Tortona doma Torino e guadagna la testa della classifica

Dopo cinque gare di campionato la Bertram Tortona è prima in classifica con cinque vittoria consecutive e zero sconfitte, Torino è battuta grazie ad una prova corale dei ragazzi di Ramondino. Ottime le prestazioni di Mascolo (18 pt.) ed Ambrosin (16 pt.).

di Matteo Armana

A soli due giorni dalla quarta vittoria consecutiva, in questo avvio di serie A2 2020/2021, la Bertram Tortona incontra la Reale Mutua Torino in quello che è il big match di giornata. Sia Tortona che Torino sono due delle formazioni meglio attrezzate e strutturate di questo girone verde, insieme a Verona ed Udine, oltre ad essere entrambe condotte da coach qualificati ed esperti in A2, come Ramondino e Cavina. Proprio quest’ultimo è uno degli ex di giornata insieme alla guardia torinese, Mirza Alibegovic.

PRIMO PERIODO: Tortona scende in campo con quintetto “tipo con Mascolo, Sanders, Fabi, Cannon e Severini, mentre Torino schiera Cappelletti, Pinkins, Alibegovic, Diop e Clarck. Inizio infuocato dall’arco lungo per entrambe le squadre, Tortona con Severini e Torino con Alibegovic,  e la Reale Mutua crea il suo primo vantaggio per 5 a 7  dopo due minuti e mezzo di gioco.  Si Iscive alla partita anche Pinkins ma subito risponde Tortona con Cannon che guadagna due liberi che mantengono la squadra di Ramondino a Ruota di Torino (7 a 9); Fabi sigla il primo vantaggio di Tortona (11 a 9) ma subito Torino impatta la gara. Con 4.33 sul cronometro Tortona conduce la gara per 14 a 13 in una partita totalmente equilibrata tra le due compagini. Lo strappo lo da Mascolo con una bomba da lontanissimoe la Bertram concretizza il suo primo break di serata. Sul 19 a 13, con 5 punti consecutivi di Mascolo, coach Cavina ferma il treno di Tortona con un time out. Tortona sta attaccando bene, in modo fluido, mentre Torino, da par suo è poco aggressiva in difesa e la Bertram approfitta della situazione. Qualche minuto senza segnare, la Bertram mantiene il suo vantaggio, mentre Torino fatica a segnare, malgrado buoni tiri, ma soprattutto pare poco coesa in difesa. Entra Ambrosin ed è subito tripla per il + 9 di Tortona (22 a 13),mentre Torino continua a tirare da tre con un misero 1 su 7 . Il primo quarto si chiude con Tortona avanti 22 a 15 sulla Reale Mutua Torino.

SECONDO PERIODO: Apre le danze Sanders che riporta Tortona sul + 9 mentre le polveri sembrano sempre molto bagnate per Torino che trova il ferro stregato questa sera. Dopo due minuti di gioco Tortona conduce per 27 a 17. Toscano viene aiutato dagli Dei del baskete e mette la prima seconda tripla di Torino (2 su 10), ma Tortona è cinica e mette un mattone alla volta allungando sul 31 a 20. Cavina chiama time out perchè Torino non riesce a contenere l’attacco dei bianconeri  che lavorano con pazienza in fase offensiva e trovano sempre una buona soluzione per andare a canestro. Mentre la Reale Mutua colleziona ferri a ripetizione, Tortona con Mascolo ed Ambrosin, molto concreti in questa fase di gara, si porta sul + 14 (34 a 20) lasciando i cugini torinesi annichiliti. Bomba di Ambrosin e + 17 Tortona che, sino ad ora, sta tirando dai 6.75 con medie eccezionali (6 su 13 di squadra) contro i pochi 3 su 14 di Torino. Sul finale di quarto Torino si avvicina un pochino (37 a 25), ma Tortona non abbassa la guardia e con Sanders, dalla lunetta, si riporta a + 14. Si va a riposo con un perentorio 41 a 27 in favore della Bertram Tortona, guidata da un Mascolo in formato super che ha siglato  15 punti sui 41 totali di squadra. Torino da parte sua non segna mai, anche i tiri aperti, Clarck sino ad ora impalpabile (o pt. con 0/7 dal campo), bene arginati anche Pinkins ed Alibegovic, frutto di un’ottima preparazione dei bianconeri alla gara.

TERZO PERIODO: Tortona continua a macinare gioco, mentre Torino pare un pò nervosa ed i padroni di casa allungano sul 45 a 29 (+16) dopo due minuti di gioco. Coach Cavina cerca di coinvolgere nel gioco i suoi lunghi, anche perchè da fuori questa sera proprio non entrava, ma Tortona fa buona guardia del ferro, accentrando in aerea tuta la difesa quando Torino da palla sotto. In attacco la Bertram crea buoni tiri e fa molto gioco, facendo lavorare tanto la difesa di coach Cavina. Tortona quando mancano 5.38 da giocare conduce sempre per 47 a 33. Due attacchi infelici per la Bertram  ed Alibegovic mette  la striscia di sei punti a fila, riportando Torino sul meno 10 (49 a 39). Ma Tortona subito risponde e si riporta sul + 12. Due liberi di Pinkins regalano a Torino il 41 esimo punto ed meno dieci dalla Bertram. Tavernelli perde palla in zona offensiva mentre  dall’altra parte   Diop, nel pitturato, porta la Reale a – 8 (51 a 43).  Ramondino, vista la difficoltà offensiva dei suoi, chiama time out. Rientrati in campo Tortona perde subito palla e Torino guadagna un possesso in zona offensiva che però rimane senza danni per la Bertram. I bianconeri però continuano a faticare in attacco e Ramondino gioca la carta Ambrosin al posto di Sanders. Ed è proprio lui a segnare i due punti sulla sirena che regalano il + 10 a Tortona (53 a 43) al termine del terzo quarto.

QUARTO PERIODO: L’ultimo quarto di gioco si apre con Ambrosin, sesto uomo di extra lusso, che si guadagna due liberi che danno a Tortona il + 12 momentaneo, mentre l’attacco di Torino fa girare palla ma fatica a trovare il canestro  e, dopo un canestro da centro area di Severini,  sotto di 14 lunghezze (57 a 43), Torino chiama time out. Al rientro in campo la squadra di Cavina sceglie di essere aggressiva a tutto campo in difesa ma Tortona non cade nella trappola del suo ex coach ed amministra il proprio vantaggio con azioni ragionate. Tortona difende forte ma Penna inventa il canestro del meno 10 (57 a 47) quando mancano 5.31 da giocare. L’attacco bianconero fatica a trovare il canestro ma ci pensa Ambrosin che, inventa una tripla senza ritmo, e regala alla squadra di Ramondino il momentaneo + 11 (60 a 49) quando mancano 3.55 da giocare. Accorcia Torino ma Alebegovic cade in una ingenuità prende tecnico e regala un punto, dalla lunetta, per Fabi che segna il 61 a 53 per la Bertram. Nelle battute finali Torino tenta di avvicinarsi ma Tortona è solida e non cede un centimetro. Mantiene il vantaggio e porta a casa una partita che vale la testa della classifica del girone verde di serie A2. Dopo cinque gare di campionato la Bertram Tortona è prima in classifica con cinque vittoria consecutive e zero sconfitte.

 

BERTRAM TORTONA – REALE MUTUA TORINO: 70 – 64

Nostro MVP: Mascolo nei primi due quarti di gioco – Ambrosin  per i canestri decisivi della seconda parte della gara;

Betram Tortona: Mascolo 18, Tavernelli, Cannon 7, Sanders 13, Morgillo, Gazzotti 3, Severini 6, Fabi 7, Ambrosin 16, Graziani, Sackey, Ciadini. All. Ramondino.

Reale Mutua Torino: Cappelletti, Alibegovic 14, Diop 19, Pinkins 12, Toscano 5, Cappelletti , Penna 2, Campani 2, Clarck 10, Ferro, Mortarino, Origlia. All. Cavina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy