Roseto in caduta libera, Treviglio espugna il Palamaggetti

0

La Modus era obbligata a vincere per la classifica, per il morale e per i suoi tifosi che avevano gioito solo una volta nelle ultime 6 uscite e invece è arrivata ancora una sconfitta, ancora una brutta prestazione, ancora un’altra dimostrazione di gioco di squadra inesistente e pochi attributi nei singoli.

A fine partita arrivano anche i fischi, meritati non c’è che dire, alla squadra, uscita dall’incontro ancora una volta giocando male e dando l’impressione di non saper reagire e cambiare il trend negativo degli ultimi match.

Treviglio d’altro canto ha giocato un ottima partita con eccezionali percentuali al tiro, aiutati però da una difesa, quella locale, mal messa e con poca grinta.

Ma veniamo alla cronaca. Coach Trullo schiera per la prima volta nel quintetto Nika Metreveli e cambia ancora una volta guardia, preferendo Marini a Sowell, il resto del quintetto è composto come al solito da Stanic in regia, Legion ala piccola e Bisconti centro. Treviglio si dispone sul parquet con Tomaso Marino play, Krstovic e Kyzlink a completare gli esterni, Ihedioha e Rossi nel pitturato.

Primi tiri di Treviglio imprecisi e Roseto perde due palle già nei primi istanti, il punteggio si sblocca dopo più di un minuto con la tripla di Francesco Ihedioha, allunga Rossi dalla media distanza ma prima Bisconti e poi Legion mettono a segno i primi 4 punti per gli squali e accorciano le distanze (4-5). Legion e Alessandri bombardano da oltre l’arco ma è ancora Legion a dare spettacolo portando in parità la disputa (11-11). Qui però Treviglio piazza il primo brack, i biancazzurri molto sterili e senza schemi in attacco si infrangono sulla difesa lombarda che si porta avanti sull’ 11-18 costringendo coach Trullo a chiamare time-out. Legion si scatena e piazza 5 punti consecutivi finendo la prima frazione con il 100% dal campo, Bisconti subisce un fallo da Gaspardo allo scadere e infila i due tiri dalla lunetta mandando le squadre al mini intervallo sul 20-22.

Sowell in penetrazione pareggia lo score, Borra schiaccia facile sotto canestro , Metreveli arma il braccio dalla media e infila il cesto, nell’azione seguente Legion parte in contropiede ma viene fermato da Kyzlink a cui viene fischiato un sacrosanto antisportivo. Legion non sbaglia dalla linea della carità firmando il primo vantaggio per gli Sharks che però tornano subito sotto con la tripla dello stesso Kyzlink e Borra che dalla media lasciato solo infila a canestro. Roseto si affida ancora nelle mani di Legion dopo un paio di azioni mal orchestrate e pareggia ancora il punteggio 34-34, Rossi incontenibile per i lunghi rosetani segna ancora dal pitturato ma Leo con un 2/2 dai liberi porta ancora in parità la disputa sul 36-36 con Genovese che sulla sirena di fine primo tempo non infila una tripla facile dall’angolo.

Al rientro dagli spogliatoi è Leo a mandare in piedi tutto il Palamaggetti infilando la tripla del sorpasso (39-36), pochi minuti dopo è un improbabile Bisconti ad emularlo quando sulla sirena dei 24 infila un incredibile canestro da tre mandando in subbuglio gli spalti del palazzetto di via Salara (44-38). Krstovic tira tre liberi e li infila tutti dopo un fallo da fuori l’arco di Marini ma è ancora Leo che sembra averci preso gusto bruciando la retina da fuori l’arco (47-41). Purtroppo per gli Sharks anche Treviglio smuove le sue percentuali dai tre punti e con Carnovali, Alessandri e Marino sorpassa di nuovo a pochi minuti dalla fine della terza frazione (55-58). Stanic in penetrazione segna ma Borra e Marino rispondono e il terzo quarto si conclude sul punteggio di 57-62.

Sotto canestro Roseto sembra non poter far nulla contro Borra che appoggia agevolmente più volte a tabellone, Marino continua ad aumentare le percentuali al tiro dai tre punti degli ospiti e Roseto sprofonda di nuovo sul -10 (59-69). Legion e poi Metreveli accorciano sul 64-71 ma viene fischiato un tecnico a Bisconti  con Marino che commette ½ dai liberi. Quando Rossi a poco più di 3 minuti dalla fine entra dalla panchina e infila una tripla in sospensione gli Sharks tornano sotto di 10 punti e la partita sembra finita. A dare ulteriore conferma un attacco rosetano sterile che viene ancora punito da Tommaso Marino con una bomba da tre. Roseto completamente in bambola con il solo Legion a tentare di far qualcosa, affonda sotto i colpi della Remer e ancora una volta fornisce una bruttissima prestazione davanti al suo pubblico con Treviglio che vince al Palamaggetti 75-90 ed è crisi nera per gli Sharks.

MODUS FM ROSETO – REMER TREVIGLIO 75-90 (20-22, 16-14, 21-26, 18-28 )

ROSETO:  Sowell 4 , Legion 28 , Zaharie n.e., Metreveli 13, Bisconti 8 , Leo 10 , Stanic 8 , Genovese  2 , Ricci  , Marini 2                            All. Trullo    .

TREVIGLIO: Alessandri 19 , Carnovali 3 , Krstovic 15 , Kyzlink  , Borra 10 , Gaspardo 2 , Marino 17 , Flaccadori n.e. , Ihedioha 8  , Rossi 16             All. Vertemati.

SPETTATORI: 1800 circa.

Fotogallery a cura di Mimmo Cusano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here