Supercoppa A2 – Super Urania Milano, domata Treviglio

Vittoria perentoria e di personalità per l’Urania Milano che sul parquet di casa domina la BCC Treviglio e coglie il secondo successo di questa Supercoppa con il punteggio finale di 85-58.

di Adriano Zucchetti

Vittoria perentoria e di personalità per l’Urania Milano che sul parquet di casa domina la BCC Treviglio e coglie il secondo successo di questa Supercoppa con il punteggio finale di 85-58.

Un successo mai in discussione con i ragazzi guidati da coach Villa che vanno in vantaggio subito dai primi minuti sfruttando le ottime percentuali al tiro arrivando a +16 dopo 10′ e chiudendo il primo tempo con un +22, trascinata dall’ottima serata dei suoi esterni e di Langston sotto le plance. Dall’altra parte la BCC soffre terribilmente al tiro (5/31 dalla lunga distanza), fatica a limitare le bocche da fuoco avversarie e già nella prima parte del terzo quarto sprofonda a -26, riesce a ritornare a -15 nel corso dell’ultimo periodo grazie a Pepe e Nikolic ma manca di cinismo nel perseverare nella rimonta dando modo all’Urania di dare un’ulteriore accelerata negli ultimi 5′ che le vale il massimo vantaggio (+28) e la vittoria finale.

I quintetti in campo

Treviglio schiera per la palla a due il quintetto formato da Taddeo in regia, Pepe e Reati sugli esterni, Nikolic e Borra sotto canestro; dall’altra parte coach Villa manda in campo Bossi in regia, Montano e Raivio sugli esterni, Langston e Piunti sotto canestro.

Primo quarto

Inizio scoppiettante dei padroni di casa che piazzano un 6-0 con la tripla di Montano, il piazzato di Raivio e l’1/2 ai liberi di Bossi, Treviglio soffre molto la difesa aggressiva dei milanesi andando a segno solo dopo un paio di minuti con Nikolic e a seguire Borra ma l’Urania è più in palla e allunga con i canestri di Langston e Piunti. A cavallo di metà quarto s’iscrive al match anche Pepe per la BCC ma Milano può contare su uno Stefano Bossi già in gran spolvero che prima manda Raivio a canestro e poi firma la tripla del +9 (15-6). Il minuto di sospensione chiamato dal coach della BCC non sortisce l’effetto sperato, l’Urania piazza un altro 6-0 con un’altra tripla di Bossi, il libero di Raivio e il canestro da sotto di Piunti arrivando a +15 (21-6). Prova a ricucire Treviglio con il duo Pepe-Borra, Langston permette ai suoi di mantenere la doppia cifra di vantaggio con 4 punti che lanciano Milano a un finale in cui rispondono al 2/2 dalla lunetta di D’Almeida con il 2/2 di Franco e la penetrazione di Raivio per il 29-13 dopo 10′ di gioco.

Secondo quarto

Inizio di secondo quarto contratto da entrambe le parti che vede Pesenato andare a segno due volte per l’Urania mentre Treviglio, nonostante continui a sbagliare dalla lunga distanza, riesce perlomeno a muovere il punteggio con Bogliardi e Reati. Rispetto al primo periodo la mano dei milanesi si è parecchio raffreddata così come la manovra in attacco, la BCC ne approfitta e sfrutta il talento dei suoi giocatori per piazzare un 8-0 con i liberi di D’Almeida, il gioco da tre punti di capitan Reati e la prima tripla del match messa a segno da Sarto che riporta gli ospiti sotto la doppia cifra di svantaggio (33-25), costringendo un infuriato coach Villa al time out. La strigliata fa bene ai meneghini che riallungano con Langston e Montano confezionando un contro parziale di 6-0, risponde Pepe ma la guardia dell’Urania va ancora a segno dalla lunga distanza ricacciando indietro gli avversari (42-27). Reazione trevigliese con la bomba di Sarto, Langston segna dall’area ma poi commette un fallo antisportivo su Borra con il lungo biancoblu che manda a bersaglio entrambi i liberi (44-32) senza che però il quintetto della BCC riesca a capitalizzare l’extra possesso. Nel finale di quarto blackout totale per Treviglio, Milano ne approfitta alla grande con un 10-0 imperioso firmato da 4 punti di Raivio e le triple di Piunti e Montano (3/3 per l’ex Fortitudo Bologna dalla lunga distanza) che mandano le formazioni negli spogliatoi sul +22 (54-32) per la formazione di casa.

Terzo quarto

Si torna in campo e l’Urania continua con le marce alte infilando altri 4 punti con Langston, Pepe è l’unico degli ospiti a dare segni di vitalità in una squadra spenta e che sembra rimasta negli spogliatoi, Milano vola a +26 (62-36) con le incursioni offensive di Raivio poco prima della metà del periodo mettendo già una seria ipoteca sul successo finale. A cavallo di metà quarto Treviglio batte un colpo con un 5-0 costruito dalla prima tripla del match di Pepe e il contropiede finalizzato da Nikolic, time out coach Villa che frutta il 2/2 ai liberi di Langston ma la BCC vuole tentare di riaprire la partita e infila un nuovo 5-0 sempre con il duo Pepe-Nikolic (64-46). Contro parziale di 4-0 per l’Urania con il 2/2 di Bossi e la penetrazione di Langston, tripla di Reati per una BCC molto nervosa (tecnico e a seguire antisportivo che i padroni di casa capitalizzano parzialmente con i liberi di Bossi e Raspino, sanzioni cui si aggiunge l’antisportivo della stessa ala ex Biella). Finale con molti errori da entrambe le parti, non si muove il punteggio e il terzo quarto si chiude con il +20 Milano (70-50).

Ultimo quarto

Il quarto periodo inizia con la fiammata dei trevigliesi che infilano una tripla con D’Almeida e una penetrazione con Pepe ma perdono però per raggiunto limite di falli Sarto e la guardia ex Agrigento. Dall’altra parte l’Urania non riesce a segnare e somma errori su errori ma Treviglio non sembra avere abbastanza cinismo e freddezza per riuscire ad approfittarne per tornare sotto la doppia cifra di svantaggio, continuando sprecare conclusioni in attacco. Dopo più di 4′ si sbloccano i meneghini con la tripla di Montano e nelle due azioni successive replicano Raivio e Piunti, firmando un 9-0 che chiude il match (79-55). Il parziale dell’Urania si allunga con le realizzazioni di Bossi e Langston che valgono il massimo vantaggio della partita con un +28, Bogliardi chiude il 13-0 milanese in penetrazione e nel finale l’1/2 ai liberi del neo entrato Manenti fissa il punteggio finale sul 85-58 a favore dei padroni di casa.

I migliori in campo

Per Milano decisive le prestazioni di Raivio (18 punti, 9 rimbalzi, 5 assist e 6 falli subiti, il migliore dei suoi per valutazione con 32), Montano (16 punti, 4 rimbalzi, 5 assist, 4/6 dalla lunga distanza), Langston (top scorer dei meneghini con 20 punti cui aggiunge 5 rimbalzi) e Bossi (12 punti, 6 rimbalzi e ben 9 assist), in doppia cifra anche Piunti (10 punti e 4 rimbalzi).

Dall’altra parte non bastano i 21 punti di Pepe (ma 2/9 dalla lunga distanza), nessun altro giocatore raggiunge la doppia cifra per punti segnati con percentuali al tiro deficitarie un po’ per tutti (spicca lo 0/8 di Reati e lo 0/4 di Nikolic).

Urania Milano 85–58 BCC Treviglio (parziali: 29-13, 54-32, 70-50)

Urania Milano: Cavallero n.e., Piunti 10, Bossi 12, Chiapparini, Langston 20, Raspino 3, Benevelli, Lazzari, Montano 16, Pesenato 4, Franco 2, Raivio 18. All. Villa

BCC Treviglio: Bogliardi 4, Reati 7, Pepe 21, Sarto 6, Nikolic 6, D’Almeida 7, Abati Touré n.e., Manenti 1, Frazier n.e., Taddeo, Borra 6. All. Cagnardi

StatisticheMilano: 22/42 da 2 punti, 9/19 da 3 punti, 14/20 ai liberi; Treviglio: 16/27 da 2 punti, 5/31 da 3 punti11/14 ai liberi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy