Udine quasi come alle Termopili, ma alla fine vince Orzinuovi

Orzinuovi batte per 72-75 un’alacre Apu Udine decimata dal Covid: sono solo otto i giocatori che compongono la panchina della squadra di casa.

di Valentino Riva

Orzinuovi batte per 72-75 un’alacre Apu Udine decimata dal Covid: sono solo otto i giocatori che compongono la panchina della squadra di casa. Una partita bella, sempre combattuta, ma che alla fine l’ha spuntata Orzinuovi, complice la maggiore freschezza del suo organico. Gran merito a Udine per aver retto bene in difesa e averci creduto fino alla fine, mandando in doppia cifra sei degli otto giocatori a sua disposizione. Il match si è contraddistinto per le basse percentuali al tiro da tre per entrambe le contendenti (6/28 Ud, 9/32 Or). MVP dell’incontro Marco Spanghero, che mette il graffio dell’ex sulla partita con 19 punti e 5 assist.

CRONACA DELLA PARTITA

Starting five Udine: Deangeli, Giuri, Antonutti, Folland, Nobile.

Orzinuovi: Hollis, Miles, Spanghero, Zilli, Negri.

LE PRIME SCHERMAGLIE. L’Apu raggiunge il 4-0 con Foulland, gli ospiti rientrano con la tripla di Marco Spanghero (4-5). Udine riallunga spaziando bene a centro area: l’11-7 è frutto di una schiacciata sempre dell’americano dell’Apu che sfrutta bene l’extra-press di Deangeli, dopo la penetrazione di Giuri. Nelle file della squadra di casa fa il suo esordio il neo-arrivato Mussini, il quale appena entrato si guadagna un buon fallo in penetrazione. L’azione successiva è Nobile a penetrare like a dagger nella difesa di Orzinuovi (15-10). I lombardi impattano sul 15-15 con Mastellari che, con Hollis, gioca bene a due e Galmarini, il quale nell’azione successiva punisce i friulani, i quali nonostante i pochi giocatori disponibili accelerano il gioco in transizione per tagliare dietro la difesa di Orzinuovi. Il periodo si conclude sul 17-15.

EQUILIBRIUM & FLAMES. Orzinuovi aggiusta la cattiva percentuale al tiro pesante con la tripla di di Hollis (1/7 al momento lo score). Nel complessivo, gli ospiti partono col botto imponendo un parziale di 3-9 con Rupil, che segna dalla media. A rispondere ci pensa Mussini che mette in fila 5 punti consecutivi, prima con una tripla dal palleggio, poi con due tiri liberi guadagnati in penetrazione (25-24). La difesa di Udine arretra troppo e concede un altro strappo dei lombardi: prima Hollis ne fa 2, poi Rupil mette a segno una tripla centrale dopo un bel giro palla perimetrale. In difesa, Orzinuovi continua a saturare la propria area; Giuri coglie l’occasione per colpire da tre dall’angolo: 28-29. Udine, un po’ in debito di ossigeno, si tiene in rincorsa, anche dopo il 30-36 raggiunto dai lombardi con la seconda tripla di serata di Rupil; Foulland e Antonutti combattono sotto canestro ed è l’americano ad agguantare la palla, poi convertita da sotto misura nel 32-36 di fine quarto.

SHOW TIME…BOOM! Il secondo tempo si apre nel fuoco di una bomba di Italiano e un alley-hoop di Foulland. Ritmi alti, ma Orzinuovi continua a mantenere il vantaggio sul 39- 40 con i due ex di giornata: Spanghero e Zilli. Miles segna dall’angolo (41-45), però questa volta è Udine a rispondere con carattere con Foulland che segna in schiacciata su penetrazione laterale e Mussini che realizza in fade away (45-45). L’Apu in difesa è solida e in attacco non si ferma portandosi sul +3 con una zingarata sempre di Mussini e una tripla di Italiano (50-47). Spanghero ricuce con una tripla (52-52). Pellegrino entra in partita con un canestro su assistenza di Giuri e subito dopo regala una spettacolare stoppata su Galmarini in lay-up. Il terzo quarto si chiude in ex aequo con il tiro realizzato da Hollis allo scadere.

QUEL ZAMPINO & THE ICEMAN… Si lotta come non mai, Udine ci crede e raggiunge il +4 (58-54), con un’azione di and one di Antonutti, smarcato su consegnata di Mussini sotto canestro. Nobile corona con una tripla una meravigliosa azione insistita di Udine, allo scadere dei 24”. Il pareggio sul 61-61 arriva dopo una tripla di Spanghero, il quale replica in allontanamento dopo un tiro da tre messo a segno da Antonutti (64-63). Udine difende bene e concede pochissimo, solo dei tiri da lontano che però Orzinuovi non sfrutta. Hollis convalida in contropiede un gioco da tre unti (64-66). Italiano mette lo zampino e recupera una palla importantissima dopo canestro sbagliato. Tutta l’Apu combatte sotto canestro Giuri subisce fallo sul tiro e gelido fa 2/2: è di nuovo pareggio 66-66, è overtime!

L’ALLUNGO DECISIVO. Italiano in virata realizza da sotto canestro, poi Hollis segna una tripla con una mano in faccia (68-69). Mussini fa canestro su assist di Nobile, poi è sempre Hollis a mantenere a galla Orzinuovi, a cui replica Mastellari da tre (72-75). Manca un minuto e l’Apu cerca subito di recuperare sparando da tre, però senza esito. Udine paga in lucidità la buona partita giocata fino a quel momento. Il libero di Miles è l’ultima marcatura della partita, prima degli ultimi vani tentativi della squadra di casa: 72-75.

TABELLINO

Apu Old Wild West Udine – Agribertocchi Orzinuovi 72-76 (17-15, 15-21, 22-18, 12-12, 6-10)

Apu Old Wild West Udine: Michele Antonutti 12 (3/10, 1/3), Federico Mussini 12 (3/6, 1/10), Vittorio Nobile 11 (3/4, 1/3), Nazzareno Italiano 11 (2/4, 2/7), Nana Foulland 10 (5/12, 0/0), Marco Giuri 10 (2/8, 1/5), Lodovico Deangeli 4 (2/4, 0/1), Francesco Pellegrino 2 (1/2, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 46 13 + 33 (Nana Foulland 12) – Assist: 15 (Federico Mussini 5)

Agribertocchi Orzinuovi: Anthony Miles 19 (4/8, 1/5), Marco Spanghero 19 (5/7, 3/5), Damian Hollis 17 (5/7, 2/7), Marco Rupil 8 (1/1, 2/4), Martino Mastellari 5 (1/3, 1/8), Giacomo Zilli 4 (2/6, 0/0), Matteo Negri 2 (1/2, 0/2), Lorenzo Galmarini 2 (1/4, 0/0), Kurt Cassar 0 (0/0, 0/1), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0), Ludwig Tilliander 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 43 5 + 38 (Giacomo Zilli 11) – Assist: 18 (Anthony Miles 6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy