Recanati da favola, è un trionfo contro Matera

0

Basket Recanati 102 Bawer Matera 70 (23-9, 28-19, 22-23, 29-19) Basket Recanati: Sykes 6, Zanelli 15, Pierini, Gurini 5, Lauwers 20, Terenzi 5, Galmarini 2, Eliantonio 13, Mosley 10, Guye 26 . All. Sacco Bawer Matera: Cucco, Greene 12 , Fallucca 8, Caceres 4, Smith Richard 7, Baldasso 16, Garelli, Circosta 3, Bonessio, Tagliabue 20. All. Bianchi E’ festa all’inizio quando Lauwers mette dentro la tripla che scatena la pioggia di peluches in campo. E’ festa alla fine quando il pubblico intona il canto “cento/cento” invitando la squadra a raggiungere il risultato a tre cifre che mancava da due stagioni sul parquet del PalaCingolani. E quando Eliantoni mette dentro una girata da due il palas,oggi mai così caldo, esplode. Matera annichilita, gara sempre saldamente in mano a Recanati che si permette pure di “gigioneggiare” e far arrivare a -12 gli avversari anche se in alcuni frangenti per Matera c’era stato un disarmante -34. Ai lucani la magra consolazione di avere messo in tasca un parziale con il minimo scarto, ma per il resto mai la formazione di coach Bianchi è stata in grado di impensierire Recanati che ha utilizzato pochissimo quell’arma spettacolo sotto le plance che è Sykes che in settimana è stato più sugli aerei, sulla rotta Detriot-Italia, che sul parquet ad allenarsi. Il giocatore ha dovuto raggiungere gli States per un grave fatto familiare. Sacco lo utilizzerà dal terzo periodo in avanti ma limitatamente per via del poco allenamento e dello stess dei voli unitamente a quello psicologico. Ma quando arriva in area pitturata fa comunque male, anche se non al top. L’avvio è subito forte per Recanati con un Lauwers dalla mano calda nel tiro da tre e un Gurini che ripaga la fiducia di Sacco con subito una bella prestazione. Recanati in campo con Pierini, Gurini, Lauwers, Terenzi, Mosley. Zanelli, in fase di progressivo recupero, parte dalla panchina. Sykews in stand by. Bianchi prova a fermare Recanati con Greene, Caceres, Smith Richard, Baldasso, Bonessio. L’ex Taglkiabue parte dalla panca e alla fine risulterà il migliore dei suoi. Recanati fa nettamente suo il primo periodo. Lasciano perplessi i soli 9 punti materani in 10’. Nella seconda frazione i leopardiani dilagano ed in alcuni momenti hanno in mano palle pesantissime che potrebbero dare sin da metà periodo il colpo del KO. Nella terza frazione Recanati troppo leziosa di fronte alla reazione di orgoglio di Matera con un Tagliabue che non ne vuole sapere di arrendersi in anticipo. Coach Sacco getta nella mischia anche Sykes e fa ruotare la panchina, in alcuni frangenti c’è un Recanati a trazione under (tutti minuti pesanti per la classifica che porta “risorse” se si arriva tra le prime cinque nell’utilizzo dei giovani). Matera contiene la manovra recanatese e gli ospiti portano a casa il parziale con il minimo sindacale, ma i punti da recuperare nei 10’ finali sono 22. Quarta frazione in cui Matera parte a testa bassa e mette in cassa un parziale di 0-7 che sarebbe un 0-12 a cavallo tra i due periodi. Quando sembra che Recanati possa sbandare, Lauwers mette dentro un tripla che precede la perdita per infortunio da parte dei materani di Bonessio quando mancano ancora 7’ 36” alla fine. Sale in cattedra un frizzante Gueye ma arriva anche un parziale 0-8 ospite made in Tagliabue/Baldasso che porta il team ospite a -12 con oltre 5’ da giocare. Recanati trascinato da terzetto Zanelli/ Gueye/Eliantoni piazza un 21-0 che stende al tappeto Matera che trova appena quattro punti con Greene. E toccata (ma anche superata) quota 100 ai bordi del parquet scoppia la festa. Con 25 punti Guye miglior tiratore, Zanelli migliore in assoluto con 29 di valutazione. Sulla sponda materana abbiamo riferito di Tagliabue: 20 punti e 23 di valutazione. Cinque di Recanati in doppia cifra al tiro e in valutazione. Per Matera interessante la prova di Baldasso, 16 punti e 13 di valutazione. Per coach Bianchi comunque tanti problemi alle viste, per coach Sacco qualche mugugno su come è stata persa la gara di domenica a Legnano (con recriminazioni sull’arbitraggio). La formazione recanatese allunga sulle pretendenti ad un posto play off e si siede (anche se in nutrita compagnia) sul terzo gradino della A2 Silver. Domenica trasferta a Treviglio contro una formazione che precede i leopardiani di due lunghezze. Lombardi che costituiscono una delle formazioni che punta al salto di categoria. Ma Recanati vuole giocarsela e già è in moto la macchina del tifo che oggi contro Matera è tornato a riempire il palas.