Verona accelera con Brkic: Mantova è battuta

Dopo una gara a lungo combattuta ed equilibrata, Verona ha la meglio su Mantova, accelerando nel finale con un super David Brkic.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Dinamica Mantova 78-69

Dopo una gara a lungo combattuta ed equilibrata, Verona ha la meglio su Mantova, accelerando nel finale con un super David Brkic.

Ottimo inizio per la Tezenis, che rifornisce di palloni DiLiegro e aziona l’uno contro uno di Frazier. Ne nasce un 13-6 nei primi 5′, arricchito da una tripla di Portannese. Mantova reagisce colpendo in transizione con Vencato e sfruttando un paio di palle perse di Robinson: contro 7-0 per il 13-13. La Tezenis prova a scappare di nuovo: due triple di Amato fanno esplodere il palazzo, ma Candussi, Casella e Daniels tengono a contatto gli Stings: 21-20 veronese a fine primo quarto.

La gara si mantiene in equilibrio: Pini garantisce durezza fisica e schiaccia,  Casella la mette da tre (24-24). Un altro progetto di fuga di Verona è guidato dal doppio play Robinson-Amato, che assistono Boscagin per il +7 (33-26). Mantova però non molla la presa e prima si riporta sotto, poi sorpassa con le triple di Daniels e Corbett (41-39). Nel gioco dei contro-sorpassi, Daniels ha l’ultima parola su Amato: dopo i primi 20′, 43-42 per la Dinamica.

Il quarto fallo di Corbett a inizio terzo quarto è pesante per Mantova, ma la squadra di Martelossi regge sia al sorpasso veronese firmato Frazier (48-47), sia all’ambiente incandescente creato dai quattro falli tecnici fischiati dagli arbitri. Verona non riesce ad approfittarne impilando una serie di errori puerili (gli Stings peraltro non sono da meno), così a 1’ dalla fine del periodo la gara è ancora in parità (55-55) dopo uno scambio di triple tra Boscagin e Amici. L’equilibrio è scalfito solo da un libero di Giachetti nel finale di un brutto terzo quarto per il +1 Mantova (56-55).

A inizio quarto periodo continua l’equilibrio: Portannese e Brkic chiamano, Giachetti e Daniels rispondono (61-61). Martelossi rigioca la carta Corbett, che non si fa pregare: 5 punti di fila dell’americano di Mantova sono però attutiti dal contropiede di Robinson per l’ennesima parità (66-66). La gara è “spaccata” nel finale da Brkic: due triple fondamentali e un canestro, più un paio di stoppate, per il +8 Tezenis (74-66) che chiudono a chiave la partita. Verona può far festa.

Tabellini:

Verona: Robinson 6, Portannese 13, Frazier 12, Totè, DiLiegro 8, Brkic 14, Amato 11, Pini 8, Boscagin 6.

Mantova: Vencato 5, Corbett 13, Daniels 14, Amici 8, Candussi 9, Giachetti 3, Gergati 9, Casella 8, Bryan.

Fotogallery a cura di Andrea Marocco

Robinson

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy