Trapani collassa su se stessa e nel finale si arrende a Mantova

0

Dopo 35 minuti di lotta ed equilibrio, la pallacanestro Trapani deraglia e lascia campo a Mantova, che nel finale allunga le mani sulla terza vittoria di fila e fa suo l’anticipo mattutino della terza giornata del campionato di A2

2B Control Trapani vs Staff Mantova 64-72

Parziali: (17-17; 32-33; 53-48; 64-72).

2B Control Trapani: Childs 19 (8/15), Wiggs 12 (4/8, 1/6), Palermo 10 (2/5, 2/5), Mollura 9 (0/1, 2/6), Tomasini 7 (1/4, 0/5), Guaiana 6 (2/6), Biordi 1 (0/1), Basciano (0/1 da tre), Minore, Kovachev ne, Longo ne.

Allenatore: Daniele Parente.

Staff Mantova: Stojanovic 20 (7/13, 1/3), Iannuzzi 19 (8/14), Laganà 9 (2/4, 1/2), Thompson 7 (3/9, 0/5), Saladini 6 (2/2 da tre), Ferrara 5 (2/3), Mastellari 4 (1/4, 0/2), Basso 2 (1/2), Cortese ne, Verazzo ne.

Allenatore: Gennaro Di Carlo.

Arbitri: Moretti, Di Toro, Marzulli.

Con il giovane Guaiana lanciato subito in quintetto, Trapani parte meglio dai blocchi con i suoi due americani per un primo allungo sul 7-2 dopo i primi 2 minuti di gara. A Mantova pero basta poco per entrare subito in partita e con Iannuzzi e Mastellari e già 9-8 al 5 minuto. Il sottomano di Laganà al 7′ segna il primo sorpasso ospite del match sul 11-12, per una Mantova decisamente più precisa sotto canestro rispetto all’ avvio. La tripla di Guaina a 30 secondi dalla prima sirena riporta il match in parità a quota 15, prima dei liberi di Laganà e la risposta di Tomasini per il 17-17 che chiude il parziale.

Ritorno in campo subito dinamico e carico di energia. Pronti via tripla di Saladini e risposta granata di Wiggs, ma è Stojanovic a fare la voce grossa in area trapanese per il 21-26 al 12′. L’elastico resta corto, Trapani ricuce subito con una tripla di Mollura e strappa rimbalzi importanti per tornare -1 al 15′. Errori e buone trame si alternano e nella seconda parte del quarto lo spettacolo lascia spazio alla fisicità qualche fallo e diversi liberi. E mentre Guaina mette la seconda tripla di serata , Mollura e Iannuzzi vengono a contatto, a cui partecipa anche Childs, che si becca un tecnico insieme allo stesso Iannuzzi per un finale incandescente. Il libero di Wiggs riporta Trapani avanti di 1 a 9 secondi dalla sirena, ma è ancora la percussione di Stojnovic a mettere avanti in suoi sul 32-33 finale e firmando anche il suo decimo punto della serata dopo i primi 20 minuti di gara

Il piazzato di Childs regala il nuovo vantaggio granata in avvio di un terzo quarto ancora senza un padrone e dove gli errori e le palle perse sovrastano la fluidità e la manovra del gioco. A colpi di liberi da un lato e dell’altro Mantova resta avanti a metà tempo sul 36-41 col solito Iannuzzi, ma due triple in serie di Palermo ridanno forza e morale a Trapani che in un amen si rimette avanti 42-41 al 15′. Iannuzzi e Stojanovic sono la vera anima di Mantova, capaci ogni volta di rintuzzare le fiammate di Mollura e compagni , a caccia di una spallata importante che di fatto arriva a fine terzo quarto, quando le maglie locali si stringono in difesa e Trapani firma con Childs e Tomasini un 7-1 pesante per chiudere avanti il terzo quarto 53-48.

La bomba di Saladini dopo 5 secondi dell’ultimo quarto avvisa tutto il Palaconad che Mantova c’è e non ha intenzione di mollare. Sottomano di Ferrara e -2 al 32′( 55-53), e bis di Ferrara 1 minuto dopo per il nuovo pareggio sul 55-55. Trapani stecca un paio di attacchi ma si consola con i tre liberi di Tomasini per il nuovo +3, agganciati ancora una volta dal 2+1 di Thompson, fin qui in ombra tutto il match, per il 58-58 a 5 minuti esatti dalla fine. Per Trapani è il canto del cigno, inizia a litigare con il canestro, stenta a rimbalzo e sbraga in difesa, dove gli affondi decisivi di Iannuzzi e Stojanovic firmano un pesantissimo 2-14 di parziale in meno di 4 minuti che stende i locali, incapaci di reagire. Finisce con un boccone amaro per Trapani sul 64-72 mentre per Mantova è la terza vittoria di fila.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here