Treviglio passeggia contro Bari e si assicura i playoff

0

Un match senza storia quello che si consuma al PalaFacchetti con la Remer Treviglio che demolisce la Liomatic Group Bari con il punteggio di 101-35, staccando così il biglietto per i playoff con due giornate d’anticipo; un match dominato dall’inizio alla fine con ben 7 giocatori in doppia cifra e minuti importanti anche per i componenti della panchina che hanno offerto indicazioni interessanti a Vertemati in vista della post season; Bari ha cercato di limitare lo svantaggio nei confronti degli avversari, soprattutto nel secondo quarto, ma l’inesperienza dei giovani pugliesi ha potuto fare ben poco contro i bergamaschi nonostante le penetrazioni di Didonna e la grinta di Infante sotto canestro. Due punti che permettono a Treviglio di approdare ai playoff, una vittoria nel primo di tre match da vincere per la Remer se vuole conquistare il fattore campo nella corsa alla LegaDue Gold e che assume un valore doppio considerando i contemporanei scivoloni di Ferrara a Recanati e di Matera a Roseto.

Adriano Vertemati, fresco del titolo di miglior allenatore del mese di Marzo per quanto riguarda la LegaDue Silver, manda in campo il quintetto tradizionale con Marino in regia, Kyzlink e Krstovic sugli esterni, Ihedioha e Rossi sotto canestro; dall’altra parte Francesco Raho schiera Piccolo in regia, Preite e Didonna sugli esterni, Infante e Cusenza sotto le plance.

Inizio arrembante della Remer che trova una penetrazione di Krstovic con la difesa barese colpevolmente immobile e il contropiede ispirato da Kyzlink e chiuso dalla schiacciata di Ihedioha, segnale di un match che si preannuncia complicato per gli ospiti sin dall’inizio: la palla sembra proprio non voler entrare quando viene mandata in aria dai giocatori della Liomatic, con Treviglio che aggredisce gli attaccanti avversari con decisione e costringe Raho al primo time out del match con gli orobici avanti 10-0 a 6’32’’ dalla prima sirena spinta da Krstovic e Rossi. Al ritorno sul parquet arrivano i primi punti per Bari con il 2/2 dalla lunetta di Didonna, ma i biancoblù continuano a colpire la difesa avversaria in contropiede con una facilità disarmante; Preite prova a togliere le ragnatele dalla retina colpendo dalla lunga distanza mentre Vertemati trova ottime risposte anche dalla panchina con un indemoniato Alessandri subito in partita con 9 punti e la coppia Borra-Gaspardo rocciosa in difesa (nonostante qualche sanguinoso errore in attacco), costruendo il 27-5 di fine quarto.

Treviglio apre il secondo periodo con 4 punti di Borra, la tripla di Carnovali e la schiacciata in contropiede di Gaspardo, mentre Bari riesce a infilare qualche canestro in più grazie alla bomba di De Zorzi e al piazzato di Infante. Il lungo biancoblù non ha rivali sotto canestro dove arriva con troppa facilità al ferro (8 punti per lui nel secondo quarto) con Vertemati che trova una prestazione di spessore anche dal neo diciottenne Flaccadori (7 punti e una stoppata perentoria su Cuomo), letale nei confronti della difesa pugliese in penetrazione così come dalla lunga distanza. Negli ultimi due giri di orologio registriamo un sussulto di orgoglio della Liomatic che, sfruttando alcuni errori gratuiti dei bergamaschi, trova la via del canestro con Infante, Preite e Cuomo; il 2/2 ai liberi di Borra consente a Treviglio di andare negli spogliatoi sul +30 (50-20).

L’1/2 dalla lunetta di Infante riapre la contesa al ritorno sul parquet, con Kyzlink (6 punti per il ceco nel terzo quarto, impreziositi da una splendida schiacciata in penetrazione partendo dall’angolo) e Alessandri a dettare i tempi in attacco per i trevigliesi e trovando passaggi efficaci sotto canestro per l’accorrente Rossi. La Remer viaggia a una velocità insostenibile per i baresi: il trio terribile Alessandri-Flaccadori-Kyzlink fa quello che vuole in attacco mentre in difesa l’efficacia a rimbalzo di Ihedioha e Rossi permette ai bergamaschi di costruirsi opportunità in contropiede sfruttando la velocità dei propri esterni. Vertemati fa girare tutti i giocatori a propria disposizione senza perdere in efficacia: i canestri di Borra spingono Treviglio fino al +47 (70-23), con il solo Didonna a tentare una minima reazione attaccando la difesa avversaria e trovando punti dalla lunetta; il terzo quarto si chiude con i trevigliesi avanti 74-26.

In apertura la tripla di Kyzlink regala agli orobici il +51 (77-26), quota simbolica che viene subito ritoccata da Gaspardo e nuovamente dall’esterno ceco della Remer; Carnovali colpisce la difesa barese con due triple delle sue e firma con una appoggio a canestro il +60 Remer (90-30). La seconda metà del quarto è una semplice attesa della sirena finale per entrambe le formazioni: l’ala melzese biancoblù colpisce ancora dalla lunga distanza, mentre Gaspardo e Ihedioha spingono i trevigliesi verso la quota 100 che viene raggiunta con un tap in vincente del numero 10 della Remer: la tripla di Cusenza è l’ultimo sussulto di una partita che si chiude con il punteggio emblematico di 101-35 per i bergamaschi.

Treviglio chiude il match con ben 7 giocatori in doppia cifra (solo Marino è rimasto a secco questa sera) e il titolo di MVP assegnato a pari merito a Flaccadori (15 punti, 5 rimbalzi, 4 assist) e Alessandri (13 punti, 4 assist, 3 palle recuperate) per la personalità con la quale hanno guidato l’attacco biancoblù, ribattendo qualsiasi tentativo barese di reazione; ottime prestazioni anche di Carnovali (18 punti, 8 rimbalzi) e Kyzlink (13 punti, 5 assist), doppia doppia per Gaspardo (10 punti, 11 rimbalzi).

Per Bari restano le buone prestazioni di Preite (8 punti), Didonna (7 punti, 6 rimbalzi e tanta voglia nell’attaccare la difesa avversaria) e Infante (7 punti, 8 rimbalzi).

Prossimo appuntamento per la Remer in quel di Recanati, alla ricerca di una vittoria che le permetta di conquistarsi una posizione al sole nei prossimi playoff.

 

Remer Treviglio 101–35 Liomatic Group Bari (parziali: 27-5, 50-20, 74-26)

Remer Treviglio: Alessandri 13, Carnovali 18, Krstovic 6, Kyzlink 13, Borra 12, Gaspardo 10, Marino, Flaccadori 15, Ihedioha 4, Rossi 10. All. Vertemati

Liomatic Group Bari: De Zorzi 3, Marti, Esposito 1, Piccolo, Preite 8, Didonna 7, Cuomo 4, Intino 2, Infante 7, Cusenza 3. All. Raho

Statistiche – Treviglio: 40/66 da 2, 5/15 da 3, 45/81 totale, 6/9 ai liberi; Bari: 9/48 da 2, 3/11 da 3, 12/59 totale, 8/15 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Michele Gasparri di Pesaro (PU), Daniele Maniero di Venezia (VE), Alessio Sansone di Aprilia (LT)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here