Un devastante Johnson trascina Cantù, Capo d’Orlando sconfitta

0

Buona la prima. Cantù inizia l’avventura nel campionato in A2 con un successo, battendo l’Orlandina con il punteggio finale di 88-73. Gli ospiti, pur privi di Mack, hanno saputo tener testa soprattutto nelle due fasi centrali alla formazione di Sodini, spinti da un King superlativo da 29 punti. I brianzoli però han saputo reagire colpo su colpo, sfruttando i diversi attori protagonisti nel proprio roster. Spicca però la prova di Robert Johnson: l’americano conferma tutte le aspettative su di lui, stampando una devastante prova da 33 punti e 6 falli subiti.

Cantù: Johson, Allen, Severini, Da Ros, Bayehe
Orlandina: Lagana, King, Reggiani, Ellis, Poser

Cronaca – Parte subito forte la squadra di casa, con Da Ros prima e l’inchiodata di Bayehe poi a firmare subito il vantaggio. Poser impatta a quota sei, ma la tripla di Allen seguita da quella di Johnson valgono il primo break, sul 14-6. Johnson mette la doppia cifra di scarto, Gay prova a contenere il passivo ma dopo dieci minuti Cantù comanda sul 20-12. Nel secondo periodo si sblocca anche Sergio, mentre King risponde per le rime. La formazione di Sodini ha però il pallino del gioco e con la bomba di Stefanelli, vola sul 30-16 obbligando Cardani al timeout. King prova a dare un sussulto ai siciliani con una bella tripla, ma è il canestro di Diouf a riavvicinare con forza gli ospiti costringendo Sodini al timeout sul 33-25. Allen e Johnson ridanno ossigeno ai canturini, ma prima Gay dall’arco e poi Diouf da sotto replicano immediatamente. Finale tutto di marca orlandina, con King e Vecerina a sancire il 40-35 all’intervallo.

Nella ripresa la gara si scalda: Severini e Da Ros provano a scavare il solco (47-39), ma son gli ospiti ad uscire con maggior convinzione e con il duo King-Ellis è sempre meno cinque sul tabellone sul 49-44. King continua nel suo show offensivo e con due triple, Capo d’Orlando si riporta a meno uno sul 51-50. Ellis trova il sorpasso, Johnson risponde con la stessa moneta con il match che sale di colpi. Finale tutto nel segno di Johnson, che a suon di triple scrive il 63-59. Ellis spezza il parziale canturino, ma è Sergio a tenere l’Acqua San Bernardo a distanza, sul punteggio di 67-62 al trentesimo. Nell’ultimo quarto è ancora l’asse Sergio-Johnson a ridare la doppia cifra di margine (72-62), con l’americano che vola a quota 28 nel tabellino personale. E’ ancora Johnson però a spingere Cantù, con il trentunesimo punto che vale il 76-62 a 6’50” dal termine. Laganà con cinque punti prova a tenere vive le speranze paladine, ma le triple di Da Ros e l’ennesimo canestro di Johnson sanno tanto di titoli di coda, con Cantù che vola sul 86-73 a due minuti dal termine. Il resto del tempo serve solo a sancire il punteggio finale: Cantù s’impone 88-73.

MVP BASKETINSIDE.COM: Johnson

S.Bernardo-Cinelandia Park Cantù – Infodrive Capo d’Orlando 88-73 (20-12, 20-23, 27-27, 21-11)

Cantù: Sergio 9, Cusin, Nikolic 7, Stefanelli 8, Severini 5, Johnson 33, Bayehe 2, Bucarelli ne, Moscatelli ne, Da Ros 14, Allen 10, Elli. Coach Marco Sodini

Infodrive Capo d’Orlando: Laganà 9, King 29, Klanskis, Vecerina 2. Ellis 12, Bartoli ne, Reggiani, Gay 13, Telesca ne, Diouf 2, Poser 6. Coach Marco Cardani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here