Trieste espugna il PalaLeombroni: vittoria a Chieti per l’Alma

0

Il primo tempo a Chieti, la partita a Trieste. Così si può sintetizzare la partita tra Proger Chieti ed Alma Trieste: combattuta fino almeno al trentacinquesimo minuto, poi la caparbietà e la solidità degli uomini di coach Dalmasson hanno fatto da padrone. I 23 punti di Bossi e i 18 dell’esperto Pecile bastano per ottenere due punti importanti in chiave classifica, portandosi a quota 22 nei quartieri alti. Chieti esce a testa alta, consapevole di essersela giocata contro una delle squadre meglio attrezzate del torneo: non bastano le solite doppie cifre di Golden (21), Davis (19) e Mortellaro (16). Gli uomini di coach Galli ora dovranno fare quadrato e prepararsi al meglio per le prossime due trasferte ostiche: Jesi prima e Mantova poi.

CRONACA

A palla a due, coach Galli parte con Golden, Fallucca, Davis, Sergio e Mortellaro; risponde Dalmasson con Bossi, Green, Coronica, Parks, Da Ros. Trieste inizia in modo spietato l’incontro, capitalizzando praticamente ogni azione capitata tra le mani: a meno di tre minuti dall’inizio, gli uomini di coach Dalmasson conducono per 12-5. Nelle file teatine, Davis e Golden portano avanti le sortite offensive ma non è sufficiente. Galli chiama timeout per riordinare le idee. Il timeout porta gli effetti sperati: trascinati da un Davis inarrestabile, Chieti sfodera un break di 11-4 pareggiando i conti, 16-16. i padroni di casa continuano a crescere con il passare dei minuti e materializzano il primo vantaggio dell’incontro grazie ad una tripla del solito Davis (21-18). Il primo quarto si chiude sul 26-25 per la Proger Chieti. Dopo i primi dieci minuti di gioco, Davis ha 15 punti a referto, seguito dai 7 di Golden; per l’Alma Trieste, 9 punti per Bossi, 6 Da Ros.
Nel secondo periodo, Chieti continua a dettare intensità all’incontro, mentre Trieste vuole tornare a mostrare i tratti dei primi minuti di gioco. Dopo una fase di errore da parte di ambedue le squadre, Chieti esce allo scoperto e piazza un break di 12-5 (38-30) innescando l’entusiasmo di tutto il pubblico del PalaLeombroni. Golden ha tra le mani la palla del possibile +10 ma il suo tiro finisce sul primo ferro. Trieste si sveglia dal torpore e approfitta della leggerezza sotto le plance della Proger. Trascinata da Pecile e dal lungo Da Ros, gli ospiti chiudono il secondo periodo sul -3, 42-39. Al ventesimo, Davis è ancora il best scorer dell’incontro con 17 punti, seguito dai 14 di Golden; per Trieste, 11 punti per Bossi, 10 per Da Ros.
Alla ripresa dall’intervallo lungo, entrambe le squadra ripropongono gli stessi quintetti iniziali. Gli ospiti partono nettamente più determinati rispetto alla Proger grazie ad una maggiore circolazione di palla. Trieste torna dunque in vantaggio sul 44-48, grazie ad una conclusione di Green. Galli è dunque costretto a chiamare timeout, Golden pareggia i conti ma Bossi dall’arco è spietato e porta un nutrito vantaggio ai suoi che chiudono il terzo quarto sul 59-64. L’ultimo quarto Chieti tenta il tutto per tutto per raddrizzare la situazione ma Trieste, con esperienza e caparbietà, espugna il PalaTricalle per 87-77

PROGER CHIETI – ALMA TRIESTE

PROGER CHIETI: Golden 21, Mortellaro 16, Clemente, Piazza , Allegretti 2, Fallucca 2, Venucci 9, Ippolito ne, Zucca ne, Sergio 8, Davis 19.

COACH: Galli

ALMA AGENZIA PER IL LAVORO TRIESTE: Parks 8, Bossi 23, Coronica 2, Green 13, Pecile 18 Baldasso , Gobbato, Simioni 1, Da Ros 14, Cittadini 8.

COACH: Dalmasson

Cinque Falli: Piazza, Sergio, Davis (CHIETI); Balasso (TRIESTE)

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here