Qui Fabriano: Spes, la strada è quella giusta

0

FABRIANO (AN) – Morale risollevato per la Spes Fabriano dopo la vittoria di domenica scorsa che ha consentito, ai “ragnetti”, di abbandonare l’ultimo posto nella classifica della divisione sud-est, ai danni di Ruvo di Puglia, grazie anche alla migliore differenza canestri che favorisce i marchigiani.

I due punti conquistati contro la Bls Chieti sono il frutto di una partita ben interpretata dai ragazzi di coach Gabriele Giordani che, in settimana, si era fatto sentire dai suoi chiedendo più intensità sia in allenamento che in partita. 
E non poteva esserci risposta migliore: la Spider infatti, domenica, ha giocato una buonissima partita, “sporcata” solo negli ultimi minuti di gioco dal solito sbandamento dovuto dalla paura di vincere che i biancoblù si portano dietro da inizio campionato.
Per il resto, la Spes, è stata brava fin dai minuti iniziali quando ha arginato e contenuto l’arrembante partenza dei teatini, che hanno avuto in Gialloreto (3/3 dai 6,75mt nel primo quarto) e in Feliciangeli le principale bocche da fuoco. Una volte prese le misure sui due, Fabriano è riuscita a impattare e andare al riposo lungo in vantaggio (43-38) grazie alle seconde linee ben dirette da Stanic.
Il terzo periodo, poi, ha riservato alle “furie” abruzzesi il colpo di grazia: i cartai accelerano e chiudono il tempo con un +13 che, all’inizio dell’ultimo quarto, arriva a +16 grazie ad una tripla di Liberati. Infine, a 5 minuti dalla sirena, ecco arrivare puntuale il solito black-out fabrianese: un parziale di 18-2 della Bls riapre i giochi ma grazie ad una “bomba” del fin lì opaco Iardella e a due tiri liberi realizzati da Usberti, la Spes mette la vittoria in cassaforte.
Passando ai singoli, anche in quest’ultimo match, Mario Gigena ha dato un contributo determinante, dimostrando che sta entrando appieno in quel ruolo chiave per cui è stato scelto: domenica, quando c’era bisogno di lui per contenere l’inizio degli abruzzesi, ha risposto presente realizzando i 10 punti che hanno permesso alla Spes di rimanere agganciata a Chieti, poi, una volta che la squadra ha iniziato a “girare” si è messo da parte, svolgendo un gran lavoro sporco, sia in difesa che in attacco, dove, attirando a lui le maggiori attenzioni della difesa di coach Sorgentone, ha aperto grandi varchi per i compagni.
Dei giovani di casa Spider da segnalare un ulteriore passo in avanti per Liberati e Castelletta che, dopo una brutto inizio di stagione, cominciano ad avere più fiducia nei loro grandi mezzi e di conseguenza anche le prestazioni ne hanno risentito in maniera positiva.
Dopo il lunedì di riposo, ieri, la squadra cartaia è tornata ad allenarsi con l’unico assente Liberati (convocato da coach Sacripanti per lo stage della nazionale under 20), con Trapella sulla via del recupero definitivo e con Stanic e Iardella a servizio ridotto per piccoli fastidi fisici che li perseguitano da diversi giorni e che ne limitano l’apporto.
Settimana questa che si concluderà con la delicata trasferta ad Anagni, dove Malanov, Santolamazza e compagni vorranno rifarsi della sconfitta subita a San Severo per 69 a 64. Coach Giordani, dalla sua, conta innanzitutto ad avere i suoi al 100%, dopodichè, punterà dritto verso quella meta, che per la Spes, significherebbe la prima vittoria stagionale lontano dalle mura amiche.