Qui Treviglio Report:Recanati espugna il PalaFacchetti

0

TREVIGLIO (BG) – Una partita brutta e nervosa quella che si aggiudica La Fortezza Recanati contro la Co.Mark Treviglio, espugnando così il PalaFacchetti e infilando la quarta vittoria consecutiva. Una partita che la formazione di casa è sembrata poter conquistare per i primi due quarti in cui, nonostante i numerosi errori che ci sono stati da entrambe le parti e il nervosismo palpabile in campo, e che si è vista scivolare tra le mani nell’ultimo quarto davanti al ritorno implacabile della formazione marchigiana.

Entrambe le squadre arrivavano a questa partita in ottima forma e reduci da 2 (Treviglio) e 3 (Recanati) vittorie consecutive, fattore che prometteva sin dall’inizio un match scoppiettante, sensazione aumentata anche dalla presenza di due bomber come Evangelisti (miglior marcatore di divisione) e Fabi (terzo in questa graduatoria)

La Co.Mark scende in campo con il quintetto base delle ultime uscite composto da Lorenzo Molinaro, Andrea Vitale, Nicolò Cazzolato, Gabriele Zanella e Augustin Fabi; coach Piero Coen risponde schierando Roberto Fossati, Marco Evangelisti, Attilio Pierini, Paolo Chiarello e Federico Giraldi.

Prima della palla a due si è osservato un minuto di silenzio in memoria della stella del motociclismo italiano Marco Simoncelli, 24enne romagnolo deceduto stamattina in seguito a un pauroso incidente durante il GP di Malesia di MotoGP, cui il PalaFacchetti ha tributato un emozionante applauso.

Il primo quarto si apre con la formazione di casa che cerca di accelerare la circolazione di palla sin dall’inizio per mettere in difficoltà la difesa avversaria; la tattica trevigliese premia visto che la formazione di coach Vertemati si trova sul punteggio di 8-2 dopo pochi minuti, grazie ai canestri di Fabi, Vitale e Zanella, ben assistiti da un Cazzolato particolarmente ispirato in questo inizio di partita. Recanati cerca di rispondere agli attacchi avversari puntando sull’esperienza di capitan Pierini che mette a segno i 5 punti che permettono alla formazione marchigiana di ridurre il passivo a 3 punti alla metà del quarto. Irriconoscibile il bomber Evangelisti che, ben marcato in difesa da Fabi e Vitale, non trova sbocchi in attacco e sbaglia parecchi tiri (0 punti a fine quarto per lui in 8 minuti d’impiego)

Coach Coen decide di buttare nella mischia i giovani Centanni, Ceron e Cecchetti e viene ripagato da una maggior freschezza in fase d’attacco e in termini di punti visto che la formazione ospite riesce a raggiungere anche il vantaggio verso la fine del periodo. Capitan Zanella tiene a contatto la formazione trevigliese prendendosi responsabilità in attacco (9 punti per lui nel primo quarto), permettendo alla Co.Mark di chiudere il primo quarto in vantaggio sul punteggio di 16-15.

Tornata sul parquet senza Evangelisti, Recanati apre il quarto con una tripla del giovane Ceron cui risponde un ispirato Andrea Vitale (7 punti per lui in questo periodo), preludio di una prima parte di quarto particolarmente effervescente in cui la partita cambia padrone molto spesso. Treviglio aumenta la pressione sul portatore di palla avversario inducendo all’errore i marchigiani ma non approfitta del buon lavoro in difesa sbagliando conclusioni semplici con cui potrebbe aumentare il divario tra sé e l’avversario in termini di punteggio.

Proprio questi errori in attacco da entrambe le parti fanno aumentare la tensione tra i giocatori e trasforma la partita che diventa sempre più nervosa; numerosi sono gli scontri tra gli avversari, frustrati dagli errori in attacco, e colui che sembra più subire questa situazione è Marco Evangelisti: beccato anche dal pubblico trevigliese, l’ala della formazione marchigiana si scontra spesso con Fabi, il suo più diretto avversario, che lo costringe a commettere il suo terzo fallo quando mancano poco meno di 4 minuti alla fine del quarto e porta coach Coen a richiamarlo in panchina.

Treviglio cerca di sfruttare l’assenza del giocatore più pericoloso sulla carta della squadra avversaria aumentando l’intensità di gioco in attacco e trovando soluzioni interessanti con Vitale e Borra, nonostante il terzo fallo della partita anche per uno spaesato Lorenzo Molinaro. Recanati cerca di uscire da questo momento di difficoltà con una tripla di Giraldi ma, causa due errori in prossimità della sirena di Ceron ed Evangelisti, va negli spogliatoi con un passivo di 5 punti (33-28 all’intervallo).

Al rientro sul parquet, Treviglio ripropone il quintetto di partenza mentre coach Coen propone Ceron e Centanni al posto di Evangelisti e Giraldi. La partita riparte proponendo errori grossolani in attacco per entrambe le squadre che per due minuti non riescono a bucare la retina. Il canestro da due di Ceron interrompe questo trend e finalmente si vedono anche i primi punti della partita per Evangelisti che mette a segno una tripla cui risponde prontamente il suo dirimpettaio Augustin Fabi: sembra il segnale che finalmente lo scontro tanto atteso tra i due principali tiratori delle due squadre in campo stia per iniziare, ma questo sarà l’ultimo canestro del giovane di Treviglio che sarà costretto anche ad abbandonare il campo a metà quarto per aver commesso il suo terzo fallo personale. Ciononostante, la formazione del presidente Testa aumenta la pressione in difesa e trova un Andrea Vitale particolarmente ispirato che grazie a due tiri dalla lunga distanza e un recupero poi trasformato in assist per capitan Zanella porta la Co.Mark sul più 10 a tre minuti dalla fine del quarto e costringe coach Coen a chiamare il time out, scatenando l’entusiasmo dei tifosi biancoblù.

Al rientro Evangelisti sembra sparire dal gioco a causa della difesa molto aggressiva di Vitale e per questo Recanati si affida a Centanni per dare un po’ di velocità all’attacco marchigiano e a Cecchetti sotto canestro per cercare di contrastare i lunghi trevigliesi, sfruttando i momenti di amnesia di Borra in questo quarto. Finalmente Cazzolato riesce a trovare i primi due punti della sua partita in chiusura di periodo (un inguardabile 9% al tiro per lui fino a quel momento), ma i 6 punti messi assieme da Cecchetti ed Evangelisti riportano Recanati sotto di 5 punti al termine del terzo quarto (48-43).

L’inizio dell’ultimo periodo è una vera e propria mazzata per la squadra di casa: Recanati rientra sul parquet decisa a portare a casa la partita e grazie una tripla di Cecchetti e a 4 punti in serie di Centanni conquista il vantaggio (48-50) dopo due minuti. L’intensità di Centanni in attacco sembra spaesare i giocatori trevigliesi che compiono numerosi errori in attacco e appaiono molli in difesa e a rimbalzo. Per ovviare alla difficile situazione, coach Vertemati inserisce Borra al posto di Planezio e il giocatore ex Fortitudo trova il primo canestro del quarto per la sua squadra dopo quasi 4 minuti dall’inizio dell’ultimo periodo. La nota dolente per Treviglio sono gli errori di Fabi che, sempre più innervosito dalla situazione, commette i due falli che pongono termine alla sua partita quando manca ancora buona parte del periodo da giocare. La formazione di casa tenta di rimanere a contatto affidandosi a Zanella e Borra (6 punti in questo quarto per lui) ma paga una circolazione di palla in attacco che non è più quella veloce che si era vista all’inizio del match e i due punti di Chiarello quando mancano poco meno di 3 minuti alla fine costringono coach Vertemati a chiamare il time out.

Al rientro, i trevigliesi sembrano aver accusato il colpo e ne sono la dimostrazione gli errori dalla lunga distanza di Vitale e di un Cazzolato decisamente sottotono, rimanendo attaccati alla partita grazie solamente ai due tiri liberi messi a segno da Borra quando manca un minuto alla fine.

Sotto di 5 punti, la Co.Mark si scioglie definitivamente a causa anche della ritrovata verve di Evangelisti (8 punti in questo quarto) e del contropiede finalizzato da Fossati che mette a segno i suoi unici punti in questo match portando la sua squadra sul punteggio di 58-65 quando mancano 20 secondi. Il tiro libero di Cazzolato e i due messi a segno da Evangelisti concludono il match sul punteggio di 59-67 per la formazione marchigiana che mette così a segno la sua quarta vittoria consecutiva espugnando il PalaFacchetti.

Per la Co.Mark tre uomini in doppia cifra al termine del match: Zanella (13 punti, di cui però 9 solo nel 1°quarto, e 6 rimbalzi), Vitale (top scorer con 18 punti, ma un 28% totale al tiro) e Borra (12 punti, 8 rimbalzi, ma parso troppo spesso passivo in difesa). Negative le prestazioni di Fabi, atteso alla grande sfida contro Evangelisti e condizionato dal troppo nervosismo che ha rovinato la sua partita, e Cazzolato, incapace di dare seguito alle ultime buone prestazione mettendo assieme un’improbabile 8% totale al tiro (1 su 13, 1 su 2 ai liberi) nonostante riesca comunque a produrre 4 assist.

Per Recanati quattro uomini in doppia cifra (Ceron, Evangelisti, Pierini e Cecchetti), ma nessuno di essi mai veramente costante sui 40 minuti. Sottotono Evangelisti: dopo l’inizio disastroso dovuto al nervosismo con 0 punti nei primi due quarti, l’ala ex Trapani si è ripreso nella seconda metà della partita e è risultato miglior marcatore della sua squadra con 13 punti, oltre che miglior rimbalzista (7 catturati) e assist-man (2, assieme a Ceron). Positivi Centanni (ha dato la scossa nell’ultimo periodo), Cecchetti (ottimo negli ultimi due quarti) e Ceron. Una formazione che ha comunque avuto il merito di rimanere attaccata alla partita fino alla fine, quando ha dato la zampata decisiva che ha stordito i giovani avversari.

Una Co.Mark quindi che perde la partita proprio nel finale dopo aver condotto le danze nei primi 30 minuti. Sarà compito di coach Vertemati aiutare i suoi ragazzi a ritrovare la fiducia dopo la prima sconfitta tra le mura amiche, in vista del prossimo impegno sul campo di Fabriano.

CO.MARK TREVIGLIO – LA FORTEZZA RECANATI 59-67 (16-15; 33-28; 48-43)

Co.Mark Treviglio: Planezio 5, Carnovali, Molinaro, Borra 12, Vitale 18, Cazzolato 3, Zanella 13, Fabi 8, Tomasini, Giacchetta n.e. All. Adriano Vertemati

La Fortezza Recanati: Centanni 8, Ceron 10, Fossati 2, Evangelisti 13, Pierini 10, Chiarello 5, Cecchetti 12, Gurini n.e., Pierangeli, Giraldi 7. All. Piero Coen

Arbitri: Giancarlo Borrelli di S.Giorgio a Cremano (NA) e Vincenzo Volpe di La Spezia (SP)