Udom beffa Mantova all’ultimo secondo

Lo spettacolare derby del PalaBam viene risolto da un canestro a due secondi dalla fine da Mattia Udom

di Alberto Carmone

L’avvio è di marca Dinamica Generale che trova il canestro con buona precisione grazie alle mani calde di Moraschini dalla lunga distanza e di Candussi in post. Verona comunque attacca e si difende con ordine, non dando mai l’impressione di abbandonare con la testa la partita, nemmeno quando gli Stings vanno sul +8. La Tezenis si tiene infatti a contatto con Poletti e Greene, mentre Mantova mostra di essere in serata dal punto di vista offensivo. Qualche palla persa di troppo dei padroni di casa concede a Verona di rientrare e di portarsi sul -6 a fine primo quarto (26-20 al 10’).

Nel secondo quarto calano le percentuali da entrambe le parti con le difese di Mantova e Verona che alzano l’intensità e la fisicità e costringono a diverse infrazioni di 24 secondi gli attacchi. E’ la Tezenis a mostrarsi più continua in attacco e a farsi sotto sul -1 (31-30 al 17’). Candussi e Moraschini però non sbagliano un colpo e gli Stings tornano quindi avanti sul +8 con una serie di fiammate offensive. Verona rientra con pazienza con 5 punti consecutivi di Totè e,  col layup di Amato a fil di sirena del primo tempo, chiude addirittura avanti 39-41.

Nella ripresa Mantova inizia a mille con un parziale di 10-0 messo a referto in 100 secondi con uno scatenato Moraschini (chiuderà la gara con 34 punti). Nel maggior momento di difficoltà, Verona reagisce con calma affidandosi a Greene e a Poletti e tenendosi ad un solo possesso di distanza. Legion si sblocca coi suoi primi canestri in biancorosso, pur mostrandosi ancora abbastanza estraneo al gioco della Dinamica Generale. Ikangi mette la Tezenis a -3, prima che ancora Moraschini riporti i virgiliani sul +7 a fine quarto (62-57 al 30’).

Sono le difese a dominare l’inizio dell’ultimo quarto con Mantova e Verona che sbagliano numerosi tiri forzati. Greene porta sul 61-64 la Tezenis, ma la Dinamica reagisce con Candussi e Moraschini. Mantova non riesce però a piazzare il parziale decisivo per staccare gli avversari. Jones e Legion non riescono a trovare continuità e Moraschini e Candussi abbassano le proprie percentuali con qualche errore. Si arriva all’ultimo minuto con Verona sul -1 dopo la bomba di Poletti. Gli Stings sbagliano due attacchi consecutivi, mentre Verona concretizza l’ultima azione con l’appoggio al tabellone di Udom. L’ultima rimessa di Mantova è un nulla di fatto e arriva così la nona vittoria in dieci partite per la Tezenis.

 

Dinamica Generale Mantova – Tezenis Verona 72-73 (26-20, 13-21, 23-14, 10-18)
Dinamica Generale Mantova: Riccardo Moraschini 34 (6/7, 5/11), Francesco Candussi 20 (8/10, 1/2), Alex Legion 7 (1/9, 1/2), Luca Vencato 5 (1/4, 1/5), Valerio Cucci 4 (1/4, 0/0), Bobby Jones 2 (0/1, 0/3), Nicola Mei 0 (0/0, 0/1), Marco Timperi 0 (0/1, 0/0), Matteo Ferrara 0 (0/0, 0/0), Daniele Costanzelli 0 (0/0, 0/0), Andrea Albertini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 14 – Rimbalzi: 31 6 + 25 (Riccardo MoraschiniLuca VencatoValerio CucciBobby Jones 5) – Assist: 13 (Luca Vencato 7)
Tezenis Verona: Phillip edward Greene iv 18 (3/7, 3/7), Mitchell Poletti 16 (3/6, 1/1), Leonardo Tote 11 (2/3, 2/4), Andrea Amato 9 (2/4, 1/5), Jamal Jones 8 (2/5, 1/4), Mattia Udom 4 (2/5, 0/3), Iris Ikangi 3 (1/1, 0/1), Matteo Palermo 2 (0/1, 0/1), Riccardo Visconti 2 (1/2, 0/0), Curtis Nwohuocha 0 (0/0, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 20 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Mattia Udom 7) – Assist: 18 (Matteo Palermo 7)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy