Supercoppa A2 – Udine scappa nell’ultimo quarto e sbanca la Grana Padano Arena

Amato e Johnson fanno la voce grossa negli ultimi minuti e staccano una tenace Mantova

di Alberto Carmone

Primi due punti nel girone Rosso per l’Old Wild West Udine che dopo tre quarti di grande equilibrio stacca gli Stings grazie alle ottime prestazioni di Amato, Johnson e Foulland per il 67-58 finale.

 

Primo quarto piuttosto equilibrato con Mantova trascinata da un James quasi infallibile da ogni zona del campo. Udine mantiene però il vantaggio con Johnson e Amato approfittando di alcune disattenzioni dei biancorossi soprattutto nei tiri dalla lunga distanza. Ad aiutare James ci pensano Ghersetti e Maspero che permettono agli Stings di rimanere in scia ad Udine alla fine del primo quarto chiudendo sul 17-19.

Nel secondo periodo di gioco Udine parte col piede giusto riuscendo a portarsi sul +6 grazie alla precisione da tre punti di Italiano e Giuri. A dare la carica in casa Mantova ci pensa Lorenzo Maspero autore di 6 punti in pochi secondi (25-25 al 14’). Ancora qualche errore difensivo degli Stings concede ad Udine il nuovo vantaggio, mentre Cortese, nonostante la buona prestazione complessiva, non riesce a trovare il canestro da tre punti. Nel finale James e Infante accorciano le distanze e si va al riposo sul 30-35.

La ripresa vede Mantova difendere con grande intensità su tutti i principali pericoli offensivi di Udine. Nonostante le percentuali basse dall’arco, la Staff riesce a pareggiare e addirittura ad andare sul +5 (44-39 al 23’) grazie a Cortese e Ghersetti. Mantova concede appena sei punti in oltre minuti, prima che l’attacco biancorosso s’inceppi improvvisamente. La Old Wild West riprende a segnare con regolarità con Foulland (pericoloso anche a rimbalzo dove raggiunge la doppia cifra a metà del terzo quarto). Un errore di Ferrara crea l’opportunità per il vantaggio firmato da Johnson per il 45-47 al 30’.

Nell’ultimo quarto cala il ritmo e a farne le spese è l’attacco degli Stings che perde continuità. Udine sfrutta il momento con Italiano, Johnson e Foulland e scappa sul +9. Bonacini e Weaver riaprono l’incontro sul -5 (54-59 al 37’). Mantova non trova però il break decisivo e i soliti Amato e Johnson puniscono la poca incisività degli Stings dando l’allungo decisivo e permettendo così ad Udine di conquistare i primi punti della Supercoppa.

Pall. Mantovana Mantova – Apu Old Wild West Udine 58-67 (17-19, 13-16, 15-12, 13-20)

Pall. Mantovana Mantova: Christian James 14 (2/6, 2/5), Riccardo Cortese 10 (4/5, 0/5), Mario jose Ghersetti 10 (3/6, 1/6), Davide Bonacini 10 (2/5, 1/2), David Weaver 6 (3/9, 0/1), Lorenzo Maspero 6 (3/3, 0/2), Luca Infante 2 (0/0, 0/0), Matteo Ferrara 0 (0/2, 0/1), Lorenzo Ziviani 0 (0/0, 0/0), Bogdan Mirkovski 0 (0/0, 0/0), Andrea Albertini 0 (0/0, 0/0), Moustapha Lo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 38 6 + 32 (Christian James 10) – Assist: 12 (Davide Bonacini 3)

Apu Old Wild West Udine: Dominique Johnson 18 (1/6, 5/10), Nana Foulland 17 (6/7, 0/0), Andrea Amato 16 (2/3, 4/8), Nazzareno Italiano 9 (1/3, 2/8), Vittorio Nobile 3 (0/1, 1/3), Francesco Pellegrino 3 (1/3, 0/0), Lodovico Deangeli 1 (0/2, 0/1), Marco Giuri 0 (0/1, 0/2), Joseph yantchoue Mobio 0 (0/1, 0/2), Marco Maganza 0 (0/0, 0/0), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0), Riccardo Azzano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 18 – Rimbalzi: 39 8 + 31 (Nana Foulland 14) – Assist: 21 (Andrea Amato 6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy