rimanere aggrappati alla Lega. Abbiamo creduto di poter recuperare e vincere, siamo un gruppo forte, che ha avuto anche molta sfortuna fino ad ora, perdendo cinque-sei gare di uno-due punti. Ne siamo venuti fuori alla grande, sconfiggendo le difficoltà. Sono fiero dei miei compagni. ML: sei stato decisivo nel finale; complimenti! Ma la domanda è quale sarà la chiave per continuare in questa maniera, cosa può rendere la squadra così energica anche nelle restanti gare che mancano alla fine del campionato? KS: siamo uniti, dobbiamo solo crederci, e come saltare per un rimbalzo e non lottare, la perderai di sicuro anche se sei il più atletico dei giocatori. Contiamo su noi stessi, nella squadra, il coach crede in noi, dobbiamo scendere in campo e giocare al nostro massimo, dare battaglia fino alla fine. swans Basketinside MVP of the game: la S Q U A D R A ! 24 punti di un sempre più fondamentale Rancic, 18 di cui sette nell’incandescente finale di Swanston, 17 e 4 assist di Simoncelli, franz Conti con un + 29 di valutazione frutto di 13 punti e 9 rimbalzi. Ma il premio va al carattere della squadra, decisamente.   Enegan Firenze – Paffoni Omegna 89-83 (15-32, 20-15, 29-20, 25-16) Enegan Firenze: Swanston 18 (2/5, 4/6), Cucco, Simoncelli 17 (0/5, 5/10), Quaglia, Rabaglietti 6 (3/6, 0/2), Schiano, Severini, Conti 13 (6/6), Rancic 24 (3/5, 5/12), Castelli 11 (4/9, 0/2) Allenatore:Caja Tiri Liberi: 11/12 – Rimbalzi: 39 28+11 (Castelli 11) – Assist: 19 (Simoncelli 4) Paffoni Omegna: James 20 (3/7, 4/11), Borra 8 (4/5), Farioli, Saccaggi 10 (3/9 da tre), De Nicolao, Shepherd 12 (3/6, 1/3), Bianchi 2 (1/1, 0/1), Masciadri 12 (0/1, 4/9), Paci 6 (3/3), Gurini 13 (3/3, 2/4) Allenatore:Di Lorenzo Tiri Liberi: 7/10 – Rimbalzi: 27 24+3 (James, Masciadri 6) – Assist: 18 (James 8) – Cinque Falli: Shepherd

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here