Spizzichini e Umeh sono straordinari e la Virtus torna alla vittoria battendo Udine

Nonostante le assenze di Ndoja, Lawson e Pajola, le Vunere escono dal momento negativo e, grazie ad una difesa ritrovata, dominano contro una Udine ridotta ai minimi termini.

di Matteo Capelli

Dopo un mese da incubo, la Segafredo Bologna torna a vincere imponendosi per 80 a 57 sulla G.S.A. Udine: una vittoria netta e mai in discussione fin dal primo tempo, in cui le Vunere sono riuscite a prendere un largo vantaggio (44 a 25 il parziale) grazie ad una ritrovata aggressività difensiva e ad un ottimo gioco di squadra, ricetta obbligata viste le pesanti assenze di Ndoja, Lawson e Pajola. Tra gli uomini di coach Ramagli, ha spiccato Gabriele Spizzichini, autore di una partita globale fatta di 11 punti, 8 assist, 7 rimbalzi e 5 palle rubate per un totale di 26 valutazione. Ottimi anche Umeh, Rosselli e Michelori; quest’ultimo è stato protagonista, assieme anche ad un discreto Bruttini, di una prestazione da leone sotto le plance. Totalmente opposto il discorso per Udine: gli uomini di coach Lardo hanno tentato di rimanere a contatto nel primo quarto, ma si sono poi sciolti contro l’intensità della Virtus. Di certo per i friulani si trattava di una sfida proibitiva viste le assenze di Ray e Truccolo e la recente partenza di Castelli che costringerà lo staff tecnico a risistemare le rotazioni nel reparto lunghi.

MVP Basketinside.com: Gabriele Spizzichini

Quintetti

Bologna: Spissu, Umeh, Spizzichini, Rosselli, Bruttini.

Udine: Traini, Mastrangelo, Okoye, Ferrari, Diop.

Davanti ai quasi 5000 dell’Unipol Arena, la Virtus vuole farsi trovare pronta da subito e va sul 6 a 0 dopo 1 minuto e mezzo, costringendo Lardo al timeout. Udine si schiera quindi a zona e, grazie a due triple di Nobile, torna in parità su un tennistico 15 pari (7′ giocati), prima che il parziale di 8 a 0 firmato da Penna e Spizzichini fissi il punteggio sul 23 a 15 della prima sirena. Con una bomba di Pinton, gli ospiti provano ad accorciare, ma una schiacciata di Oxilia e 9 punti di Michelori la spediscono progressivamente a – 16 (34 a 18 al 16′). Okoye prova a caricarsi la squadra sulle spalle, ma i friulani non tengono in difesa e i canestri di Umeh, Rosselli e Spizzichini mandano Bologna al riposo sul 44 a 25 (63 a 12 di valutazione). Dagli spogliatoi esce una Virtus ancora più determinata: break di 9 a 0 fatto di difesa e di passaggi spettacolari come quello di Spizzichini per il facile lay-up di Bruttini che fa 53 a 25 al 23′. I padroni di casa arrivano anche al + 31 (58 – 27), poi si rilassano un minimo e consentono ad Okoye di ricucire un po’ il gap, prima che la bomba di Spizzichini chiuda il terzo quarto sul 62 a 36. Gli ultimi 10 minuti sono di fatto un lunghissimo garbage time, con l’occasione per alcuni giocatori (tra cui Umeh e Fall) di mettere a posto le cifre. Vince la Virtus 80 a 57.

Segafredo BolognaG.S.A Udine 80 – 57 (23 – 15; 44 – 25; 62 – 36)

Bologna: Spissu 10, Umeh 21, Spizzichini 11, Gianninoni NE, Petrovic 1, Rosselli 12, Michelori 10, Carella NE, Oxilia 4, Penna 3, Bruttini 8. All. Ramagli.

Udine: Diop 8, Gatto NE, Okoye 13, Nobile 6, Mastrangelo 5, Traini 3, Pinton 3, Ferrari 5, Vanuzzo, Fall 12, Chiti NE. All. Lardo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy