Qui Torino Report: La PMS conquista la quinta vittoria consecutiva

0

Torino 8 novembre 2011, nonostante le avverse condizioni climatiche, dovute alle insistenti pioggie che stanno ancora affliggendo tutto il Nord-Ovest, la gara tra la Zerouno Torino e la Romana Chimici Anagni si svolge regolarmente al palazzetto del parco Ruffini alle ore 18 come previsto.

I padroni di casa si presentano alla palla a due senza il proprio capitano, Cristiano Masper, che si è sottoposto in settimana ad un piccolo intevento chirurgico per farsi sistemare la frattura scomposta riportata ad un dito della mano sinistra nella prima uscita contro la Fortezza Recanati. A sostituire il pivot bergamasco ci pensa il giovane Tarditi, che avrà l’onore di calcare il parquet per gli ultimi spiccioli di gioco.

Dopo il doveroso minuto di silenzio in onore delle vittime del maltempo a Genova, la partita comincia con un bel semigancio a centro area di un Fontecchio versione deluxe, Santolamazza prova a rispondere con una tripla ma Portannese e Tassinari riportano avanti Torino nel punteggio. Il primo quarto scorre sul filo dell’equilibrio a causa delle difese, ma soprattutto per alcune azioni confusionali da ambo le parti nelle rispettive metàcampo offensive. si chiude così il primo periodo con il punteggio in assoluta parità sul 17-17 con un canestro da poco oltre la linea mediana di Tassinari allo scadere.

La seconda frazione si apre con Tassinari che piazza subito un break costringendo la panchina ospite a chiamare time-out, la PMS sfrutta bene tutti gli uomini della panchina compreso l’esperto Giadini che offre buoni spunti ai compagni di squadra, regalando spettacolo ai numerosi spettatori presenti nell’impianto torinese. Faina butta nella mischia anche Giusto e Defant che sale in cattedra segnando una tripla importantissima per il 39 a 29; Anagni prova a rimanere lì con Malamov che accorcia le distanze mandando le squadre negli spogliatoi per la pausa lunga.

 Il secondo tempo ha come protagonista il giovane Defant che piazza un’altra bomba coadiuvato dalla classe e dalla grinta di Marco Portannese. Coach Nunzi chiama nuovamente time-out per spezzare il ritmo, senza riuscirci, Defant è infallibile dalla media distanza e la terza frazione sarà quella decisiva per l’economia del match, infatti, gli uomini di Faina raggiungono le venti lunghezze di vantaggio chiudendo sul 67 a 41.

Il quarto periodo vede Conti intento a migliorare il suo tabellino personale mentre i giovani Tarditi e Cavallero esordiscono in casa; Anagni non sembra voler reagire nonostante qualche accenno di pressing nel finale, si conclude così, con il punteggio di 84 a 66 la sfida tra le due compagini.

Torino si ritrova quindi a guidare la classifica assieme ad Omegna con 12 punti a testa nel girone Nord-Ovest, Mentre Anagni mantiene la quarta posizione in compagnia di Latina nella divisione Sud-Ovest con sei punti.

ZEROUNO PMS-ROMANA CHIMICI 84-66

(17-17, 39-31, 67-41)

TORINO: Parente 3 (3 ass), Tassinari 15 (3/5 da 3, 7 rimb, 16 val.), Conti 11 (11 val), Fontecchio 18 (8/12 da 2, 19 val), Portannese 16 (5/8 da 2, 16 val), Defant 14 (3/4 da 2, 2/3 da 3, 18 val), Tarditi, Giusto 5, Cavallero, Giadini 2. All. Faina. Ass. Comazzi, Canella.

ANAGNI: Zanelli 6, Malamov 22 (18 val.), Santolamazza 3, Pozzi 11, Corral 8, Vanni 2, Baroncelli, Colangelo, Ciribeni 6, Benedusi 8. All. Nunzi.

ARBITRI: Fabrizio Paglialunga di Massafra (TA) e Christian Borgo di Dueville (VI).

Curiosità: Presente sulle tribune, in veste di osservatore, l’arbitro internazionale Luigi La Monica, considerato il miglior fischietto italiano ed europeo, che ha avuto il privilegio di dirigere la finale dei mondiali tra USA e Turchia nel 2010.

(nella foto Luca Fontecchio, ’91)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here