Urania Milano corsara a Vigevano

0

Elachem Vigevano 1955 – Wegreenit Urania Milano 81-100 (15-24, 19-26, 27-23, 20-27)

Elachem Vigevano 1955: Tyler Wideman 19 (6/12, 1/3), Leonardo Battistini 15 (4/9, 2/3), Michele Peroni 14 (0/0, 4/5), Ikeon deonta Smith 11 (3/9, 1/3), Giacomo Leardini 11 (4/6, 0/1), Gianmarco Bertetti 6 (1/2, 0/4), Filippo Rossi 5 (2/4, 0/2), Filippo Bertoni 0 (0/0, 0/0), Kristofers Strautmanis 0 (0/0, 0/0), Matteo Bettanti 0 (0/0, 0/0), Edoardo Pisati 0 (0/0, 0/0), Lorenzo D’alessandro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 26 – Rimbalzi: 41 15 + 26 (Leonardo Battistini 11) – Assist: 14 (Filippo Rossi 4)

Wegreenit Urania Milano: Andrea Amato 29 (2/4, 7/9), Matteo Montano 22 (3/4, 4/7), Giorgio Piunti 19 (7/11, 1/1), Giddy Potts 12 (1/3, 3/7), Aristide Landi 10 (1/3, 2/4), Ion Lupusor 4 (2/3, 0/2), Giovanni Severini 2 (1/4, 0/1), Davide Bonacini 2 (1/3, 0/1), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/1), Romeo Ciccarelli 0 (0/0, 0/0), Theo Anchisi 0 (0/0, 0/0), Samuele Solimeno 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 28 6 + 22 (Giorgio Piunti, Aristide Landi 7) – Assist: 17 (Andrea Amato 8)

Splendido successo esterno per la Wegreenit Urania Milano che passa, con autorità, sul campo di Vigevano. Dominio rossoblu nella prima frazione, poi tentativo di rimonta di rimonta dei ducali che si infrange sulla partita irreale di Amato. Il play milanese incarta una gara da urlo (29 punti ed 8 assist con 7/9 da tre) ben spalleggiato sia da capitan Piunti (19 con 7 rimbalzi), che da Montano (22 per il Principe dei Wildcats). Positivo, soprattutto nei momenti chiave della ripresa, l’apporto di un Landi tutta sostanza. Non bastano ai padroni di casa i lampi di Wideman e Battistini.

LA GARA

Buon avvio dei Wildcats trascinati dalle bombe di Amato, 6 punti per il play ospite nel mini parziale milanese, 9-12. Bertetti è il motore del recupero dei padroni di casa, resiste la Wegreenit con un’altra invenzione di Amato che pesca capitan Piunti e Potts, tripla dall’angolo della Roccia rossoblu per il più 8, 11-19. Entra Montano e subito il principe dei Wildcats premia Amato per un altro botto, primo margine in doppia cifra per Milano, 11-22. Qualche possesso meno lucido di Urania nel finale di quarto che comunque chiude avanti 15-24 la prima frazione. La Elachem si aggrappa alla versatilità di Battistini, Wideman piazza la tripla in transizione che esalta il pubblico di casa, 23-27. La premiata ditta Amato-Montano torna a colpire dalla distanza, i golden boys rossoblu sparano il parziale che vale il più 14, 23-37. Sempre in volo la Wegreenit che disinnesca la zona ducale con pazienza, siluro frontale di Landi e massimo vantaggio, 25-45. Lievita sino a più 22 il decollo rossoblu, prima della pausa lunga parziale vigevanese con Smith e Wideman, 34-50 a metà gara. Ancora rossoblu l’inizio di ripresa, botto frontale di Piunti per il più 22, Vigevano prova a far salire la pressione difensiva, Wideman e Leardini guidano la rimonta ducale, 44-58. Prosegue il recupero dei padroni di casa, meno brillante l’attacco milanese che soffre la maggiore aggressività degli uomini di coach Pansa, 50-65. Amato, Montano e Piunti tentano di spegnere la rimonta ospite,  tanti i falli per i Wildcats (4 per Lupusor e 3 per Piunti, Landi, Amato e Potts) che Vigevano sfrutta dalla lunetta, Battistini mette il meno 12 alla penultima sirena, 61-73. Apre il fuoco anche Peroni per la tripla che riporta sotto la doppia cifra l’Elachem, ora è battaglia vera, fattore che esalta come sempre capitan Piunti, 68-79. I ducali attaccano a testa bassa, i rimbalzi d’attacco danno ossigeno agli uomini di coach Pansa, 2+1 di Battistini vale il meno 8, 73-81. Provvidenziale per Urania un’altra splendida tripla di Amato che toglie inerzia alla Elachem, ancora il play rossoblu e Piunti difendono con efficacia il fortino Wegreenit, la bomba di Landi mette i sigilli reali alla vittoria milanese, 75-93. 

UFF. STAMPA URANIA MILANO