Recanati annienta Piacenza, la corsa play-off continua

0

RECANATI -BAKERY PIACENZA 78-56 (15-05, 17-16, 23-23,23-12) 

Recanati: Sykes 21, Zanelli 13, Pierini 14, Gurini, Lauwers 4, Terenzi, Galmarini, Eliantonio 6, Mosley 14, Gueye 6. All.: Sacco.

Bakery: Rombaldoni 8,Becirovic 13, Sorokas 5, Zizic 19, Rossetti, Galli, Stefanini 4, Gasparin 3, Mazzocchi ne, Infante 4. All.: Sodini

Mancano 2’ 30” alla sirena finale quando Zanelli infila la tripla che fa di Recanati il miglior attacco della Silver per due punti alla fine permettono l’aggancio in classifica sulla quarta posizione in classifica (ultima per andare ai play off) a Treviglio e Tortona. Per ora leopardiani fuori dalla griglia per effetto degli scontri diretti sfavorevoli ma in piena corsa. Una corsa mozzafiato da qui alle prossime 8 gare equamente distribuite in cada e fuori e con gli scontri diretti contro Ferrare e Treviglio in casa. Il tutto senza però fare danni e cercare già sabato nell’anticipo di Omegna quel guizzo corroborante prima di affrontare Ferrara.

Non fare danni. E si perché contro Piacenza il Basket Recanati non ha brillato e deve ringraziare di non essersi trovata di fronte una squadra “tosta” perché se non sarebbero stati guai seri. A qualcuno le “ire” in partita di coach Sacco hanno ricordato certe sfuriate di Coen passate alla storia. Ma anche dagli spalti non sono mancati dei “svegliativi” quando Piacenza aveva approfittato di un Recanati opcao e farraginoso. Un Basket Recanati che quando metteva la quinta era uno spettacolo per poi fin troppo adagiarsi e gigioneggiare. Il divario tecnico tra Recanati e Piacenza c’è stato tutto alla fine ma certi passaggi a vuoto vanno evitati, come la sconfitta di Chieti insegna.

Recanati parte subito forte e traccia un solco importante sugli avversari. Seconda frazione che si apre con 3’ in cui non di vede un canestro, il gioco di Recanati non è il solito anche se alcune azioni sono ben congegnate. Piacenza fa la sua onesta gara con un gruppo di giocatori balcanici che non si arrende mai. E la razione scivola via con il minimo vantaggio per Recanati che va al riposo lungo nell’aggregato con 11 lunghezze di vantaggio. Ci si aspetta un Basket Recanati determinato al rientro per la terza frazione invece Piacenza tiene adeguatamente il campo, chiude in parità il periodo e mantiene inalterato lo svantaggio. Quarto periodo con coach Sacco che scuote i suoi, la squadra reagisce per l’allungo della sicurezza e qualche giocata che riconcilia i gialloblù con il pubblico che per un attimo alza l’urlo Serie A. Per coach Sodini, appena arrivato sulla panca emiliana, molto da lavorare ed una impresa disperata la salvezza. Ma con un campionato che perde pezzi in Gold, per la formazione biancorossa più di una speranza di ripescaggio c’è. Per i piacentini in evidenza Zizic che porta a casa 19 punti e 21 di valutazione. Nonostante una gara non proprio brillante, in quattro per Recanati in doppi cifra in valutazione e realizzazioni. Sykes con 25 di valutazione e 21 punti il migliore in assoluto. Nel corso della gara, coach Sacco ha dato minuti a Galmarini e Terenzi, convocati in azzurro nella selezione giovanile. Tornando alla corsa per un posto play off, Recanati se la vedrà in trasferta contro Omegna, Imola, Matera e Scafati. In casa con Ferrara, Treviso, Legnano, Treviglio. Se la legge del PalaCingolani ha ancora il suo valore, e qualche trasferta non “impossibile”, i play off sono alla portata di Recanati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here