Urania a segno grazie ad un mostruoso Paci, Trapani lotta ma finisce ko

0

Con un Paolo Paci da 27 punti e 12 rimbalzi (per una valutazione di 34!) Urania schianta Trapani, smuove la classifica e si prende anche la differenza canestri a favore. Sempre al comando la squadra di coach Villa, che si prende il solito primo quarto per settare la difesa, tanto da costringere i siciliani a soli 26 punti nei quarti centrali (8 nel solo terzo). La prestazione corale di Urania è certificata dai quattro uomini in doppia cifra, con un Portannese chirurgico nei momenti decisivi ed un Montano ispirato nel secondo quarto, quello della spallata.

A Trapani non basta un backcourt in serata di grazia: Massone e Romeo reggono per i primi 20′ da soli gli ospiti, col ragazzo ex Assigeco autore di una prova a tutto tondo (7 assist, 6 rimbalzi, 4 recuperate). Pesa troppo l’assenza di Childs, che rende leggerissimo il reparto lunghi di coach Parente.
Per Urania ora una settimana di fuoco, coi recuperi casalinghi contro Biella (giovedì 10) e Torino (lunedì 14) decisivi per continuare l’ottimo momento.

Quintetti iniziali
Urania Milano: Bossi, Portannese, Thomas, Nikolic, Paci
Pallacanestro Trapani: Romeo, Massone, Mollura, Wiggs, Biordi

Primo quarto

Prima Portannese, poi Mollura inaugurano il match con due stoppate, è però Massone a smuovere il tabellino con 4 punti filati, imitato da Nikolic sul fronte Urania. Una fiammata firmata Massone e Romeo, con due triple, ed è 6-10 Trapani. Sono gli attacchi a prevalere sulle difese: Paci in sottomano avvicina Urania, ma un Massone tentacolato strappa una palla a Bossi ed in contropiede appoggia il 10-17 dopo 4 minuti e mezzo, con seguente timeout Urania.
Thomas spende rapidamente il suo secondo fallo, e Mollura non si fa pregare per strappare con 5 punti filati, a cui risponde Paci con 8 punti consecutivi. Si svuotano le panchine, ma è sempre il Paolo Paci show: 11 punti nel quarto, a sfruttare la leggerezza sicula sotto le plance. Cipolla riporta Urania sotto di un possesso, prima che quattro liberi di Piunti, su due falli di Mollura (di cui uno antisportivo), mandino in archivio il primo quarto sul 27-28. Già in doppia cifra Paci (11) e Romeo (10).

Secondo quarto

Nikolic confeziona subito il sorpasso dal post, Cipolla incrementa subendo fallo da Tomasini: 31-28 e Parente ferma il gioco. Montano impreciso ai liberi, ma due sue triple dall’angolo valgono il massimo vantaggio, 40-32. L’undicesimo punto nel quarto di Montano segna la rottura prolungata per l’attacco di Trapani e la doppia cifra di vantaggio Urania. Ma è tutta Milano che gira, con la palla che viaggia da Montano a Paci, ed è sempre il lungo a martellare, proprio come nel primo periodo.
Anche Piunti ci mette la firma, la sgasata di Massone in contropiede vale solo il -11. Ci pensano i primi punti di Bossi a ridare fiato ai ragazzi di Villa, ma Thomas vanifica tutto con due liberi lasciati sul ferro.
Romeo dall’angolo riporta a -8 Trapani, ma il solito Paci conclude il primo tempo sul 56-46. Paci, monumentale, è già a 17+9, tra gli ospiti 15 di Romeo e 14 di Massone.

Terzo quarto

Mollura in tap-in muove il punteggio dopo quasi 2′, ma Paci non accenna a fermarsi, segnando il punto numero 21 (in 22′). Massone trova Biordi dopo un efficace pick’n’roll, Portannese dai 6.75 riallunga sul +11. Wiggs ci regala l’highlight della partita con una inchiodata su Boss, ma lo stesso americano non da continuità nella metà campo offensiva. Thomas invece raccoglie letteralmente due punti dalla spazzatura firmando il 65-52, Parente ferma nuovamente il gioco a 3′ da fine periodo. Cipolla allo scadere ed è +20 Urania, 74-54.

Quarto quarto

Un miniparziale di 0-5 tutto a firma Tomasini costringe Villa a fermare la gara. Che però non serve, visto che Guaiana ruba ed in contropiede pigia la schiacciata. Wiggs contribuisce allo 0-9, parziale che si allarga ulteriormente, con Urania che pare aver alzato il piede dall’acceleratore troppo presto. L’ennesimo brutto attacco milanese permette a Massone di correre e incrementare ancora il maxi-parziale, e Urania si affida al secondo timeout in 3′ sul 74-65.
Ci pensa Bossi; con una tripla senza senso, a far respirare Milano, ma Wiggs risponde subito, incalzato da una bimane di Guaiana con l’ennesimo contropiede. Montano replica la bomba di Bossi, riportando in doppia cifra di vantaggio i suoi. La prima leggerezza di Paci costa una persa sanguinosa a causa di un fallo un banale fallo in attacco, che si riscatta prontamente l’azione successiva.
Guaiana segna una bomba senza senso, ma dall’altra parte è sempre lui, sempre Paci a caricarsi sulle spalle l’attacco Urania, e sono 27 per lui. Thomas e Wiggs non danno seguito alle scariche offensive dei compagni, Paci si porta a 4 falli ad un paio di minuti dal termine, è Portannese però a chiuderla con due liberi capitali prima, con una tripla poi: 89-75 ad 1’30”. Il canestro di Wiggs tenta di dare a Trapani la differenza canestri a favore, respinto però dai liberi di Thomas che chiudono la contesa. 92-80 all’Allianz, Urania centra una vittoria importantissima.

Tabellini del match
Urania Milano: Paci 27, Portannese 16, Montano 14, Thomas 10, Piunti 7, Nikolic 7, Bossi 6, Cipolla 5, Abega ne, Pesenato ne, Cavallero ne
2BControl Trapani: Massone 19, Romeo 15, Wiggs 13, Mollura 12, Guaiana 9, Tomasini 8, Biordi 4, Taflaj, Minore ne, Longo ne