Urania, prima gioia casalinga: sconfitta Torino

Gran partita di Urania che spegne la corazzata Torino con un finale tutto cuore.

di La Redazione

Gran partita di Urania che spegne la corazzata Torino con un finale tutto cuore. Partita intensa e ruvida senza un padrone: difesa, grinta e nervi saldi regalano il meritato successo ai Wildcats autori di una brillante prova corale. Quattro in doppia cifra per Milano con Raivio a quota 15 ed un Raspino in versione gladiatore che chiude con 13. Non basta alla Reale Mutua un dominante Diop, 21 con 9 rimbalzi.

LA GARA
Subito marce alte per Torino che sfrutta le iniziative di Penna, replica Montano che sblocca Urania con una tripla dall’angolo, 3-4. Il corri e tira sembra dare più agio ai Wildcats che mettono la freccia con il botto stereofonico di Raivio e Bossi, Langston di potenza per l’11-4 al 5’. Reazione furiosa della Reale Mutua che trova il primo squillo di Clark, la forza di Diop ed il morbido appoggio di Pinkins per il meno 1 ospite, 13-12. Fatica a ritrovare fluidità offensiva Milano che stecca ancora ai liberi, inevitabile il sorpasso con la tripla di Penna, 13-15. Sale la pressione difensiva dei piemontesi , Diop è un rebus molto complesso per i pari ruolo dei Wildcats, ci provano con orgoglio Piunti e Raspino, 19-20. Regge Urania nonostante alcune chiamate discutibili ai danni della truppa di coach Villa, Alibegovic approfitta di un mancato fischio per la tripla del più 4, 21-25. Non mancano mai cuore e grinta ai Wildcats, Raspino e Piunti difendono duro, è parità dopo il canestro di Bossi, 27-27. Torino prova più volte la spallata con Diop e Pinkins, Urania non molla e si tiene a contatto alla pausa lunga, 34-39. Milano da battaglia anche dopo l’intervallo, il semigancio di Langston vale il meno 1, 38-39. Arriva il terzo fallo di Langston che cambia lo scacchiere della sfida, domina a rimbalzo d’attacco Torino che sposta a 7 il massimo vantaggio, 40-47. Milano cerca con troppa insistenza il tiro perimetrale, la Reale Mutua spreca un paio di possessi importanti per allungare con decisione, Urania ringrazie e rientra ad un solo possesso, 44-47 dopo 4 punti filati di Raivio. Ruggisce un altro mini strappo Urania con Piunti e Bossi che firmano il sorpasso alla penultima sirena, 48-47. Diop sblocca i piemontesi dopo 4 minuti senza canestri, i Wildcats continuano però a graffiare, 53-53 dopo il 2+1 di Montano. Salgono anche i falli con Langston da una parte e la coppia Diop-Clark dall’altra con quattro penalità. E’ Urania questa volta a lasciare per strada due ghiotte opportunità per provare a scappare, Alibegovic per l’ennesima parità, 55-55. Sono Campani ed Alibegovic gli X Factor in casa torinese, la tripla dell’ex Orlandina fa male ai padroni di casa, 58-61. Cuore infinito per Urania con Raspino commovente nel trascinare i compagni con giocate tutta sostanza, 62-61. Torino si aggrappa a Diop per il nuovo sorpasso, stavolta il finale però è tutto Wildcats. Langston mette un jumper dai 6 metri di capitale importanza, Bossi sigla un libero ma Pinkins dall’angolo sulla sirena spara sul ferro il tiro della vittoria, 65-63.

Urania Milano – Reale Mutua Basket Torino: 65-63

Parziali: 15-17, 19-22, 14-8, 17-16

Milano: Langston 12, Raspino 13, Raivio 15, Piunti 5, Bossi 11, Franco, Pesenato, Cavalleri, Lazzari, Benevelli, Valsecchi, Montano 6. All. Villa, ass. Riva

Torino: Penna 7, Diop 21, Bushati, Alibegovic 13, Pinkins 8, Clark 6, Pagani, Campani 8, Toscano. All. Cavina, ass. Iacozza e Campigotto.

Ufficio Stampa Urania Basket Milano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy