Qui Castelletto report: la SBS vince, convince e ribalta la differenza canestri

0

Prosegue il periodo di sfide decisive per la SBS Castelletto Ticino che dopo aver incontrato Treviglio e Lucca riceve la Moncada Solar Agrigento per una sfida decisiva in chiave play-off. La squadra di coach Garelli deve fare a meno di Bolzonella (contrattura) e presenta come starting five Simoncelli, Ceron, Ranuzzi, Pazzi e Ihedioha mentre coach Ciani risponde con Demartini, Mian, Di Viccaro, Chiarastella e Chiacig.

Palla a due Agrigento e subito canestro di Demartini, ritmi alti e canestri anche per Ceron, Chiarastella, Pazzi e Chiacig, dopo 2′ è già 7-6. Castelletto prova il primo allungo con Ihedioha dai 6.75 e Ceron dalla lunetta prima della bomba di Di Viccaro, si resta in equilibrio con le percentuali che iniziano però ad abbassarsi. Ihedioha e Ceron rilanciano i giallo-blu costringendo coach Ciani al time-out, 20-13 al 7′. Ottima uscita dal minuto di sospensione degli ospiti che con Mian realizzano un bel gioco da tre punti, errori da entrambe le parti caratterizzano i minuti successivi fino al gioco da tre punti di Prelazzi. Non si sblocca più il risultato e alla prima sirena Castelletto conduce 23-16.

Ceron apre il secondo quarto con sette punti in fila che portano il vantaggio ticinese oltre la doppia cifra, Quarisa smuove il tabellino dei suoi ma gli errori al tiro dei bianco-blu sono molti in questo frangente. A metà periodo la SBS è avanti 31-18 dopo un libero di Ranuzzi, la difesa forte degli uomini di Garelli produce tiri difficili e palle perse dei siciliani che inducono coach Ciani ad un altro time-out. Chiacig si conquista due punti con il fisico ma dall’altra parte Simoncelli e Ihedioha incrementano il vantaggio a 20 punti prima del canestro di Chiarastella, nell’ultima azione è ancora la SBS a portare a casa punti con la tripla di Ihedioha dall’angolo, all’intervallo Castelletto conduce 43-22 con 13 di Ceron da una parte e 8 di Chiarastella dall’altra.

Terzo periodo, Mian e Ceron si rispondono con il 55 giallo-blu che fa anche 2/2 dalla lunetta prima di un gioco da tre punti di Demartini che al 22′ fissa il punteggio sul 47-27. Mian e Demartini bucano la difesa in penetrazione ma Ranuzzi dall’arco e Pazzi replicano immediatamente, proseguono intanto le sportellate tra Chiacig e Pazzi che hanno caratterizzato l’incontro. Ceron e Ranuzzi aumentano il vantaggio in un “PalAmico” caldissimo, 58-37 al 28′ dopo i canestri di Chiarastella che provano a lanciare una rimonta che al momento sembra difficile ma che comunque resta importante in ottica doppio confronto. Coach Garelli chiama time-out vedendo i suoi in calo, ultimo minuto, Agrigento spreca un paio di occasioni con Prelazzi che prima salva rocambolescamente un rimbalzo e poi segna sulla sirena la bomba del 61-39.

Ultimo quarto, Castelletto continua a mantenere l’inerzia lottando su ogni pallone e andando a segno dall’arco ancora con Ihedioha, bomba alla quale ricambia con la stessa moneta Di Viccaro. Altra tripla, questa volta di Ranuzzi che mantiene i giallo-blu sopra i 20 punti di vantaggio, ma Agrigento non molla la partita per la differenza canestri. Ultimi 5′, 69-47, errori da entrambe le parti fanno passare 60” ma una tripla di Di Viccaro e un appoggio di Chiarastella riportano gli ospiti a -17, fallo in attacco di Sanguinetti e time-out Garelli. La Moncada sbaglia dall’arco e dall’altra parte Pazzi realizza un gioco da tre punti, Di Viccaro sbaglia ancora e Sanguinetti dai 6.75 segna il canestro che può decidere la differenza canestri a favore dei ticinesi, ultimi 70” e punteggio di 75-52 (all’andata fu +18 Agrigento). Gli ospiti non ne hanno più e Castelletto vince 82-59.

Con questa vittoria Castelletto aggancia Agrigento a quota 34 assieme a Casalpusterlengo, i giallo-blu hanno però la differenza canestri favorevole con i siciliani mentre devono ancora giocare il ritorno con i lombardi, a due sole lunghezze di distanza spingono Omegna, Lucca e Treviglio.

I MIGLIORI
L’MVP Basketinside è Marco Pazzi, per il capitano doppia-doppia da 16 punti e 10 rimbalzi per una valutazione di 27 ma anche un’ottima partita in fase difensiva dove contro l’esperto Chiacig ha decisamente dominato. Il miglior realizzatore è però Marco Ceron con 20 punti, nella sua partita ci sono anche 8 falli subiti e 2 palle recuperte per una valutazione di 21. In doppia cifra per la SBS ci sono anche Ranuzzi, 15 punti con 7 rimbalzi, e Ihedioha, doppia-doppia da 13+13. Da segnalare anche gli 8 assist di Simoncell. Per Agrigento il migliore è stato Mian che con 14 punti, 4 rimbalzi e 5 falli subiti chiude con 13 i valutazione, a quota 14 punti c’è anche Chiarastella autore anche di 9 rimbalzi. Sotto le plance da segnalare 8 rimbalzi per Chiacig.

Prossimo impegno per Castelletto domenica 21/04 alle ore 18.00 a Reggio Calabria mentre Agrigento ospiterà Ferrara sempre domenica alle 18.00

SBS Castelletto Ticino-Moncada Solar Agrigento 82-59 (23-16,20-6,18-17,21-20)

CASTELLETTO TICINO: Minoli N.E, Marusic N.E, Simoncelli 9, Damiani, Pazzi 16, Sanguinetti 3, Ihedioha 13, Ranuzzi 15, Prelazzi 6, Ceron 20 All. Garelli

MONCADA SOLAR: Anello 3, Demartini 7, Mian 14, Moruzzi, Di Viccaro 12, Quarisa 4, Chiarastella 14, De Laurentiis 1, Brown, Chiacig 4 All. Ciani

SBS: 18/40 da due, 10/24 da tre, 16/20 tiri liberi, 40 rimbalzi, 20 recuperi, 12 perse, 109 valutazione

AGRIGENTO: 17/36 da due, 5/25 da tre, 10/14 tiri liberi, 39 rimbalzi, 13 recuperi, 20 perse, 48 valutazione