Qui Casalpusterlengo Report:l’Assigeco non si ferma e sono 5!

0

CODOGNO (LO) – Alle ore 18:00, come di consueto al palacampus di Codogno,in casa Assigeco si è respirato clima di grande festa e voglia di vincere.Il tifo,non mancato sin da subito,grazie soprattutto alle squadre giovanili,si è fatto sentire durante tutta la gara,incitando i propri giocatori e spronandoli a dare il meglio di sé quando da soli non riuscivano a mantenere la concentrazione. Assigeco che arriva a questa gara dopo la presentazione dell’intera squadra e del settore giovanile(famosissimo per aver dato lo slancio a campioni come Ndoja,Pietro Aradori e come naturalmente dimenticare Danilo Gallinari e molti altri giovani passati sotto l’ala rossoblu):l’Assigeco quest’anno numerose squadre d’eccellenza,nelle quali militano giocatori che già si allenano con la prima squadra,tra i quali,sicuramente,spicca la promessa più brillante,Giga janalidze,figlio d’arte,che seppur essendo un 1996 può già vantare esperienza e sicuramente grande fisico e tecnica.Non mancano anche le squadre che disputano il campionato regionale,come l’under 19,allenata da Sergio Codola e l’under 17,allenata da Primo Betti.Certamente è stato dato gran parte alla presentazione della prima squadra,con tutto l’organico ormai definitvo e recuperato(nonstante ancora l’infortunio prolungato al tendine d’achille del giovanissimo 1994 Alessandro Pagani,ormai senza tutore e prossimo alla deambulazione senza stampelle e al quale naturalmente auguriamo una pronta ripresa dell’attività agonistica):si va quindi dai playmaker Venuto e  Contento,entrambi molto positivi e dediti al gioco di squadra,passando per i giocatori esperti come Prandin e Ricci,andando fino al temibilissimo tiratore Loschi per finire coi lunghi Bligiha(ormai completamente recuperato e pronto a volare sopra al ferro come nel pre-infortunio) e naturalmente col capitano,Alberto Chiumenti;naturalmente egli sporna la squadra,come sempre,a fare del proprio meglio,ad essere un team omogeneo,senza voragini nel gioco costruito da coach Lottici,che si sta dimostrando a sua volta all’altezza delle aspettative di giocatori,staff tecnic e tifosi.La sua ondata di giovani ha portato freschezza e soprattutto atleticità ad una squadra dall’organico praticamente totalmente rinnovato se non per qualche giocatore come Castelli,punto cardine di questo Casalpusterlengo.

Tornando ora alla partita svoltasi domenica,l’affluenza è stata grande,perché si sa che l’attacco attira tifosi e da spettacolo e la difesa fa vincere le partite:regola sicuramente che l’Assigeco rispetta e attua in campo,alternando azioni dal coefficiente di difficoltà elevatissimo in attacco e azioni difensive di itnensità,con palloni recuperati e contropiedi.Questa è stata forse la chiave di volta delle quattro vittorie consecutive Assigeco che contro San Severo,cercano la propria quinta vittoria consecutiva.Alla palla a due in campo si presentano Lovatti,Marzoli,Rugolo,Fattori e Amoroso per San Severo,mentre per l’Assigeco l’immancabile capitano Chiumenti,Contento,Casagrande,Prandin e Biligha.In ttribuna presente anche l’ex capitano Assigeco,Alexander Simoncelli,accolto da applausi scriscianti e riconoscenti per quanto ha dato ai Casalini nella sua carriera in Lombardia.Il primo possesso è Assigeco e Chiumenti lo sfrutta al meglio aprendo le danze con un facile canestro appoggiato a tabellone e ribadisce l’azione successiva con un fade away da centro area,ma risponde Fattori(17 pt. Nella gara).Dopo uno sfondamento non visto da parte di Prandin,che chiude con l’arresto e tiro,quello successivo viene invece punito e permette a Lovatti di agganciare l’Assigeco a quota 8.Rugolo si arresta dentro al perimetro e mette il primo +2 ospite su un’Assigeco che però è sempre lì,soprattutto con un attivissimo Chiumenti che mette gli 8 punti personali in semi-gancio;dall’altra parte Fattori è motlo attivo e ne mette altri due,dopodichè sul 15 a 12 per i padroni di casa entra Candido e con due canestri,prima di Rugolo e poi di Fattori c’è il controsorpasso San Severo sul 16 a 15.San Severo prova allora una zona 2-3 per arginare i rimbalzi offensivi di Chiumenti e compagni,ma Lottici si gioca la carta Loschi,che innesca Casagrande da 3,che ringrazia con la bomba.Rugolo non ci sta e mette un arresto e tiro dalla media,subito annullato dall’arresto e tiro di Biligha sulla sirena,che sancisce il 20-18 Assigeco al termine del 1 quarto.

Il secondo quarto si apre con l’ingresso di Venuto per un non positivo Contento e il nuovo entrato non fa rimpiangere contento segnando una tripla appena entrato;entra anche Castelli che come sempre mette i mini-parziali che risultano devastanti per gli avversari e,infatti,dopo un assist per Chiumenti e un Time out sul 27-23,Castelli mette prima una bomba e poi un gioco a due col capitano .In campo sembra esserci una sola squadra,grazie anche alla prima bomba di Loschi(giornata magnifica per lui con 18 pt e l’80% da 3, 45 per lui dall’arco),alle giocate e alle schiacciate di castelli e ancora grazie a Loschi che sanciscono il 42 a 27;allungo Casalino che da spazio anche a Colnago,non positivo oggi(valutazione -2)  con qualche palla persa e prestazione poco convincente nei minuti datogli da coach Lottici.Due bombe,una di Rugolo e una di Venuto,sembrano sancire la fine del primo tempo,quando Castelli su un fallo giudicabile come antisportivo,si infortuna alla caviglia ed esce in braccio ai compagni dolorante.Il secondo periodo si chiude quindi sul 46 a 33 Assigeco,che va negli spogliatoi solevata per il risultato ma preoccupata per la caviglia di Castelli.

Il terzo quarto vede l’ingresso in panchina di Castelli,ora sulle proprie gambe:un vero sollievo per tifosi e staff tecnico rossoblu.Il primo canestro porta la firma di Prandin,ma Lovatti risponde prontamente alla guardia casalina;dopo una schiacciata di Chiumenti sull’asse lungo con Biligha,quest’ultimo esce per fare posto a Ricci,che però non ripaga la fiducia datagli,commettendo ingenui falli(4 nel giro di 5 minuti) e giocate non precise,che conseganno le chiavi delle rimonta a Marzoli e a Rugolo,bravissimi a sfruttare le disattenzioni di Ricci,ancora però infortunato all’occhio.Dopo l’uscita di Ricci Venuto in cabina di regia dopo una circolazione perimetrale magistrale colpisce da 3,ma anche Prandin ha ben 4 falli ed è costretto ad uscire.Alcuni contatti sospetti sotto canestro rossoblu portano la partita a diventare nervosa e al tecnico di Lottici;ma è nei momenti del bisogno che escono i campioni ed è il momento del trascinatore Loschi che viene innescato da 3 e colpisce con regolarità e a 2.50 dalla fine il risultato è di 58 a 45 per i padroni di casa.Dopo alcune fasi concitate con rimbalzi offensivi e canestri da sotto da parte di Biligha e Candido,Scarpellini commette uno sfondamento evitabile,che carica Biligha,che a sua volta chiude con una bimane sopra il ferro e chiude il gioco da 3 punti.Poluzzi segna il suo unico canestro alla sirena del 3 quarto per chiuderlo sul 66 a 54 per i padroni di casa.

L’ultimo periodo si apre con la solita tripla di Marco Venuto e la pronta risposta,sempre da 3,di Rugolo;Fattori guida la rimonta e porta a -7 i suoi,ma Loschi viene ancora innescato dalla sua mattonella e piazza una bomba in faccia a Scarponi che può solo guardare ed ascoltare lo schiaffo del nylon.Per arginare il recupero possibile l’Assigeco prova a mettere una zona come sempre molto aggressiva sugli esterni,che sono bravissimi a recuperare sui ribaltamenti di lato e ancora più bravo è Loschi,ancora da 3 e la gara ormai è chiusa e Lottici chiede di abbassare il ritmo.A 2 minuti dalla fine passerella di rito per Federico Loschi che lascia il posto a Colnago fra gli applausi di tutto il Palacampus in piedi per l’MVP.Altre giocate di grande intensità di Biligha e dei soliti Marzoli,Rugolo e Fattori servono solo a regolare il risultato sul92 a 72 per un Assigeco che non vvuole fermarsi.Affamata di vittori,ottiene anche la propria quinta di fila contro un San Severo sicuramente che si è dimostrato squadra anche sotto di 20 punti,una squadra che sta crescendo e che potrà mettere graqnde paura alle BIG del campionato. Una giornata sicuramente bella,nel ricordo di uno sportivo,Marco Simoncelli,morto nell’incidente al GP di Sepang.

UCC ASSIGECO 92 ENOAGRIMM San SEVERO 72

(20-18; 46-33; 66-54)

UCC ASSIGECO: Contento 3, Prandin 6, Casagrande 14, Chiumenti 14, Biligha 10; Loschi 18, Venuto 13, Castelli 10, Ricci 4, Colnago. All.: Lottici

ENOAGRIMM san SEVERO: Lovatti 3, Marzoli 16, Rugolo 19, Amoroso 9, Fattori 17; Candido 6, Poluzzi 2, Scarponi, Pappadopoli, Colangelo. All.: Paternoster

Arbitri: Dal Bosco di Monselice e Boscolo di ChioggiaNote: spettatori 700. Tiri liberi: Assigeco 7 su 11; Enoagrimm 11 su 19. Tiri da tre: Assigeco 13 su 22; Enoagrimm 5 su 15. Usciti cinque falli: nessuno