Treviglio alza la voce e nel finale affonda Trapani

Vittoria pesante in chiave salvezza per Treviglio che con un Frazier stellare espugna Trapani dopo un match tirato e quasi sempre in equilibrio. Le individualità ospiti alla fine fanno la differenza al tiro nei 5 minuti finali, condannando i granata ad una nuova sconfitta.

di Michele Maltese

Pallacanestro Trapani -BCC Treviglio Basket: 80-90 (26-22, 44-42, 61-63)

Pallacanestro Trapani: Corbett 23, Miller 14,  Mollura 11, Renzi 10, Palermo 8, Erkmaa 5, Milojevic 4, Pianegonda 3, Spizzichini 2

BCC Treviglio: Frazier 36,  Pepe 13, Nikolic 12, Lupusor 11, Sarto 7, Borra 6, Reati 5

 

Tanta energia e velocità per entrambe le squadre in avvio di un  match subito molto dinamico. Nikolic e Frazier aprono le danze in avvio con un 5-0 ospite, rimediato immediatamente dalla tripla di Corbett e i liberi di Spizzichini per il 5-5. Treviglio subito a zona e Frazier caldissimo da diverse zone del campo, che prende i suoi per mano e dopo 5 minuti vola in doppia cifra e porta gli ospiti sul 9-14. Corbett e Miller non sono da meno, e nel giro di due minuti confezionano il break giusto per tornare sotto e impattare il match sul 16-16 a meno di 3 minuti dalla prima sirena. Trapani trova le misure ai lombardi, alza un buon muro in difesa e con le triple di Corbett ed Erkmaa mette per prima volta il muso avanti nel match, chiudendo il primo quarto in vantaggio sul 26-22.

Spizzichini non rientra piu, resta in panchina dopo appena due minuti di gara per un problema muscolare, ed Erkmaa prende di fatto il  suo posto. Treviglio organizza bene la sua controffensiva, grazie ad un Frazier indemoniato e un Reati preciso per il nuovo pareggio a quota 28 dopo i primi due minuti. Parente rimette in pista capitan Renzi e soprattutto il neo acquisto Milojevic, bravo a trovare un paio di guizzi importanti in area e provare ad alzare l voce quando è possibile. Frazier però è incandescente, sia al tiro che come assist man, tocca i 19 punti al 15′ minuto e tiene i suoi avanti 32-37. Si viaggia però a strappi e minibreak reciproci, e tocca stavolta a Miller e poi Mollura ricucire il margine in un amen, per il 37-37 al 17′. Giocate quasi allo specchio ed equilibrio che resta tale anche nei minuti finali del quarto, chiuso con la tripla sulla sirena del giovane Pianegonda per il 44-42 finale per i granata.

Si torna in campo e ai primi attacchi Borra la pareggia e Pepe la sorpassa per il 4-0 ospite. Trapani resta ancora negli spogliatoi, perde 3 palle di fila con errori banali e da fiato alle ambizioni ospiti. La tripla di Renzi sveglia i padroni di casa, che si rimettono in corsa grazie al supporto di Corbett, per il 49-50 al minuto 25.  I granata cercano di gestire meglio i propri attacchi, mentre in difesa faticano a contenere il solito Frazier, che resta l’uomo in piu per gli ospiti, capace di arrivare a 30 punti in meno di tre quarti. L’elastico resta cortissimo, con break di fatto inesistenti e minimi vantaggi da entrambi i lati. Nei due minuti finali sul 58-57,  Treviglio trova in Nikolic e Reati le giocate per tornare di nuovo avanti e chiudere il terzo quarto sul 61-63

Si torna in campo, e dopo quasi due minuti senza segnare, Renzi doma tutti sotto canestro e appoggia la nuova parità sul 63-63. Attacchi e difese di fatto si tengono testa, con soluzioni rapide e vincenti da entrambi i fronti. Ai primi due attacchi sbagliati di Trapani però, Lupusor e Frazier trovano la giusta inerzia per spaccare il match e spingersi al 35” sul 65-74  con una tripla pesantissima del folletto lombardo. Coach Parente va all’immediato time-out in un  momento decisivo del match, che Trapani non riesce a raccoglire. Frazier è in pieno ritmo, mette una tripla siderale  e vola a +10 (67-77) al 37′. Trapani si spegne, va in crisi, e diventa fin troppo frenetica.  Il canestro di Palermo e l’antisportivo di Borra, provano a lanciare un salvagente ai granata che raccoglie 4 punti in un amen e incassa il -3 (76-79) al 38′. Ma la serata al tiro dalla distanza di Treviglio va oltre ogni limite e con l’ennesima bomba da 10 metri, stavolta di Pepe, arrivano i titoli di coda al match con Trapani che alza bandiera bianca e finisce per arrendersi 80-90 cedendo ancora una volta il passo in una stagione davvero poco felice al momento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy