Treviso espugna il PalaRossini e resta al comando (ma che fatica!)

0

Nessuno, in settimana, ha dato torto a coach Pillastrini quando ha affermato che Recanati sarebbe stata un avversario ostico, ma probabilmente nessuno si sarebbe aspettato di veder Treviso faticare tanto per strappare la vittoria. Già, perché il successo è maturato solo negli istanti finali, dopo 40 minuti in cui i marchigiani sono riusciti a mettere in seria difficoltà la De’ Longhi, costringendola a numerose forzature e palle perse (l’apice nel terzo quarto, finito 4-16 per i marchigiani). La risalita definitiva è arrivata solo a 5 minuti dalla fine, quando Perry e Fantinelli (per entrambi 14 punti a referto) hanno preso il comando della squadra timbrando il break decisivo per la rimonta. E’ chiaro, quando ti trovi di fronte l’ultima in classifica qualche disattenzione in più è quasi fisiologica, ma i biancoblu hanno rischiato davvero grosso. C’è voluto il sussulto finale per ottenere i 2 punti e rimanere incollati alla vetta.

La cronaca della gara vede Recanati partire con Loschi, Bader, Bolpin, Maspero e Reynolds, mentre Treviso schiera Moretti, DeCosey, FantinellI, Perry e Ancellotti. I ritmi si mostrano alti fin dalle prime battute: i padroni di casa partono forte e creano non pochi grattacapi agli uomini di coach Pillastrini, sotto 6-0 dopo neanche due minuti. Spinta dal duo DeCosey-Perry, la formazione trevigiana riprende il contatto (5’, 11-8), ma il prolifico avvio dei gialloblu coglie decisamente di soppiatto Treviso, che fatica a costruire buoni tiri e si ritrova sotto di 7. Perry prova a trascinare i suoi con 4 punti di fila (7’, 15-12), ma dall’altro lato Reynolds è incontenibile. La De‘ Longhi alza la testa sul finire del primo quarto, quando arriva il pareggio, seguito qualche minuto dopo dal primo vantaggio, con una tripla di Fantinelli (11’, 21-22). Con Reynolds in panchina a rifiatare, i lunghi trevigiani hanno gioco ben più facile sotto le plance, e la coppia Rinaldi-Ancellotti contribuisce al +3 (15’, 28-31). L’Ambalt prova a non scomporsi, ma Treviso sembra ormai aver preso le misure e, complice il rientro sul parquet di Moretti, allunga (19’, 32-39) con due liberi di Perry.

Al rientro dalla pausa lunga, Recanati torna in campo con lo stesso piglio dell’avvio di gara e imbecca in neanche un minuto il pareggio, grazie al solito Reynolds (21’, 39-39). La gara è in totale equilibrio, tanto che il punteggio nel giro di oltre 6 minuti quasi non si schioda (25’, 41-41). Non appena le retine tornano a smuoversi, è Loschi a dare la svolta agli equilibri, con due triple e un canestro allo scadere che valgono un break di 8-0 (51-43 alla fine del terzo periodo). La situazione per i trevigiani si complica ulteriormente al quarto fallo di Ancellotti, costretto a essere preservato in panchina. Col punteggio fissato sul 53-47 a 6’ dalla sirena e tra qualche tafferuglio in campo, la De’ Longhi risale la china e con Perry e Fantinelli infila i canestri che valgono la parità (5’ dalla fine, 53-53). Recanati è ormai in palla ed è lo stesso Fantinelli a mettere a referto il vantaggio (3’ dalla fine, 55-58). I marchigiani risalgono sul 57-58, preannunciando un finale punto a punto. La Torre fa 1/2 ai liberi per il +2, e dopo tre possessi senza nulla di fatto, Perry mette il canestro del +4 a 27 secondi dalla fine, che mette quasi in ipoteca la partita. Segue un alley-oop di Reynolds e il fallo sistematico, con un altro 1/2, stavolta di Moretti (15’’ dalla fine, 59-62). Loschi fallisce il tiro del pareggio, e tra mille carambole Reynolds sigla il 61-62, con meno di 5’’ sul cronometro. Moretti torna in lunetta, fa 2/2, Bolpin fa partire il tiro disperato da metà campo, ma la palla si stampa sul ferro. Finisce 64-61, Treviso può continuare a sognare.

Ambalt Recanati-De’ Longhi Treviso 61-64 (21-19, 14-20, 16-4, 10-21)

Ambalt Recanati: Reynolds 22, Bader 16, Marini 3, Armento n.e., Loschi 10, Bolpin 10, Sorrentino n.e., Fossati n.e., Maspero, Breccia n.e., Spizzichini, Renna n.e.. All. Sacco.
De’ Longhi Treviso: Perry 14, La Torre 3, Moretti 10, Malbasa n.e., Barbante n,e,, Fantinelli 14, Saccaggi 8, Rinaldi 7, Negri n.e., Poser n.e., Ancellotti 4, DeCosey 4. All. Pillastrini.

Arbitri: Alessandro Tirozzi, Andrea Longobucco, William Raimondo.
Note: Tiri liberi: Ambalt 2/6, De’ Longhi 17/19. Rimbalzi: Ambalt 35, De’ Longhi 42. Assist: Ambalt 11, De’ Longhi 13. Totali al tiro: Ambalt 22/42 da 2 punti, 5/26 da 3 punti, De’ Longhi 16/34 da 2 punti, 5/17 da 3 punti. Spettatori: n.d.

Fotogallery a cura di Alfonso Alfonsi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here