Qui Trento Report: la Bitumcalor passeggia sulla Consum.it

0

TRENTO – Partita completamente a senso unico, dominata, anzi stradominata dalla Bitumcalor in lungo e in largo, dall’inizio alla fine. Con un’autorevolezza che ha annichilito la giovanissima Virtus Siena, scesa in campo con soli otto under su dieci e costretta ad alzare bandiera bianca praticamente sin dal primo quarto. Alla fine spiega meglio di qualsiasi altra cosa l’88-55 finale. Troppo grande e netta la differenza di solidità e forza tra le due squadre, che ha permesso ai trentini di controllare la partita grazie alla freschezza e all’energia dei giovani e all’esperienza dei vari Santarossa e Pazzi, ieri presenti e devastanti nei momenti topici della gara. Due punti d’oro per la Bitumcalor che allunga proprio sui senesi e consolida la sua posizione nelle zone alte della classifica. Partenza a razzo per la Bitumcalor che grazie ad una difesa tostissima e ai contropiedi micidiali di Negri e Pazzi vola in un amen sul 9-0 dopo appena due minuti. Siena stenta ad entrare in partita, mentre i bianconeri viaggiano che è un piacere, con la zona in difesa e con il pick and roll in attacco. Dopo 4’ siamo sull’eloquente 15-5. Ma ora i toscani appaiono più convinti, soprattutto in difesa. Meccacci cambia, dentro Marco Pascolo e Bernardi (figlio di mister secolo Lorenzo presente in tribuna), ma il gap non diminuisce. Anzi cresce fino al 19-7 grazie alla mira del solito Pazzi. Per i bianconeri è tutto facile. Buscaglia getta nella mischia anche Conte e Pascolo, che si presenta al fratello con il canestro del pazzesco 24-8. I giovanissimi talenti di Siena sono completamente in bambola. Non riescono a reagire in nessun modo alle incursioni avversarie e alla prima sirena vengono schiantati sul 28-8. Un -20 pesantissimo che rende merito ad una Bitumcalor praticamente perfetta in ogni settore. Anche da fuori Spanghero e Negri non ne sbagliano una. Solamente Tessitori (pivot 17enne dal talento immenso) prova a tenere i piedi Siena con le sportellate da sotto, ma la sua è una prova improba. Anche perché gli aquilotti non mollano di un centimetro a dispetto di un tabellone impietoso per gli ospiti. Al 15’ siamo 33-17. Poi però, punta sull’orgoglio, la Virtus reagisce. E rimonta fino a -13 con un break di 9-4. Risponde Santarossa prima con un 2+1 al peperoncino e poi con la schiacciata a una mano che vale il 46-32 del primo tempo. Tenere il vantaggio però non è scontato. Siena non vuole morire così presto, tenta il tutto per tutto. Ma tira male e si sbilancia. Troppo. Fiorito da fuori e Pazzi da sotto infilano così il nuovo +21. È un break pesantissimo. Una tegola pesantissima sugli ospiti e sull’intera partita che prosegue senza colpi di scena con il dominio bianconero incontrastato. Pazzi è devastante da sotto e dalla media, Santarossa sempre presente nei momenti decisivi, mentre tutto il resto della squadra lavora con grande applicazione sia in difesa che in attacco dove la palla circola a velocità impressionante. Non c’è praticamente partita. Anche perché Siena, nonostante qualche tentativo dei singoli, non sembra minimamente in grado di opporsi. Si entra nell’ultimo quarto sul punteggio di 67-46. Ma la gara è già chiusa da un bel pezzo. Gli ospiti vengono cancellati dal campo dalla Bitumcalor. Gli ultimi minuti servono solo per mettere in mostra “l’argenteria” dei giovani talenti Spanghero (sgusciante e cecchino), Negri (solido ed efficace) e Fiorito (brillante e spietato). Oltre a Brandani e Medizza che debuttano al PalaTrento. Il pubblico applaude e festeggia un impressionante +33 (88-55). 

BITUMCALOR 88

SIENA 55

Parziali 28-8; 46-32; 67-46; 88-55

AQUILA BASKET TRENTO

coach Maurizio Buscaglia

da 2     da 3     t.l.

Pascolo           6          2/2       0/1       2/2

Spanghero       11        3/7       1/2       2/3

Santarossa       17        5/8       2/2       1/1

Fiorito 6          0/0       2/4       0/0

Pazzi   17        6/8       0/2       5/5

Negri   10        4/5       0/1       2/4

Medizza          0          0/1       0/0       0/0

Conte  8          3/6       0/3       2/2

Forray 11        3/4       0/2       5/6

Brandani         2          0/0       0/0       2/2

VIRTUS SIENA: Pascolo 4, Cucco 2, Olleia 0, Mirone 0, Simeoli 15, Bernardi 1, Bianconi 4, Spizzichini 4, Mei 12, Tessitori 13. Coach Matteo Mecacci.

ARBITRI: Borrelli di San Giorgio a Cremano (Na) e De Rosas di Santa Teresa Gallura (Ss).

NOTE: rimbalzi totali: Bitumcalor 40, Siena 31; recuperi: Bitumcalor 19, Siena 12; assist: 17 Bitumcalor, Siena 6. Santarossa 2 recuperi, 5 assist per 24 di valutazione; Pazzi 5 rimbalzi, 5 assist e 3 recuperi; Negri 8 rimbalzi; Pascolo 6 rimbalzi.

TOP

Walter Santarossa

L’ala bianconera è stata fondamentale nei momenti decisivi con schiacciate, «bombe» mortifere e due schiacciate fenomenali oltre ad una difesa attenta

5

i giocatori in doppia cifra

L’attacco bianconero

si conferma

brillante

40

i rimbalzi trentini

la difesa

ha imbrigliato

il contropiede

senese

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here