SUPERCOPPA LNP – Un super Sabin travolge la Fortitudo Bologna, passa Cento

0

Flats Service Fortitudo Bologna – Sella Cento 68-80 (26-24, 15-14, 10-20, 17-22)

Flats Service Fortitudo Bologna: Mark Ogden 21 (2/4, 4/9), Matteo Fantinelli 12 (4/6, 1/2), Deshawn Freeman 11 (5/10, 0/0), Pietro Aradori 8 (2/9, 0/2), Alessandro Panni 6 (0/0, 2/5), Alberto Conti 6 (2/4, 0/3), Riccardo Bolpin 2 (1/4, 0/0), Alessandro Morgillo 2 (1/2, 0/0), Luigi Sergio 0 (0/0, 0/1), Nicola Giordano 0 (0/0, 0/1), Tommaso Natalini 0 (0/0, 0/0), Vitalii Kuznetsov 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 22 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Deshawn Freeman 9) – Assist: 13 (Riccardo Bolpin 4)

Sella Cento: Tyler francis Sabin 29 (1/4, 7/10), Federico Mussini 16 (5/5, 2/6), Mattia Palumbo 11 (3/4, 1/1), Daniele Toscano 7 (1/4, 1/3), Lorenzo Benvenuti 6 (1/6, 0/0), Dominique Archie 4 (0/1, 0/3), Yankiel Moreno 4 (0/0, 1/4), Gregor Kuuba 3 (1/2, 0/1), Pietro Magni 0 (0/0, 0/0), Tommaso Bucciol 0 (0/0, 0/0), Davide Bruttini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 26 – Rimbalzi: 31 6 + 25 (Lorenzo Benvenuti 6) – Assist: 14 (Mattia PalumboDaniele Toscano 4)

Prima trasferta ufficiale per la Sella Cento in casa della Flats Service Fortitudo Bologna al Pala Savena per la terza giornata di Supercoppa italiana che decreterà la vincitrice del girone. Quintetto iniziale per la Benedetto composto da Palumbo, Mussini, Toscano, Archie e Benvenuti; la Fortitudo scende in campo con Aradori, Bolpin, Fantinelli, Ogden, Freeman.

Palla a due vinta dai padroni di casa che liberano Bolpin dal gomito, risponde Mussini sullo scarico dalla lunga distanza. Ritmi alti in questi primi minuti soprattutto da parte della Fortitudo che manda a bersaglio Ogden da tre punti e successivamente Freeman sull’assist perfetto di Bolpin, la Sella Cento è tutta nelle mani di Mussini che segna tutti e 7 i punti dei primi 5 minuti di gioco. Due palle perse degli ospiti concedono dei facili possessi alla Fortitudo che li trasforma con due penetrazioni facili a canestro da parte di capitan Fantinelli, Mussini nonostante l’egregia difesa di casa si libera oltre l’arco con uno step back e segna la tripla del -5; Aradori e Freeman appoggiano facilmente due punti a testa sfruttando la poca comunicazione difensiva biancorossa. Offensivamente il quintetto centese si muove con ottimi ritmi, Toscano segna da tre dopo un ottimo giro palla, nell’azione successiva Sabin si prende la prima tripla di serata e la mette a bersaglio, così come la seconda. Sul finire di quarto la Fortitudo segna prima con la tripla di Panni uscendo dalla panchina, poi Morgillo manda a bersaglio da più di 8 metri l’ultimo tiro: 26-24 Fortitudo la prima frazione di gioco.

Nel secondo quarto si alza l’attenzione difensiva della Sella Cento inducendo a tre errori consecutivi la Fortitudo che si sblocca solo con un bel gioco in post di Morgillo; difficile anche per la Benedetto trovare linee di passaggio vincenti, una di queste sull’asse Palumbo-Sabin porta alla tripla del nuovo americano biancorosso. A rimbalzo la squadra di casa approfitta della rotazione corta dei lunghi di Mecacci, gravata dall’assenza di Bruttini per infortunio, Freeman in particolare corregge un tiro di Bolpin per il +1, rispondono i biancorossi con una splendida azione in pick and roll di Mussini che serve Benvenuti per due punti facili. A 1 minuto dalla fine Sabin conduce una semi-transizione si arresta oltre l’arco e segna; dall’altra parte Aradori fa collassare la difesa su di sé, smazzando un ottimo assist per la tripla di Ogden, è 41-38 per la Flats Service.

Terzo quarto molto equilibrato nei primi possessi, Fantinelli aggressivo a rimbalzo segna un lay-up facile, Mussini continua l’ottima partita fin qui aggiungendo altri due punti al suo tabellino con un morbido floater. L’aggressività difensiva della Fortitudo costringe la Benedetto a rifugiarsi nelle mani di Sabin che è bollente oltre l’arco e segna due triple consecutive, una di questa con fallo; è 6/8 da tre per l’americano. La Fortitudo tenta di ricucire lo strappo nel punteggio con i due punti di Conti su arresto e tiro; i biancorossi lottano con forza a rimbalzo difensivo subendo due sfondamenti consecutivi entrando così in bonus a 2 minuti dalla fine del terzo quarto. Benvenuti e Kuuba fanno 4/4 dalla linea della carità, Mussini scappa in contropiede e segna due punti facili, sul finire di terzo quarto Conti trasforma i liberi del fallo antisportivo della Sella: è 58-51 per gli ospiti.

Ultimo quarto che sale di colpi e di falli, la Benedetto si tiene avanti nel punteggio con una penetrazione di potenza del suo capitano ma è in difesa che la Sella sta cambiando la partita guadagnandosi quattro sfondamenti in altrettanti minuti. Le percentuali dal campo si abbassano mentre i contatti di gioco aumentano, soprattutto quelli fortitudini che concedono il bonus a 7 minuti dalla fine, ne approfitta Archie segnando i liberi del +12. La Fortitudo tenta di recuperare con la tripla di Ogden, ma la Sella è in grande fiducia in attacco e segna prima in isolamento con il solito Sabin poi da tre sullo scarico con Moreno. Archie commette il quinto fallo e concede un giro in lunetta ad Aradori, la partita è ormai spezzettata, le due squa

dre sono in bonus e gli ultimi 3 minuti si giocano ai liberi, per la Sella trasformati da Benvenuti, per i biancoblù Ogden che segna anche la tripla del possesso successivo. Palumbo porta palla in transizione e fornisce l’assist per il tiro segnato dalla media distanza di Mussini, i liberi di Toscano tengono a distanza la Fortitudo che tenta di recuperare con la schiacciata in contropiede di Freeman ma non c’è storia, Sabin si libera da tre e segna l’ennesima tripla che dà la vittoria alla Sella Cento 80 a 68.

UFF.STAMPA BENEDETTO BASKET CENTO