Recanati stellare, Matera s’inchina a Mosley e Starring

0

Basket Recanati 87
Olimpia Bawer Matera 75

(22-21, 20-22, 23-15, 22-17)


Basket Recanati: Panzini, Gnaccarini, Pierini 4, Gurini, Fantinelli 12, Mosley 26, Pullazi, Starring 25, Tortu’ 7, Pettinella 13. All. Sacco

Olimpia Bawer Matera: Vico 2, Iannuzzi 13, Rezzano 14, Maganza 3, Bolletta, Toscano, Basso, Jones 21, Cantone 3, Austin 19. All. Benedetto
  

Recanati vince e convince. Una vittoria che vale doppio per i concomitanti passi falsi delle squadre su cui la formazione del presidente Pierini fa la corsa per conquistarsi sul campo in anticipo la salvezza.
E dall’altra parte il Matera non è stato certamente a guardare con tre tempi giocati per il valore della sua classifica, una delle più spumeggianti squadre viste al PalaCingolani, specialmente nelle azioni per andare alla tripla. La quarta frazione ha visto un Recanati finalmente cinico e energico in difesa nei minuti che contano e per i lucani, troppo nervosi in questo periodo, non c’è stato niente da fare.
Recanati che con questa vittoria stacca Corato di due punti che in proiezione sarebbero quattro per effetto degli scontri diretti e mantiene il +6 su Firenze. Matera inseguiva una vittoria per agganciare la seconda piazza visto che Omegna riposava.
Sarà Recanati domenica a riposare invece e guardare con attenzione il risultato di Firenze-Corato. Dopo quei 40’ mancheranno quattro giornate e l’esito della partita potrebbe anche dare la salvezza virtuale ai leopardiani in caso di successo dei pugliesi.
Ma se la fame di vittoria di Firenze sarà la stessa che ha avuto Recanati contro Matera, si assisterà ad una partita al cardiopalma con una volta tanto i tifosi recanatesi alla finestra.
Coach Benedetto parte con Iannuzzi, Rezzano, Jones, Cantone, Austin. Quest’ultimo non finirà la partita per un brutto gesto antisportivo a 52” dal termine quando scaglia la palla contro l’arbitro e la fa finire verso il pubblico. Sacco non dispone di Cardinali (stiramento) e parte con Pierini, Fantinelli (reduce da un infortunio alla spalla), Mosley, Starring e Petiinella.
Per il trio “strars and stripes” di Recanati finale in doppi cifra di realizzazione e valutazione con medie che alzeranno a favore del Basket Recanati il rapporto valutazione finale di squadra: 92-76 su Matera.
Partenza al ralenty di Recanati nel primo periodo in cui Iannuzzi si erge a martello dei lucani che piazzano un imbarazzante 0-11 dopo pochi minuti. C’è però la reazione di Recanati che risponde con un 8-0 guidato da Mosley. Leopardiani però sempre all’inseguimento di Matera che trova buone soluzioni con Austin e Jones per il +4 a pochi secondi dal primo stop. Fantinelli da sotto non perdona e sulla sirena Mosley centra la tripla del +1 per Recanati.
Seconda frazione che scivola via in sostanziale equilibrio, con le due squadre che disputano la parte più spettacolare della gara con azioni da una parte e dell’altra che deliziano il pubblico. Protagonisti Austin e Jones sulla sponda Matera mentre Recanati ha in Tortù, Mosley e Pettinella i suoi mattatori. Periodo che manda al riposo lungo le squadre con Matera avanti di 1 e che riflette sui troppi tiri liberi mancati.
Terzo periodo che si apre subito con Jones, ma dopo una paio di numeri di Fantinelli e Mosley, mitigati da Iannuzzi, Recanati piazza un piccolo break da 6-0 che un po’ stordisce Matera in un momento in cui le sue geometrie sono un tantino appannate. Da questo momento Recanati condurrà sempre la gara con i lucani sempre a ridosso ma non capaci di chiudere il solco che a pochi secondi dal terzo stop arriva a 9 punti di ritardo.
A cavallo di terzo e quarto periodo Jones e Austin portano Matera a -4 e quando Recanati perde dopo 140” Pullazi per cinque falli, la tripla di Starring ridà fiato alle speranze di Recanati di portare a casa un successo determinante. In due occasioni Recanati mette anche 10 punti tra se e Matera dove si registra una reazione propositiva e realizzativa di Rezzano. Ma Starring è in stato di grazia e per gli ospiti c’è poco da fare. La squadra di Bendetto cede troppi spazi, perde in lucidità e pecca ingenuamente in fallosità. Fantinelli e Starring implacabili e anche +11 per Recanati, fino al +12 finale con il PalaCingolani che esplode.
Milgiore in assoluto Pettinella con 25 di valutazione, miglior realizzatore, anche in questo caso assoluto, Mosley con 26 punti. Sulla sponda Matera Jones si erge con 17-17.