Trapani supera Bergamo sulla “linea” del traguardo

Vittoria soffertissima per la Pallacanestro Trapani, che lotta fino alla fine contro Bergamo, in un match testa a testa, deciso alla fine da un grande Miller e da un tiro degli ospiti dalla distanza, che però vale 2 punti.

di Michele Maltese

Pallacanestro Trapani – Bergamo Basket 90-89 (28-17, 43-43, 62-65)

Pallacanestro Trapani: Miller 27, Corbett 18, Mollura 16, Renzi 13, palermo 7, Spizzichini 7

Bergamo Basket: Purvis 25,  Zugno 17, Pullazi 15, Masciadri 11, Easley 8, Da Campo 5, Vecerina 4, Bedini 2

Sfida di fatto salvezza nel pomeriggio uggioso siciliano, tra due formazioni in piena difficolta.  Bergamo ultima in classifica che non ha mai conosciuto la vittoria nonostante diverse buone prestazioni, e Trapani che arriva da tre sconfitte di fila, capace comunque di recuperare qualche uomo dall’infermeria.

Partenza a razzo in casa granata con un 7-0 in meno di due minuti con Miller e la tripla del neo rientrato Renzi che porta subito al timeout l’ex coach Calvani. Sospensione che aiuta  i lombardi, capaci di ricucire subito lo strappo con Purvis e Da Campo per il 7-5 al 4′ minuto. La difesa di Trapani però continua a funzionare bene in avvio, mettendo  pressione agli ospiti, che perdono qualche pallone di troppo, lasciando a Corbett e Mollura  di lavorare bene nella seconda metà del quarto. Trapani riparte e prova a riscappare ancora, e con le triple dello stesso Corbett e  un azione da 3 punti del giovane trapanese allungano sul 20-9 al  7′ minuto. Bergamo resta compassata in attacco, con le polvere fin troppo bagnate, garantendo ai  locali di chiudere il primo quarto sul 28-17

Trapani che riparte subito di slancio anche nel secondo quarto, mostrandosi più dinamica e precisa. Il sottomano di Corbett porta Trapani al massimo vantaggio sul +15 (32-17), mentre le punte offensive di Bergamo restano a secco, collezionando solo qualche fallo e alcuni liberi. Calvani prova a pescare qualche jolly dalla sua panchina, trovando in Vecerina l’uomo del momento, con un mini break a suo favore che trova spazi nella difesa granata, riportando i suoi sotto la doppia cifra di vantaggio sul 34-25 al 15′ minuto. Trapani tira un po il fiato soffrendo soprattutto contro la zona di Bergamo, che prende coraggio e con Purvis e l’ex Pullazi accorcia ancora sul 36-31 al 18′. Granata in crisi mentale e patrimonio di 15 punti dilapidato in meno di 10 minuti, con il  contropiede di Purvis  che trova il gioco da tre punti al 19′ per tornare in corsa sul 38-36.   Trapani non va oltre un paio di liberi, e subisce l’incredibile soprasso si Purvis e ancora Pullazi per il primo vantaggio ospite sul 40-41. Nei secondi finali la tripla di Palermo è quasi estemporanea, e nell’ultimo possesso ancora Purvis infila il piazzato del 43-43 con cui si va al riposo lungo.

La triple del solito Purvis e poco dopo di Pullazi, aprono immediatamente la crisi di Trapani, che affonda subito con un break di 8-2 , che ribalta totalmente il match a favore di Bergamo.  Mollura e Miller provano a dare una scossa ai locali, che cercano di stare a galla nell’attesa di una svegliata generale. Trapani risale a -1 al 25′ sul (52-53) grazie alla tripla dell’americano, cercando di ritrovare le fila del match e rimettendosi in equilibrio. Corbett, un po in ombra, impatta sul 56 pari a 3 minuti dalla terza sirena, nel tentativo di invertire la tendenza. La tripla di Masciadri rida energia a Bergamo, ma Trapani sa finalmente rispodere con Mollura e con il neo acquisto Milojevic, che gettato nella maschia trova i liberi del nuovo pareggio a quota 62 ad un minuto dal termine. Sempre i liberi premiano pero nel finale Bergamo, che chiude avanti il terzo periodo 62-65.

Pallone pesantissimo e scelte decisive nell’ultimo quarto, che inizia bene da entrambe i fronti. Il gioco da 3 punti di Miller rimette in parità il match sul 67-67, per un testa a testa che prosegue per tutto il periodo. Renzi e Corbet rispondono a Zugno e Purvis e il capitano granata rimette i suoi nuovamente avanti 73-71 al 35′ . Sale l’intensità e aumentano le responsabilità dei uomini migliori, come le crepe nelle due difese con canestri in arrivo da entrambi i fronti. E’ sempre Renzi a fare la voce grossa sotto canestro per tornare avanti 77-75, ma Pervis la pareggia subito dopo al 37′. Le difese sono di fatto un colabrodo e Zugno in azione personale spacca la difesa granata e riporta i suoi in parita 79-79 a poco piu di due minuti dal termine. Una tripla per parte di Miller prima e Zugno dopo è seguita da un sottomano di Corbett e una buona difesa per Trapani, che si porta 84-82 e palla in mano nell’ultimo minuto di gioco. I granata non sbagliano l’attacco decisivo, e ancora Miller va a schiacciare 86-82 a 53 secondi dal termine. Bergamo è piu viva che mai, e la tripla di Pullazi rimette tutto in gioco, ma è ancora Miller il padrone dell’area ospite, trovando il tap in per il nuovo allungo 88-85 e time-out immediato per Bergamo a 23 secondi dalla fine. Trapani manda Pervis in lunetta per  88-87, innescando la girandola dei liberi, che Spizzichini concretizza con il 2/2 per il nuovo +3 (90-87.  Bergamo a 6 secondi dal termine vola in attacco, Trapani non riesce a fare fallo, palla di Masciadri dall’angolo e tiro quasi sulla sirena,  giro sul ferro e palla a canestro, ma i piedi della guardia bergamasca toccano incredibilmente la linea e per fortuna dei granata il tiro è da 2 punti. Una beffa e una condanna per gli ospiti, una liberazione e una gioia per Trapani, che alla fine riesce a spuntarla con il punteggio di 90-89

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy