Roseto c’è. Gli Sharks sconfiggono Bergamo e li riacciuffano in classifica

La vittoria odierna del Roseto Sharks su Bergamo permette ai padroni di casa di riagguantare i ragazzi di Ciocca e Orzinuovi a quota 8. Finisce 94-85 al PalaMaggetti dopo che gli ospiti avevano condotto il risultato quasi interrottamente per circa 30’.

di Piergiorgio Stacchiotti

ROSETO SHARKS – BERGAMO BASKET 94-85

ROSETO: Carlino 12, Ogide 16,Alessandrini n.e, Lupusor 2, Contento 21, Di Bonaventura 13 , Lusvarghi , Zampini, Casagrande 8, Marulli 18, Infante 4. Coach Emanuele Di Paolantonio
BERGAMO: Solano 17, Cazzolato 3, Sanna 7, Mascherpa, Ferri 3, Bedini n.e, Fattori 16, Bozzetto 7, Sergio 14, Crimeni n.e, Augeri n.e, Hollis 18. Coach Cesare Ciocca

Arbitri: Filippini, Vita, Solfanelli

Note: parziali: 21-27; 42-49; 71-68; 94-85. Tiri da due: Roseto 22/34; Bergamo 17/30. Tiri da tre: 12/28;12/26. Tiri liberi: 14/20;15/20. Rimbalzi: 27(5+22); 33(7+26)

Sarà sempre di più una lotta a tre per evitare l’ultima posizione. La vittoria odierna del Roseto Sharks su Bergamo permette infatti ai padroni di casa di riagguantare Hollis e compagni, oltre ad Orzinuovi a quota 8.
Finisce 94-85 al PalaMaggetti dopo che gli ospiti avevano condotto il risultato quasi interrottamente per circa 30’. Sul finale di terza frazione il definitivo sorpasso dei biancazzurri, guidati da uno stratosferico Contento .
La gara inizia nel migliore dei modi per gli Sharks, con Marulli che va a bersaglio da 3. Parità dopo 2’ sul 5-5. Sugli scudi l’ex Fattori, che dà il via all’allungo ospite che si concretizza con le bombe di Ferri e Hollis: 10-18 al 5’. Roseto a piccoli passi si riavvicina ai ragazzi di Ciocca senza però riuscire mai ad impattare. Anzi, nei secondi finali della frazione rovina quanto di buono fatto in precedenza, con Bergamo che chiude avanti 21-27. I padroni di casa nel frattempo hanno perso Lupusor per infortunio, non rientrerà più sul parquet.
Roseto naufraga sul -10 prima di ribattere con quattro punti in fila di Di Bonaventura, sette di Contento ed un canestro di Ogide: 13-0 di parziale e biancazzurri che tornano a condurre (dopo il 3-0 iniziale) sul 34-31. Ancora una volta il quintetto di casa spreca in un amen quanto raccolto poco prima, beccando nove punti consecutivi, anche a causa di un paio di conclusioni ospiti baciate dalla fortuna. Il nuovo vantaggio bergamasco arriva a toccare le sette lunghezze, che resteranno tali anche al 20’. Si va all’intervallo sul 42-49. Best scorer Contento con 12, mentre in casa Bergamo sono 11 i punti di Fattori e 10 quelli di Solano.
Si segna solo da tre alla ripresa del gioco, con due triple per entrambe le squadre. Ancora tripla per Bergamo, dopo un canestro di Ogide. Timidi segnali di risveglio per Carlino, in ombra più che mai. Grazie ad una sua penetrazione e un siluro di Marulli Roseto torna -4 ma Fattori la ricaccia fuori subito dopo. 57-62 al 25’. Assolo di Contento degno del miglior slalomista delle Olimpiadi in corso d’opera. Sempre lui sfodera un missile da distanza siderale per il -2 biancazzurro. Carlino spreca una facile opportunità di sorpasso, prima di coglierne un’altra: Sharks avanti 67-66. Padroni di casa che chiudono il periodo sul 71-68 con un sottomano allo scadere di Di Bonaventura.
Roseto vola in apertura di ultima frazione in vantaggio di sei. Al 33’ invece il punteggio è sul 78-73. Hollis croce e delizia di Bergamo, alternando buone cose ad errori marchiani. Di Bonaventura in contropiede al 35’ regala il nuovo +5 che, Ogide e un super Contento diventa+9, 84-75. La bomba di Marulli regala l’87-77 a 2’30” che inizia a far credere i biancazzurri di poter addirittura ribaltare il -18 della gara d’andata. A segno ancora Di Bonaventura per il massimo vantaggio, 89-78 al 38’. Roseto però si addormenta come gli accade troppo spesso e gli ospiti riaprono la pratica con due canestri in pochi secondi. Inspiegabile la scelta di Carlino di tirare da 3 sul +7 con poco più di un minuto da giocare; per fortuna dei ragazzi locali Hollis sbaglia il successivo tiro. Il 2/2 seguente dalla lunetta di Contento sancisce la vittoria degli Sharks, anche se una tripla di Sergio riporta sotto di 6 gli ospiti. La gara si conclude con una bomba di Marulli. Finale 94-85, Roseto è ancora viva e la corsa per evitare l’ultima posizione è più aperta che mai.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy