Una grande Orlandina non molla mai e la spunta su Mantova

Floyd trascina i suoi a una grande vittoria contro una Mantova che non ha mai mollato, e che è stata capace di mandare addirittura 6 uomini in doppia cifra. I paladini però sono stati più freddi nei momenti finali e sono riusciti a portare a casa una vittoria fondamentale.

di Salvatore Scarlata

Floyd trascina i suoi a una grande vittoria contro una Mantova che non ha mai mollato, e che è stata capace di mandare addirittura 6 uomini in doppia cifra. I paladini però sono stati più freddi nei momenti finali e sono riusciti a portare a casa una vittoria fondamentale.

Orlandina Basket Capo d´Orlando – Staff Mantova 102-98 (14-17, 35-24, 19-26, 19-20, 15-11)

Orlandina Basket Capo d´Orlando: Jordan mailk Floyd 34 (6/10, 2/7), Xavier alexander Johnson 22 (7/14, 0/1), Abdel pierre Fall 12 (3/3, 1/2), Celis Taflaj 11 (1/2, 3/5), Flavio Gay 11 (0/4, 3/4), Matteo Laganà 10 (0/3, 2/6), Samuele Moretti 2 (1/3, 0/0), Andrea Del debbio 0 (0/0, 0/0), Mattia Raví 0 (0/0, 0/0), Andrea Lo iacono 0 (0/0, 0/0), Giorgio Dore 0 (0/0, 0/0), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 33 / 37 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Abdel pierre Fall 9) – Assist: 18 (Jordan mailk Floyd 6)

Staff Mantova: Mario jose Ghersetti 18 (8/8, 0/7), Marco Ceron 16 (2/5, 3/8), Riccardo Cortese 15 (2/4, 3/7), David Weaver 15 (4/7, 2/3), Davide Bonacini 15 (4/8, 1/3), Christian James 13 (4/8, 1/4), Luca Infante 3 (1/2, 0/0), Matteo Ferrara 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Maspero 1 (0/0, 0/1), Lorenzo Ziviani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 23 – Rimbalzi: 38 12 + 26 (Mario jose Ghersetti 10) – Assist: 23 (Mario jose Ghersetti, Christian James 5)

Mantova parte forte alzando subito i ritmi in attacco e approfittando degli errori di troppo dei paladini, portandosi avanti 15-3 dopo 4’ di gioco e costringendo coach Sodini al time-out. L’Orlandina però, è brava a riprendersi subito, piazzando un parziale di 11-2 e chiudendo il primo parziale sul 14-17.

Nel secondo quarto i ragazzi di coach Sodini mettono la quarta, agguantando prima Mantova a quota 19, e poi andando avanti nel punteggio sul 22-21. Ghersetti e James provano a tenere a galla Mantova, ma l’Orlandina è straripante, e mette a segno 35 punti nel solo secondo quarto, guidata da una grande prestazione di Gay e i soliti Floyd e Johnson, portandosi avanti fino al 49-41 in chiusura di primo tempo.

In apertura di terzo quarto regna l’equilibrio con i paladini che gestiscono il vantaggio fino al 59-48, quando Mantova, piazzando un incredibile parziale di 14-0 si riporta avanti sul 59-62. Floyd tiene a galla i suoi, e una tripla di Laganà riporta avanti i paladini sul 67-64, che chiudono il terzo quarto sul 68-67.

Il quarto parziale si apre con Ferrara e Bonacini che riportano avanti Mantova sul 68-72. Ma i paladini, piazzano un parziale di 10-1 riportandosi avanti sul 78-73 con 5’ da giocare. Ceron sale in cattedra e con 9 punti in 2 minuti, riporta avanti i suoi sul 83-86 a 1’ e 30’’ dalla fine. Floyd dalla lunetta accorcia le distanze, poi Cortese perde palla e Johnson dalla lunetta riporta avanti l’Orlandina sul 87-86 a 13’’ dalla fine. Ceron subisce fallo, e dalla lunetta rimette in parità la gara a quota 87 con 6’’ da giocare. Johnson commette infrazione di passi negli ultimi secondi e condanna le squadre al supplementare.

Laganà apre le danze del supplementare, poi Ghersetti con 5 punti di fila riporta i suoi avanti sul 89-92. I paladini sono bravi a non arrendersi e con Taflaj si riportano avanti sul 96-92 con 2’ da giocare. Cortese dai 6,75 accorcia le distanze, ma prima Floyd e poi Gay portano i paladini avanti sul 100-95 con 21’’ da giocare. Poi Mantova perde palla sulla rimessa, e Johnson dalla lunetta porta i suoi sul 102-95. Negli ultimi secondi Jones dai 6,75 mette la tripla che chiude la gara sul 102-98.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy