Roseto perde con onore, il lay-up mancato di Bisconti regala la vittoria alla Viola

0

E’ una Roseto in piena emergenza quella che si presenta ai nastri di partenza del match contro Reggio Calabria. Oltre a Metreveli per gli Sharks sono fuori anche Ricci e Genovese, mentre Marini c’è ma è fortemente debilitato dalla polmonite appena guarita e il neo acquisto Zaharie è arrivato solo nella giornata di ieri ed ha fatto quindi un solo allenamento, la seduta tattica del sabato pomeriggio, con la sua nuova squadra.

Il quintetto rosetano, alla palla a due, è composto da Stanic, Sowell, Legion, Leo e Bisconti, mentre i Reggini si schierano con Monaldi in regia ben supportato da Fabi ed Hamilton, mentre sotto canestro ci sono Ammannato e il Senegalese Papa Dia.

Sblocca subito il punteggio l’oriundo Fabi dai tre punti a cui risponde prontamente Stanic, anche lui con una tripla. Sowell finalmente, dopo le ultime deludenti prestazioni, sembra entrare bene in partita e guida il mini break locale (9-3) con coach Ponticello che si vede costretto a chiamare il time out. Gli ospiti rientrano in campo con un piglio diverso e si portano in poco tempo sul 9 pari, finalmente Sowell torna ad essere il grande giocatore di inizio campionato e la partita, grazie ad ottime percentuali della Viola, rimane molto equilibrata con la prima frazione che si chiude sul 21-24 grazie ad uno scatenato Sorrentino che piazza 8 punti consecutivi.

Al rientro in campo è ancora Sowell, molto reattivo, a infilare la palla in tap-in su un errore di Leo.  La difesa a zona degli ospiti e le percentuali al tiro che continuano ad essere ottime, mettono in grande difficoltà gli Sharks, infatti a 5 minuti dall’intervallo lungo i Calabresi sono avanti 27-35, inoltre Legion viene sostituito visto che non è ancora entrato in partita e contando i problemi nelle rotazioni, dire che la partita si fa in salita è minimizzare il problema. Nonostante ciò gli squali reagiscono, Stanic dà il meglio di se, ben coadiuvato da Bisconti sotto le plache e la tripla dell’esordiente Zaharie fa esplodere il Palamaggetti con Roseto che pareggia il punteggio (36-36). Reggio Calabria però ritorna in campo dal time out, chiamato da coach Ponticello, con grande intensità, con Hamilton e il gioco da 3 di Ammannato piazza il mini break che manda le squadre negli spogliatoi sul 36-41.

Nella terza frazione, Leo commette fallo su Hamilton che fa 2/2 dalla linea della carità, ma Legion sembra essere tornato in campo carico come nelle ultime splendide partite e finalmente la sua partita cambia verso diventando la punta di diamante dell’attacco rosetano, piazza 5 punti consecutivi ma Stanic commette il suo terzo fallo gelando un po’ il pubblico, conscio della panchina risicata. Quando Legion in penetrazione va ad appoggiare roteando le braccia in cielo e poi si ripete in contropiede il pubblico esplode, Roseto continua ad essere in partita (53-56). Ammannato e Monaldi raffreddano, di nuovo, gli animi festanti ma con Bisconti, i primi due punti del debilitato Marini e uno Stanic scatenato, i locali cuciono lo strappo e il quarto si conclude sul 59-63.

Zaharie sblocca il punteggio al rientro in campo ma Reggio allunga di nuovo con Ammannato e il solito Sorrentino, Sowell carica i suoi con 4 punti consecutivi ma gli ospiti si portano di nuovo sul +7 quando Papa Dia infila il canestro del 68-75. Serie di botta e risposta tra le due squadre finchè dopo il canestro del 72-77 di Leo,  lo stesso giocatore pugliese commette fallo antisportivo sul lungo Papa Dia. Dalla linea della carità, il Senegalese, ne mette uno su due ma nell’azione seguente infila la retina dal pitturato (72-80). Legion da tre dà ancora speranza ai biancazzurri ma la penetrazione riuscita di Sabbatino, a 46” dal termine, sembra chiudere l’incontro.  Ma accade l’impossibile, Legion segna facile sotto canestro e dopo il rimbalzo di Leo viene fischiato un antisportivo a Sorrentino che manda Stanic ai liberi. L’Italoargentino sbaglia il primo e piazza il secondo, nell’azione seguente il solito Legion fa letteralmente esplodere il Palamaggetti con una delle sue triple incredibili mandando gli Sharks sul -1 (81-82). Sorrentino perde palla sulla rimessa e gli Sharks hanno il possesso del match, Legion penetra, la passa a Bisconti che tenta l’appoggio a canestro, il pubblico trattiene il fiato ma purtroppo per i Rosetani il pallone rimbalza sul ferro e la sirena suona sulla carambola di Leo mandando in estasi il gruppetto di Calabresi giunti al seguito della Viola.

Qui Roseto: si sapeva che era un match difficile con l’infermieria piena ma gli Sharks giocano un gran match contro una strepitosa Reggio Calabria, la notizia migliore è che Sowell è tornato ai suoi migliori livelli e con il rientro degli infortunati ora gli Sharks avranno una rotazione a 10 uomini, cosa assolutamente non da poco.

Qui Reggio Calabria: grandissima prestazione quella degli uomini di coach Ponticello tranne che negli ultimi secondi dove vanno un po’ in panne dando la palla del match alla squadra locale, 2 punti importantissimi in chiave salvezza.

MODUS FM ROSETO – VIOLA REGGIO CALABRIA 81-82 (21-24, 15-17, 23-22, 22-19)

ROSETO: Faragalli n.e. , De Dominicis n.e. , Sowell 17 , Legion 28 , Zaharie 5 , Stanic 10  , Leo 8 , Marini 2 , Gloria n.e. , Bisconti 11                  All. Trullo.

REGGIO CALABRIA: Azzaro n.e. , Caprari 3 , Fabi 7 , Sabbatino 17 , Sorrentino 13 , Monaldi 5 , Dia 16 , Spera 2 , Ammannato 9 , Hamilton 10               All. Ponticiello.

ARBITRI: Cappello Calogero, Scudiero Davide, Radaelli Roberto.

SPETTATORI: 2300 circa.