Urania centra la seconda vittoria in fila, Orzinuovi profondo rosso

0
Nikolic Urania Milano

Urania soffre il solito primo quarto, ma poi alla distanza schiaccia Orzinuovi e centra la seconda vittoria in fila, dopo il bel successo di Treviglio. I milanesi giocano una partita gagliarda, tutto il gruppo sembra essersi compattato per porre fine al periodo negativo vissuto a cavallo del nuovo anno, e la riprova è la gara di stasera. 82 punti divisi equamente tra i vari giocatori, con una sontuosa prova dell’ex Bossi a siglarne 17. Gli orceani reggono un quarto, ma poi non basta un confusionario Corbett ed un Renzi incostante. Adesso testa al primo turno infrasettimanale: Urania va a casa Bakery per un altro scontro salvezza, mentre per Orzinuovi sfida proibitiva a Torino.

Quintetti iniziali

Urania Milano: Montano, Bossi, Thomas, Nikolic, Paci
Agribertocchi Orzinuovi: Rebec, Corbett, Renzi, Sandri, Janelidze

Primo quarto

L’ex Janelidze sblocca il match, il rientrante Corbett firma lo 0-5 ospite in meno di 40”. Ci pensa Paci a schiodare Urania dallo zero, prima di una sequenza di triple senza errori: Renzi-Nikolic-Rebec, ma Urania resta aggrappata con le unghie anche grazie all’altro ex, Bossi. Orzinuovi si mantiene avanti con uno spaziale 3/4 dalla lunga distanza, con Corbett che sembra non risentire del turno di stop. Si segna poi solo dalla linea della carità, mentre dal campo le due squadre sono parecchio imprecise. La guardia Rebec, coi suoi punti 3 e 4, sigla il 18-22 di fine periodo.

Secondo quarto

Un’altra tripla di Nikolic riporta a contatto Urania, anche se Renzi ha piani diversi per la serata. Pure Janelidze si scalda, regalando alla squadra di Bulleri il massimo vantaggio sul 25-34. Ci pensa Bossi a ricucire, prima che il primo canestro di Piunti riavvicini Milano. Sandri immediatamente risponde con una bomba dall’angolo su ottima circolazione di palla. Rientra in campo Thomas, che subito va a guadagnarsi due liberi subendo fallo da Renzi.


Il pick’n’roll Sandri-Renzi paga dividendi altissimi, ma un minibreak di 5-0 a firma Thomas-Bossi costringe al minuto di sospensione Buller: 30-34 a 3′ dalla fine. Ma gli orceani non escono bene dal timeout, gli errori dal campo portano prima al pareggio di Nikolic, poi al sorpasso dalla lunetta con Thomas. Orzinuovi è in rottura prolungata, dalla persa di Baldassarre Bossi regala un cioccolatino a Nikolic: 37-34 e secondo timeout ospite. Renzi dal post basso chiude questo break, ma prima un gioco da tre punti di Bossi, poi due liberi di Corbett fissano il punteggio sul 40-38.

Terzo quarto

Renzi col fallo di Montano, Thomas risponde subendolo da Rebec: -1 ospite. Bossi legge il mismatch con Renzi e lo punisce in penetrazione, Montano tripla in transizione ed immediato timeout Orzinuovi: 47-41.Non sortisce l’effetto sperato però Bulleri, perchè prima una violazione di 24”, poi 5 punti a firma Bossi-Nikolic fanno volare Urania sul +11. Ci prova Corbett a caricarsi sulle spalle i suoi, ma Paci in post si fa beffe di un professore come Renzi riportando a distanza Urania. Una buona difesa ospite, con un tiro di Nikolic allo scadere da lontanissimo, viene capitalizzata in attacco: Fokou in semigancio e 56-49, con Villa che chiama il suo primo timeout.
Thomas sbaglia inusualmente due liberi, Martini ne approfitta con un pregevole fadeaway. Una rotazione errata in difesa permette però a Bossi di segnare la seconda tripla e portarsi a quota 17, imitato subito da Piunti per tornare a +11. Ancora Martini, con 1.8 da giocare, realizza un palleggio arresto e tiro dall’angolo: al 30′ è 62-53.

Quarto quarto

Fokou e Paci si scambiano canestri dal gomito della lunetta, Rebec scucchiaia in penetrazione il -7. Un coriaceo Giordano si guadagna due liberi buttandosi a rimbalzo, ma li spreca entrambi. Thomas non si fa perdonare e allo scadere punisce la difesa ospite. Il parziale si allarga a 9-0 grazie ad una tripla di Piunti ed al solito Paci, Urania scappa sul 73-57 che assomiglia ad una sentenza: timeout Orzinuovi. Il canestro di Corbett in contropiede chiude l’11-0 di parziale milanese, ma il 75-59 è sempre più simile ad un verdetto definitivo. Gli ultimi 3′ si giocano ad un ritmo blando tra gli applausi del pubblico dell’Allianz: c’è gloria per Thomas, che diventa il quinto giocatore Urania ad andare in doppia cifra, e per Abega e Pesenato che fanno il loro ingresso in campo. Il finale è 82-72.

Tabellini

Urania Milano: Bossi 17, Piunti 15, Paci 15, Nikolic 14, Thomas 12, Montano 9, Pesenato, Abega, Cipolla, Manzoli ne, Cavallero ne

Agribertocchi Orzinuovi: Corbett 21, Renzi 19, Rebec 7, Martini 6, Janelidze 6, Fokou 6, Baldassarre 4, Sandri 3, Rupil, Giordano, Spinoni ne, Magarini ne.