Una pazza Bondi rimonta e sconfigge Treviso

Al termine di un incredibile saliscendi di emozioni, Ferrara vince facendo passi avanti verso la salvezza

di Andrea Mainardi

Pur rischiando tantissimo dopo aver dilapidato ventotto punti di vantaggio, Ferrara piazza il colpaccio e batte la capolista De Longhi al termine di un match vissuto sulle montagne russe. Dopo un avvio sfolgorante, i padroni di casa subiscono la rimonta dei ragazzi di coach Pillastrini nella fase centrale del match. Nell’ultimo quarto però le energie maggiori sono dalla parte della Bondi che rimonta e vince una partita al cardiopalma.

Il primo canestro dell’incontro è di Molinaro preferito all’acciaccato Pellegrino in quintetto base, Treviso inizia male perdendo diversi palloni e viene punita dalle triple di Roderick e Bowers. Il parziale per gli estensi è di 13-0 con anche Cortese che colpisce  da tre punti. E’ Moretti il primo a trovare il fondo della retina per i suoi, sempre dalla distanza (15-3 al 5′). Ferrara è una furia e fa grandinare canestri su una Treviso impreparata ad un avvio così negativo. Mastellari segna dall’arco e Roderick serve un bellissimo assist a Molinaro per la sua poderosa schiacciata, dopo otto minuti il tabellone recita un pazzesco 25-3. Ancelotti e Negri tornano a far muovere il punteggio della De Longhi ma la Bondi continua a martellare impietosa dalla distanza con Cortese e Roderick. Il primo quarto termina sul 31-9 con i padroni di casa quasi perfetti dal campo (12/15 con 6/7 da tre).

La seconda frazione vede Treviso trovare quattro punti rapidi con Malbasa e Fantinelli, la Bondi risponde con Cortese da tre prima e con la schiacciata poi dopo il recupero di Moreno. Sempre da tre colpisce anche Bowers per il 39-16 al 13′. Dalla panchina trevigiana esce un positivo Rinaldi che trova cinque punti di rabbia e voglia sotto canestro, dall’altra parte Ferrara continua a dare spettacolo con Moreno da tre e poi con l’alley oop concluso da Cortese. La Bondi raggiunge il massimo vantaggio sempre con Moreno in fiducia dalla lunga distanza, a lui rispondono Moretti e Negri portando le squadre sul 52-34 all’intervallo.

Alla ripresa Perry da sotto e Negri dalla lunetta abbozzano la rimonta di Treviso che però viene respinta dal piazzato di Molinaro e dalla tripla di Bowers. Sempre dietro l’arco continuano a segnare Negri e Cortese (57-42 al 23′), le percentuali di Ferrara iniziano a calare e la De Longhi inizia a prendere supremazia sotto canestro. La schiacciata di Ancelotti ed il 2/2 di Perry riportano gli ospiti a dieci punti di svantaggio (60-50 al 27′). Per i ragazzi di coach Furlani subentra la paura accompagnata da una difesa non accettabile per voglia ed intensità. Roderick fa confusione in attacco e i trevigiani ne approfittano: il bombardamento dall’arco inizia con Perry per due volte e prosegue con Moretti e Rinaldi sulla sirena che regalano un incredibile vantaggio a Treviso sul 61-62.

Ci sono tutti i presupposti per un altro naufragio di Ferrara soprattutto dopo i quattro punti di Rinaldi che si mangia Molinaro spalle a canestro (63-69 al 33′). Bowers e Roderick tornano a segnare dalla lunetta, lo stesso fa ancora Perry col jumper laterale. Quando l’inerzia sembra inevitabilmente a favore di Treviso ecco che Cortese e Roderick tornano a colpire da tre punti dopo tempo immemore, riportando il punteggio in parità a quota 71 al 35′. L’onda del ritorno di Ferrara non si ferma mentre gli ospiti perdono lucidità in attacco, Moreno alza l’alleyoop chiuso da Bowers e Roderick segna di talento in penetrazione, al 37′ è 75-71 Bondi. Treviso non riesce ad uscire dalle proprie secche offensive anche per merito della ritrovata difesa estense. Ancora Roderick sfoggia il proprio talento portano Molinaro a schiacciare per il +7 ad un minuto dal termine. La De Longhi non riesce a creare tiri puliti ed i liberi di Bowers sigillano la vittoria ferrarese per 82-73.

MVP Basketinside: Terrence Roderick (21 punti, 7 rimbalzi e 8 assist).

Bondi Ferrara – De Longhi Treviso 82-73 (31-9, 21-25, 9-28, 21-11)

Bondi Ferrara: Riccardo Cortese 22 (3/6, 5/9), Terrence Roderick 21 (5/8, 3/6), Laurence Bowers 20 (2/4, 3/5), Lorenzo Molinaro 9 (4/5, 0/0), Yankiel Moreno 6 (0/0, 2/4), Martino Mastellari 3 (0/0, 1/3), Francesco Pellegrino 1 (0/2, 0/0), Nicola Mastrangelo 0 (0/0, 0/0), Riccardo Zani 0 (0/0, 0/0), Andrea Caridi 0 (0/0, 0/0), Francesco Ardizzoni 0 (0/0, 0/0), Matias Ibarra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 16 – Rimbalzi: 30 3 + 27 (Laurence Bowers 9) – Assist: 18 (Terrence Roderick 8)

De Longhi Treviso: Matteo Negri 17 (1/6, 3/6), Davide Moretti 16 (0/6, 4/6), Jesse Perry 14 (3/9, 2/4), Tommaso Rinaldi 13 (4/8, 1/1), Andrea Ancellotti 7 (3/4, 0/0), Matteo Fantinelli 4 (2/2, 0/2), Dorde Malbasa 2 (1/2, 0/1), Andrea La torre 0 (0/0, 0/2), Eugenio Rota 0 (0/0, 0/0), Federico Poser 0 (0/0, 0/0), Simone Barbante 0 (0/0, 0/0), Andrea Saccaggi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 28 7 + 21 (Matteo Negri, Jesse Perry, Matteo Fantinelli 5) – Assist: 11 (Matteo Negri 3)

Fotogallery a cura di Alessio Munari

Roderick

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy