Udine sbanca Orzinuovi e si prende la vetta solitaria

0

Agribertocchi Orzinuovi – Apu Old Wild West Udine 65-83 (14-17, 17-21, 16-17, 18-28)

Agribertocchi Orzinuovi: Matic Rebec 14 (3/3, 2/8), Lamarshall Corbett 14 (4/8, 2/2), Daniele Sandri 14 (5/8, 0/4), Andrea Renzi 8 (4/10, 0/7), Giga Janelidze 7 (2/3, 1/3), Marco Rupil 5 (1/1, 1/1), Joel Fokou 3 (0/0, 1/2), Nicola Giordano 0 (0/1, 0/0), Matteo Martini 0 (0/0, 0/0), Herman Spinoni 0 (0/0, 0/0), Nichol jason Wickramanayake 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 11 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Matic Rebec 11) – Assist: 12 (Matic Rebec 5)

Apu Old Wild West Udine: Alessandro Cappelletti 22 (2/3, 5/7), Federico Mussini 17 (1/2, 4/6), Marco Giuri 14 (3/5, 2/6), Francesco Pellegrino 6 (3/4, 0/1), Ethan Esposito 6 (1/2, 0/1), Trevor Lacey 5 (1/2, 1/5), Nazzareno Italiano 5 (1/3, 1/3), Vittorio Nobile 3 (0/1, 1/1), Michele Ebeling 3 (1/3, 0/2), Brandon Walters 2 (1/1, 0/0), Marco Pieri 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Marco Giuri 9) – Assist: 16 (Alessandro Cappelletti, Trevor Lacey 4)

Quintetti Iniziali:

Orzinuovi: Rebec, Corbett, Sandri, Janelidze, Renzi

Udine: Cappelletti, Lacey, Nobile, Italiano, Pellegrino

La partita inizia con il canestro in uscita dai blocchi di Corbett, Cappelletti con un gioco da tre punti porta in vantaggio Udine sul 2-3. Janelidze da tre firma il sorpasso orceano ma Cappelletti gli risponde con la stessa moneta per il controsorpasso friulano sul 5-6 dopo 3’31” di gioco. Nobile e ancora Cappelletti con 5 punti consecutivi trascinano i loro compagni sul massimo vantaggio (5-11), i padroni di casa non mollano e con Renzi e Rebec trovano il pareggio a quota 11. Walters da due e l’1/2 ai liberi di Mussini porta Udine sul +3 (11-14) a 38″ dalla fine del primo quarto, Rebec non ci sta e pareggia subito a quota 14. La tripla di Mussini chiude la prima frazione sul 14-17 per gli ospiti.

Il secondo periodo si apre con l’ennesima tripla di Mussini per il 14-20, Rupil realizza dall’area per il nuovo -4 (16-20). Fokou da tre scrive -1, ma gli ospiti con un parziale di 0-7 volano sul 19-27 al 13′. I padroni di casa non mollano e con quattro punti consecutivi si riportano sul -4 (23-27) a 5′ dall’intervallo lungo, Cappelletti con una tripla riporta i bianco – neri sul 23-30. Janelidze e Corbett con due tiri firmano il -3, ma prontamente vengono ricacciati indietro dalla tripla di Giuri a 2’45” dalla fine del secondo periodo. Sandri con quattro punti filati riavvicina i locali, ma Cappelletti con l’ennesima tripla ricaccia indietro Orzinuovi sul 31-36. Il canestro di Lacey manda le squadre negli spogliatoi con il punteggio di 31-38.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora Cappelletti con un’altra tripla a firmare il 33-41, Corbett risponde da due e fa -6. Pellegrino dall’area e poi ancora Corbett da tre valgono il 38-43 al 22′. Ancora Pellegrino dall’area e poi una palla persa di Corbett regalano a Udine il 38-47 con coach Bulleri costretto a chiamare minuto. Orzinuovi esce dal time – out con il tiro sbagliato dall’area di Sandri, Udine grazia i locali con tanti tiri aperti sbagliati. Sandri scrive -7 (40-47), gli ospiti continuano a litigare con il ferro ma gli orceani non ne approfittano restando inchiodati sul 40-47 per qualche minuto. Ebeling subisce fallo e fa 1/2, Rebec con quattro punti consecutivi firma il -4 (44-48)a 2’45” dalla fine del terzo periodo. Giuri realizza da rimbalzo offensivo, Rupil segna da tre per il 47-52. La tripla di Mussini chiude il terzo quarto sul 47-55 per Udine.

Il quarto periodo inizia con un 0-7 di parziale dei friulani che scavano il solco volando sul 47-64 e costringono coach Bulleri a chiamare minuto.Orzinuovi esce dal time out con una palla persa di Rebec che regala due punti facili a Cappelletti per il 47-66. Rebec sblocca il punteggio per gli orceani con la tripla del -16, ma subito Esposito risponde con il canestro del 50-68 a 7′ dalla fine. I bianco – blu con un mini parziale di 5-0 cercano di riaprire il match portandosi sul -13 (55-68) con coach Boniciolli a chiamare minuto. Udine esce dal time out con il canestro di Pellegrino. Negli ultimi minuti le squadre si rispondono colpo su colpo, con gli ospiti che gestiscono con lucidità, calma e intelligenza ed i padroni di casa provano a rendere questa sconfitta meno dolorosa chiudendo il match sul 65-83.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here