Recanati supera Chieti e crede ancora nella salvezza

0

Basket Recanati 94 – Proger Chieti 90
(29-26, 15-23, 21-15, 29-26)

Basket Recanati: Rush 31, Bader 27, Raponi, Marini 4, Pierini, Armento, Loschi 1, Bolpin, Sorrentino 11 Infante 12, Maspero, Spizzichini 8. All. Sacco.
Proger Chieti: Golden 30, Mortellaro 14, Allegretti 6, Turel, Fallucca, Venucci 2, Piccoli 10, Zucca, Sergio, Davis 18. Al. Bartocci.

Arbitri: D’Amato di Roma, Wassermann di Trieste, Buttinelli di Cerveteri.

Quanto varrà questo successo per Recanati lo decreteranno le prossime quuattro giornate in cui il roster del presidente Pierini dovrà proseguire ad inseguire l’impresa.
Si parte con tutta la pressione su Recanati che sa di non poter sbagliare nulla visto il -4 su Forlì che è passato a Jesi mettendo spalle al muro la formazione di Sacco contro un non facile avversario come Chieti alla caccia di punti per allontanarsi dai play out.
Spalti con ampi vuoti, rumorosa rappresentanza ospite mentre la “Brigata Leopardiana” sta senza tamburi e bandiere dietro lo striscione.
“Onoratela” ammonisce la scritta in sovraimpressione sulla foto della maglia al centro dell’house organ di casa.
Primi due periodi che se ne vanno in un sostanziale equilibrio con le due squadre che non riescono a piazzare il break importante.
Al riposo lungo Chieti avanti di 5.
Nella prima frazione dterminanti i 10 punti di Piccoli ma la differenza la fanno i sei a referto per Chieti contro i quattro di Recanati con i soli Rush (13) e Bader (11) a reggere l’urto.
Nella seconda frazione Golden piazza 12 punti e sale lo scire di Davis partito dallo zero del ptimo periodo. Fase in cui Bader e Rush portano a casa appena dieci punti in due.
Parte subito forte in avvio di terzo periodo la squadra ospite che traccia anche un solco importante di nove lunghezze che Recanati riesce a chiudere soprattutto con Infante e Bader una cui tripla a 4′ dalla terza sirena regala il 59-59. Torna a farsi sentire la Brigata Leopardiana.
Bader prima, Davis poi regalano due triple da urlo per i rispettivi sorpassi e controsorpassi. Dalla lunetta Mortellaro fa mettere avanti i suoi.
I liberi di Rush e Spizzichini in un convulso finale regalano il +1 ai leopardiani.
Subito Infante con un 2+1 ma arriva il pesante quartovfallo di Bader. Spizzichini allunga e Recanati va avanti di sei.Infante e Rush arponano palle pesanti ed il vantaggio interno passa a nove con 8′ alla sirena finale. Fa male il contropiede leopardiano mentre Chieti diventa meno lucido al tiro e in fase di penetrazione. Chieti con oltre sette minuti in bonus. Una tripla di Golden spezza il lungo digiuno teatino ma ci pensa subito Sorrentino.
A metà frazione 83-72 fissato da due per Infante e tripla di Golden.
Balletto delle triple dalla distanza lunga per Sorrentino e Davis e scintille fra i due dopo un brutto antisportivo su Loschi.
87-79 quando mancano 3′ e anche Recanati ha esaurito il bonus. Sacco rimrtte in campo Bader per dare più peso al tiro ma Chieti lima lo svantaggio a meno 4 con 1′ a disposizione, 89-85.
Sugli spalti il tifo di casa avverte un momento di smarrimento per Recansti e torna a far sentire il suo sostegno. In pochi secondi i teatini arrivano a -1 quando il cronometro segna 58″. Bader in penetrazione ridà ossigeno a Recansti, replica Golden e srriva il tiro di Rush.
93-90 con 16″ alla sirena. Chieti perde una palla importante difesa da Rush. Fallo su Spizzichini e dalla lunetta quanto basta per portare a casa una vittoria che alimenta la fiammella della speranza.
Rush con 40 di valutazione e 31 punti il migliore del match. Golden con 37 di valutazione e 30 punti per la sponda Chieti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here