Treviso riparte a fatica ma vince, Matera sfiora il colpaccio a PalaVerde

di Andrea Marchetto

Treviso torna al Palaverde dopo l’indolore sconfitta a Treviglio. Ospite di giornata Matera, avversaria che staziona a metà classifica reduce anch’essa da una sconfitta all’ultimo turno. Per Treviso di nuovo a roster Cefarelli e Negri, ancora assente Busetto. Matera con i senior al completo.

Come in tutti i campi, minuto di silenzio per Gabrielle Fioretti, dirigente di Biella scomparso ieri.

1° quarto. Matera parte agressiva in difesa costringendo Treviso a scelte dal perimetro che premiano i veneti per mano di Fabi e Williams. Differentemente i lucani prediligono giocare nel pitturato guadagnandosi subito due occasioni dalla lunetta, parzialmente finalizzate. A 6’25” sono già due i falli per Powell, in difficoltà a limitare Tagliabue, che costringono Pillastrini a far esordire in partita Vedovato. Il gioco ruvido non favorisce le realizzazioni e metà del quarto il punteggio è di 5-8. Il pareggio arriva meno di un minuto dopo per mano di un carichissimo Williams (8-8 a 4’16”). Matera è più concreta, riuscendo meglio dei trevigiani a coinvolgere il proprio quintetto in fase offensiva: ciò si concretizza con uno strappo che porta il risultato sul 9-14 a 1’35”. La DeLonghi è quindi costretta ad affidarsi ai singoli per recuperare: prima Williams con una tripla e poi Pinton allo scadere per il finale di quarto 14-17.

2° quarto. Primo canestro di Williams che corregge una bella penetrazione di Negri (16-17). Devono passare 4 minuti, un timeout, una stoppata di Vedovato, il terzo fallo di Powell, l’ingresso di Cefarelli per vedere un canestro: lo segna Pinton da fuori (18-17 a 5’13”). Treviso prova l’allungo con Williams da posizione centrale e poi con un tiro dall’arco, inframezzati da un’altra stoppata di Vedovato: Matera chiama quindi timeout sul 23-17 a 4’13”, ma è ancora Treviso a scandire il ritmo con una tripla di Pinton allo scadere dei 24″. Matera mette i primi punti del quarto con un tiro di Fallucca, al quale replica Fabi, seguito da Cefarelli che appoggia dopo una penetrazione sul fondo (30-19 a 1’03”). Matera ci prova con due liberi, ma Williams oggi non concede nulla e infila un altro tiro dai 6.25. Finale 33-21. Williams 18, Pinton e Tagliabue 7.

3° quarto. Neanche un minuto e Powell si regala il 4° fallo personale, costringendo subito Pillastrini a ributtare dentro Vedovato. I primi 7 punti sono di fattura lucana e ci deve pensare ancora una volta Williams a togliere le castagne dal fuoco per Treviso (36-28 a 6’54”). Matera prova a restare a contatto con Green (36-31), ma è Rinaldi a bilanciare l’offensiva dei materani con un canestro da sotto. Nel bene e nel male si vede anche Vedovato, prima con un passi che vanifica un facile appoggio procuratogli da Rinaldi e poi con un rimbalzo in attacco che lo stesso converte in canestro (40-33). Matera ricuce dalla lunetta con 3 punti che fissano il risultato sul 42-36 a 2’14”. C’è ancora Matera, prima con Greene da tre poi con Baldasso per il 42-41 a meno di un minuto dal termine. C’è spazio solo per un canestro d’autore di Fabi. Finale 44-41.

4° quarto. Apre il quarto una tripla di Negri (47-41) che dà ossigeno ai trevigiani che però accusano un infortunio muscolare per Williams.  La partita prende i binari della bagarre e entrambe le squadre si affidano a soluzioni personali. Bisogna aspettare tre minuti per vedere un canestro, lo segna Greene a 6’43” per il 47-43. L’ulteriore canestro materano (47-45) costringe Pillastrini al timeout. Rinaldi corregge un tiro del rientrato Powell e ancora l’americano si guadagna due tiri liberi su un tentativo di schiacciata: a cronometro fermo il 14 trevigiano realizza uno solo dei liberi  portando il vantaggio trevigiano a 5 punti (50-45) a metà quarto. Ancora una fiammata di Williams con 4 punti riporta a distanza di sicurezza (54-45 a 3’06”), ma lo stesso accusa il riacutizzarsi del malanno muscolare alla coscia ed è costretto ad uscire. Tagliabue, Greene e Caceres riportano sotto Matera (54-51) e Pillastrini ributta dentro Williams per l’ultimo minuto. Matera si guadagna un fallo con Circosta che però realizza un solo libero (54-52). Nel successivo attacco Powell si esibisce in un passi in partenza che regala palla a Matera. Ci pensa però Treviso a riprendersi il pallone e ad allungare con Fabi dalla lunetta (56-52 a 0’30”) per poi replicare ancora dalla linea dalla carità dopo fallo su rimbalzo in attacco (58-52 a 18″). C’è spazio ancora per un ulteriore punto di Fabi che fissa il finale 59-52.

Partita ad handicap per Treviso, non solo per le note assenze, ma anche e soprattutto a causa di un Powell che si autoelimina dalla gara con una gestione pessima dei falli. Come ormai di prassi Treviso parte lenta, per poi raggiungere e superare l’avversario: in questo caso però la progressione si ferma nel terzo quarto dove una concreta Matera riesce a rispondere agli acuti dei veneti tra i quali spicca soprattutto Williams (25), efficace per tutti i 40 minuti. Nel finale è però Fabi (14) a spolverare i galloni di capitano e a prendersi la squadra sulle spalle e condurla alla vittoria. Matera non sfigura per niente, mostrando una buona organizzazione e una buona qualità individuale media

Il Treviso Basket ancora vincente al Palaverde: Matera battuta

De’ Longhi Treviso – Bawer Matera 59-52 (14-17; 33-21; 44-41)

De’ Longhi Treviso: Williams 25 (5/7, 5/7), Pinton 7 (2/6, 1/7), Moro ne, Fabi 14 (3/10, 1/3), Malbasa ne, Cefarelli 2 (1/1), Powell 1 (0/3,0/1), Rinaldi 5 (2/7), Negri 3 (0/2, 1/2), Vedovato 2 (1/3). All: Pillastrini

Bawer Matera: Cucco ne, Greene 21 (4/11, 3/4), Fallucca 9 (3/4, 1/3), Caceres 8 (3/9, 0/1), Richard (0/4), Baldasso 2 (1/1, 0/6), Giarelli (0/1 da tre), Circosta 1 (0/1, 0/2), Bonessio 2 (1/3), Tagliabue 9 (3/4, 0/3). All: Di Lorenzo

Fotogallery a cura di Gloria Benetton

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy