Tortona batte anche Verona e continua la sua cavalcata imbattuta

Con una grande prova corale la Bertram Tortona sigla il suo ottavo sigillo di stagione battendo la Tezenis Verona e mantiene la testa della classifica del girone verde. Ambrosin conferma di essere un sesto uomo di gran lusso.

di Matteo Armana

Giusto il tempo di di farsi gli auguri di Natale e la Bertram Tortona torna in campo, al Pala Oltrepò di Voghera, per il big match contro la Tezenis Verona dell’ex Phil Greene. Tortona fino ad oggi ha fatto percorso netto con sette gare vinte su altrettante disputate, mettendo in mostra tutte le sue potenzialità sia individuali che come organico, completo, profondo e che da pochi punti di riferimento agli avversari. Verano di contro, partita ad inizio stagioni con grandi ambizioni, ha faticato, in questo avvio di stagione, a trovare continuità di risultati, perdendo molte gare ed avendo all’attivo solo due vittorie su sei gare disputate. Nella giornata odierna non siederà in panchina coach Ramondino che, in settimana, è risultato positivo al Coronavirus e, pertanto, si è messo in quarantena a scopo cautelativo. Al coach della Bertram i nostri migliori auguri di una pronta guarigione. La squadra sarà guidata dal  vice, Vanni Talpo, che da tre anni fa parte dello staff della Bertram Tortona e del quale sentiremo sicuramente parlare in futuro.

Primo periodo: Tortona parte con il quintetto “tipo” con Mascolo, Fabi, Cannon, Sanders, e Severini, mentre Verona schiera Green, Jones, Tomassini, Severini e Candussi. Tortona parte subito forte con una bomba di Fabi ma Verona risponde subito dai 6.75 con il veterano Bobby Jones. Ma è pronta la risposta di Severini con la sua “bombetta classica” che regala il 6 a 3 per la Bertram. Due buone giocate di Candussi permetto agli scaligeri di guadagnare il primo vantaggio dopo tre minuti di gioco (6 a 7); Candussi continua la sua striscia, sigla sette punti in fila e Verona è al suo massimo vantaggio sul 6 a 10. Ma Tortona risponde con Fabi che si guadagna un fallo di esperienza e riduce il gap dagli ospiti. I ragazzi di coach Diana, con una bomba di Jones si portano sul 8 a 13, ma Mascolo risponde subito e Tortona non lascia scappare via Verona. Tortona impatta a quota 14 con una bomba di Sanders in una gara, fino ad ora, molto equilibrata, con Tortona che tira molto bene da lontano, mentre Verona sfrutta i centimetri di Candissi sotto le plance. Il vantaggio degli scaligeri viene dalla terza bomba consecutiva di Jones, che stasera è in stato di grazia dall’arco lungo. Ma subito Jones commette una ingenuità ed Ambrosin lo punisce con un gioco da 4 punti consecutivi che valgono il 22 a 19 per Bertram. Il primo tentativo di strappo è ad opera di Ambrosin e Gazzotti che mettono due triple che regalano a Tortona il massimo vantaggio di serata sul 30 a 22 con 42 secondi da giocare. Il rpimo periodo si chiude sul 30 a 22 per la Bertram.

Secondo Periodo: Primi due minuti senza segnare e poi Tomassini sblocca il risultato con una bomba che porta Verona sul meno 5 pt. (30 a 25), mala risposta della Bertram è immediata con Mascolo che riporta Tortona sul + 8, con 7.45 da giocare. Verona accorcia le distanze con la bomba di Caroti (33 a 30), mentre l’attacco di Tortona sembra essersi inceppato e coach Talpo prontamente chiama time out. Al rientro in campo però Tortona non allunga e dall’altro lato del campo Green battezza Graziani in penetrazione e Verona torna a meno 1 dalla Bertram. Mascolo però ci mette sempre una pezza e Tortona si porta sul + 3 (35 a 32) quando mancano quattro minuti all’intervallo. Fabi mette il turbo, spara dai 6.75 e permette a Tortona di mantenere quattro punti di vantaggio (38 a 34); Cannon fatica un pò ad arginare i centimetri di Candussi che questa sera è già a quota 12 punti  personali. Ed è proprio Candussi che regala a Verona il momentaneo meno 1, ma Sanders subito risponde. Verona pareggia a quota 41 con sessanta secondi sul cronometro, ma Cannon non ci sta e subito risponde. Però Verona punisce subito la zona di Tortona cn una tripla che regala alla Tezenis il sorpasso (43 a 44). ma la risposta è ddel solito Ambrosin, pericolo assoluto dall’arco lungo, che regala a Tortona il contro sorpasso. Tortona piazza un mini break (6 a 0) con Ambrosin e Mascolo e con una manciata di secondi sul cronometro chiude il primo tempo con 5 punti di vantaggio (49 a 44);

Terzo Periodo: Tortona parte baldanzosa con Ambosin dalla lunga e subito mette il break portandosi sul 54 a 44 in un amen. Però Green si mette in proprio, segna due bombe di fila e riporta Verona sul meno quattro (56 a 52), mentre Tortona spreca un buon pallone per allungare. Tortona vola sul + 12 (64 a 52) grazie ad un buon impatto di Cannon ed Ambrosin. quest’ultimo a 17 punti di bottino personale questa sera. Ora Tortona ha preso il largo, mentre Verona fatica a trovare il bandolo della matassa, specie in zona offensiva e la Bertram si porta a + 15 (67 a 52) quando mancano 3 minuti da giocare nel quarto. Tortona ha scavato, in questo terzo periodo il solco tra se e la Tezenis Verona, mettendo una quota di punti che gli permette di amministrare il vantaggio., mentre Verona va in affanno e cade nella girandola dei falli che regalano il bonus a Tortona. Ambrosin regala un confetto per Severini e Tortona vola sul + 19, mentre Verona ha spento la luce. Tortona mette un parziale di 25 a 8 in questo quarto che descrive in toto il risultato attuale (76 a 52). Ambrosin vero mattatore della gara, con 20 punti dopo tre quarti di gioco, e asssoluto “fattore” dell’inizio di stagione di questa Bertram Tortona.

Quarto Periodo: Tortona riprende il gioco forte di un consistente vantaggio ( 77 a 52) con percentuali fantastiche dal campo e con un Ambrosin che è un vero fattore in questa fase del campionato.  Tortona allenta un pò l’intensità, ma la distanza con Verona è tale da non preoccupare eccessivamente la panchina di coach Talpo. Il cronometro corre, mentre Tortona amministra il vantaggio e Verona, forse, ha già la testa alla prossima gara, e quando mancano cinque minuti al termine la Bertram conduce per 79 a 61. Ora Verona fa un mini parziale di sei punti e coach Talpo chiama time out per rompere il ritmo degli scaligeri. Nelle battute finali Verona tenta un timido strappo che la riporta sul meno 12 (79 a 68) ma coach Talpo rimette in campo Mascolo per la gestione della regia. E’ proprio il play bianconero che assiste subito Cannon e Tortona si sblocca da quota 79. Verona però risponde con la bomba di Jones che porta la Tezenis  a dieci punti dai adroni di casa con 3.16 da giocare. Jones mette la sua quinta bomba di serata e riporta Verona sul meno 7 ( 81 a 74) con 2.50 da giocare. Nel Finale Verona tenta la rincorsa, complice i soli 4 punti di Tortona in questo quarto, fino ad ora. Il ferro sputa la bomba di Tomassini ma Tortona non sfrutta il vantaggio e Severini commette il suo quinto fallo. Tortona rimane a + 5 con novanta secondi da giocare ma al momento giusto, Sanders mette la bomba che da aria a Tortona e respinge gli assalti dei ragazzi di coach Diana.  Girandola di tiri liberi sul finale e Tortona porta a casa la gara, vince la sua ottava gara consecutiva in campionato e conferma la leadership del girone verde della serie A2.

 

Bertram Tortona – Tezenis Verona: 87 – 80

Il Nostro MVP: Sanders… decisivo!!! Nei momenti di difficoltà piaza la bomba e l’assist per Cannon che assicurano la vittoria alla Bertram. P.S. Nota di merito per Ambrosin, miglior sesto uomo della serie A2 (fino a questo punto della stagione).

Bertram Tortona: Mascolo 19, Severini 11, Gazzotti 7, Cannon 11, Ambrosin 22, Fabi 8, Graziani, Sanders 8, Morgillo, Tavernelli 1. All. Talpo

Tezenis Verona: Candussi 22, Tomassini 19, Green 8, Jones 11, Severini 9, Caroti 5, Janelidze 2, Calvi, Colussa, Beghini. All. Diana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy