Spissu trascina la Virtus Bologna nella scoppiettante vittoria con Jesi

Le Vunere resistono ai colpi dell’Aurora e, trascinati dal play sardo, conquistano la loro terza vittoria consecutiva in vista delle final 8 di Coppa Italia

di Matteo Capelli

Al termine di una partita fantastica e decisa solo negli ultimi tre minuti, la Segafredo Bologna si impone per 98 a 88 su una mai doma Termoforgia Jesi, assicurandosi la terza vittoria consecutiva e la testa della classifica in vista della Coppa Italia del prossimo weekend. Come detto, per la Virtus è stata una vittoria estremamente sofferta, anche e soprattutto per meriti di un’Aurora assolutamente superlativa offensivamente. Tra gli uomini di coach Ramagli, Marco Spissu è stato sicuramente il principale trascinatore: il play sardo è stato protagonista di una prestazione assurda da 28 punti, 5 assist con 4/5 da 3 e 42 di valutazione. Ottime le cifre anche per Umeh (28 pt con 7/12 da 3) e Rosselli (15 pt e 9 ass). Tra le fila marchigiane, non sono bastati un Bowers da 26 punti e un Janelidze alla partita della vita (15 punti e 4/6 da 3). Non sufficiente la prova di Davis, autore sì di una tripla doppia (11 + 10 + 10), ma sporcata da troppe forzature nel quarto periodo.

MVP Basketinside.com: Marco Spissu

Starting Five

Bologna: Spissu, Umeh, Oxilia, Rosselli, Bruttini.

Jesi: Battisti, Bowers, Davis, Benevelli, Maganza.

Davanti a poco più di 4000 persone, entrambe le squadre partono con buona ispirazione offensiva: Jesi ha un Bowers pressoché inarrestabile, ma dall’altra parte Oxilia e Rosselli hanno gioco facile nel pitturato e, assieme alle triple di Umeh e Spissu, conducono Bologna al primo vantaggio significativo sul 19 a 9 (5′). Spissu e Umeh (già 19 punti in due) continuano il loro personale bombardamento che porta i bianconeri a + 12 (25 – 13), ma gli ospiti non si scompongono e, grazie al buon impatto di Janelidze, rimangono comunque in partita sul 29 a 20 della prima sirena. La difesa bolognese si scioglie improvvisamente, e i marchigiani, grazie alla zona ed a qualche ottima giocata di Maganza e Janelidze, tornano in parità a quota 36 (15′). Davis firma il sorpasso, la Virtus non molla e risponde bene con Rosselli e il solito Umeh, ma l’Aurora non sbaglia mai e l’ennesimo cesto di Bowers la manda al riposo in vantaggio sul 49 a 51. Al rientro dagli spogliatoi l’atmosfera si scalda: Rosselli trascina i suoi con 5 punti in fila; Bowers e Maganza rispondono subito, poi altre due triple di Umeh danno nuovamente 5 punti gap alla V, prima che Benevelli accorci sul 64 a 62 del 25′. Nel momento di massima difficoltà, Jesi si affida alle triple degli incredibili Benevelli e Janelidze e torna a comandare alla terza sirena: 73 a 75. Le squadre giocano senza timori reverenziali e la partita diventa splendida: Janelidze mette un’altra bomba, ma poi commette il quinto fallo; la Virtus ne approfitta e con Spissu e Spizzichini va anche a + 7 (85 – 78), prima che Bowers con due canestri mostruosi riporti Jesi a – 3 sull’87 – 84 (36′). I marchigiani però subiscono troppo in difesa e sprofondano improvvisamente a – 12, colpiti da Michelori e Spissu. Il tecnico per simulazione ad Alessandri di fatto sancisce la fine delle ostilità. Vince la Virtus 98 a 88.

Segafredo BolognaTermoforgia Jesi 98 – 88 (29 – 20; 49 – 51; 73 – 75)

Segafredo Bologna: Spissu 28, Umeh 28, Spizzichini, Carella NE, Petrovic NE, Rosselli 15, Michelori 13, Oxilia 4, Penna, Lawson NE, Bruttini 3. All. Ramagli.

Termoforgia Jesi: Alessandri 6, Mentonelli NE, Battisti, Scali NE, Maganza 14, Moretti NE, Janelidze 15, Bowers 26, Vita Sadi NE, Davis 11, Benevelli 13, Picarelli 3. All. Cagnazzo.

Fotogallery a cura di Pierfrancesco Accardo

Umeh

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy