Urania da urlo, rimonta la Bakery Piacenza e centra la prima

0
urania wildcats
CREDITS: Urania Milano

30′ di sofferenza, di rincorsa, in totale affanno. Poi, un ultimo quarto con le maglie difensive sigillate e soli 5 punti concessi permettono all’Urania Milano di cogliere i primi 2 punti del campionato a danno di una Bakery Piacenza convincente a metà. Alla neopromossa non bastano i 17 di Morse ed i 13 del grande ex Raivio, l’asfissia degli ultimi 10′ costa carissimo e brucia le velleità di vittoria.

PRIMO QUARTO
Urania con Montano che parte dalla panchina, fiducia a Cipolla in quintetto; dall’altra parte i soliti primi cinque, con Bonacini, Chinellato e Lucarelli ad affiancare gli americani. Paci dopo 20” spende il primo fallo, con Morse che smuove il tabellone col libero. Ma un parziale sanguinoso di 13-2, cavalcando una tripla di Walley ed un Thomas utile sotto più fronti, costringono Campanella al minuto di sospensione. E’ sempre Morse a caricarsi sulle spalle i suoi, con 10 punti nel quarto che permettono agli ospiti di ricucire e di sorpassare all’ultimo secondo grazie ad un jumper di Lucarelli. 20-21 nei primi 10′.

SECONDO QUARTO
Si viaggia sul filo dell’equilibrio, nessuna delle due squadre riesce a piazzare un parziale che indirizzi la gara. Piunti si toglie dai giochi spendendo due rapidissimi falli, dall’altra parte i numerosi rimbalzi offensivi non vengono tramutati spesso in punti a referto per eccessiva sufficienza al tiro. Chinellato toglie il tappo dal canestro con la bomba del 27-30, Pesenato dalla panchina si dimostra un fattore portando intensità sotto il tabellone, ma due liberi di Bonacini danno il massimo vantaggio ospite sul +5 e chiudono il periodo sul 38-43.

TERZO QUARTO
Massimo vantaggio aggiornato al rientro in campo: 43-53, Raivio e Morse fanno il bello ed il cattivo tempo risultando fattori irrisolvibili per la difesa di Urania. Quando Sacchettini sigla dalla media il 45-59, aggiornando ulteriormente il massimo vantaggio, Villa non ci vede più e ferma il gioco sperando di scuotere i suoi, restati qualche minuto di troppo in spogliatoio. Di nuovo in campo Paci, ma è il capitano Piunti a suonare la carica, servendo l’assist per il 50-62.

QUARTO QUARTO
E’ Sacchettini a chiudere le secche offensive di Piacenza, dopo ben 3′. Nel mentre Urania si è rifatta sotto: 59-64, con 6 punti di Montano a togliere le castagne dal fuoco. Ma il parziale casalingo si allarga ancora, Paci diventa letteralmente uomo ovunque del match, tra rimbalzi e canestri preziosissimi. Dall’altra parte qualche palla persa di troppo portano ad un finale in volata. Ancora Piunti sorpassa sul 68-67, Paci allunga ad un possesso pieno di distanza, Bonacini sbaglia la bomba del pareggio, sul ribaltamento di fronte è Cipolla, con due rimbalzi fondamentali offensivi, a chiudere la contesa. Montano fa 1/2, ma l’Allianz è una bolgia ed accompagna i primi due punti per Urania.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here