Urania mai in partita, Treviglio vince e centra la seconda vittoria in fila

0
Urania

Seconda sconfitta in fila per Urania: dopo una partita incolore, stando a contatto solo i primi 3′, subisce un perentorio 69-90 da una rinvigorita Treviglio, che da continuità alla vittoria casalinga con Udine e centra la terza W in campionato. Troppa differenza di energia tra le due squadre, ad Urania non basta un sontuoso Montano, che chiude con 21 punti, ne l’esordio da ex di Mitja Nikolic, che parte bene siglando 6 punti nei primi 2′, ma è troppo poco per mettere i sassolini negli ingranaggi rodati dei bergamaschi. 4 uomini in doppia cifra per gli uomini di Carrea: 26 per uno scintillante Potts, 17 per Rodriguez, 16 per l’ex Langston e 11 per un tenace Lupusor.

Sfatato l’Allianz Cloud, ad Urania non resta che resettare stasera e guardare alla sfida di Orzinuovi: un’altra battaglia da affrontare con la rabbia e la voglia di riscattare una serata storta.

Quintetti iniziali

Urania Milano: Bossi, Montano, Thomas, Paci, Nikolic

Gruppo Mascio Treviglio: Rodriguez, Potts, Reati, Sacchetti, Langston

Primo quarto


Nikolic si presenta ai suoi nuovi tifosi con 6 punti in fila, nell’altra metà campo però c’è l’ex di lusso Langston a pareggiare l’intensità del serbo. Quando poi entra in partita anche Potts sono dolori per i Wildcats: 10-16, coi due americani a fatturare quanto i padroni di casa. Per Urania serata no per Bossi, che con due rapidi personali si toglie dalla contesa lasciando il posto a Gravaghi.
Una ulteriore scarica di 6 punti firmati Rodriguez porta al massimo vantaggio Treviglio, Thomas per una volta spara a salve e non bastano 4 punti di Montano: al 10′, con un libero di Langston, il punteggio è di 18-28.

Secondo quarto

Lupusor allarga la forbice a +15, col parziale che non accenna a chiudersi. Ci vuole una perentoria schiacciata di Thomas a mettere uno stop, sul 20-33. Il solo Montano però non basta per restare a contatto, tra gli ospiti Potts si dimostra caldissimo, ed ancora Langston allunga per il 25-42. Tra le fila di Urania è un monologo di Montano: fallo subito su tripla, ma predica nel deserto. Chiude un tap-in di Miaschi sulla sirena per il 35-56, massimo vantaggio ospite.

Terzo quarto

Dopo una tripla sbagliata per parte di Montano e Sacchetti, è lo stesso Bryan a commettere il terzo fallo su Nikolic, che fa 2/3 a gioco fermo. Potts però stasera è in veste di tuttofare: long two ed assist per la tripla dall’angolo di Reati, 37-62 e timeout Villa dopo una banalissima persa di Thomas. Miniparziale di 4-0 in uscita dal timeout, con Bossi che però rifiuta un tiro dei suoi per commettere passi successivamente. Rodriguez su pick’n’roll chiude il parziale, ma Montano è caldo e sigla con i punti 15,16 e 17. Langston con una ingenuità regala un antisportivo, commettendo fallo a gioco fermo sul solito Montano: 48-66 a metà quarto. Anche Potts scavalla quota 20, ma una persa di Miaschi, che scambia un arbitro per un suo compagno di squadra, manda alla sospensione coach a Carrea. Lupusor capitalizza al massimo una mancata comunicazione tra Paci e Nikolic: bomba. Il problema di Urania stasera è che non riesce ad imprimere continuità: persa di Thomas e canestro di Rodriguez, sul ribaltamento lo stesso Yancarlos subisce antisportivo da Piunti, 53-75. Sono sempre Lupusor e Rodriguez a mangiarsi il canestro sulla sirena: 57-77, 21 per Montano e Potts.

Quarto quarto

Un canestro in allontanamento di Piunti inaugura il periodo, ma Treviglio ha più energia: nonostante l’errore clamoroso di Potts in contropiede, Lupusor a rimbalzo è onnipresente e firma il +22 e timeout Urania. Lo stesso Piunti in fadeaway va in doppia cifra, ma l’eccessiva esultanza gli costa un tecnico che lo porta anzitempo a finire la gara. Anche Cipolla torna in panchina, quinto fallo a 7′ dalla fine e notte fonda per Urania. Tripla di Potts, imitato da Rodriguez, e massimo vantaggio ospite, 61-88 ed ancora Villa a fermare il gioco. Bogliardi ed Agbortabi svuotano la panchina, un sussulto d’orgoglio di Paci gli permette di portare a 7 il proprio bottino personale, ma il distacco resta abissale. Anche Abega in campo per il garbage time, col primo che realizza anche un canestro. È Gravaghi a chiudere una partita con tante ombre per Urania: Allianz violato e prima sconfitta casalinga, 69-90 il finale.

Tabellini

Urania: Montano 21, Thomas 13, Nikolic 10, Piunti 10, Paci 9, Gravaghi 2, Abega 2, Cipolla 2, Pesenato, Bossi, Valsecchi ne, Cavallero ne

Gruppo Mascio Treviglio: Potts 26, Rodriguez 17, Langston 16, Lupusor 11, Miaschi 6, Reati 6, Venuto 5, D’Almeida 2, Sacchetti 1, Bogliardi, Agbortabi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here