Verona cade dopo un supplementare. Udine sigilla il terzo posto

APU GSA UDINE 80 – TEZENIS VERONA 73 (24-15; 38-23; 54-43; 68-68)

di Michela Trotta, @mikytrotta

Una partita a senso unico per metà gara con una Gsa in pieno controllo del match. Poi, dopo la pausa, il rientro di Verona che è arrivata ad impattare proprio nel finale, complice una Gsa troppo spenta nella ripresa. A Udine è servito un overtime per vincere lo scontro diretto contro gli scaligeri, che in chiave play-off vale doppio. Mvp della serata Rain Veideman con 21 punti.

Quintetto Udine: Veideman, Raspino, Pellegrino, Dykes, Diop.
Quintetto Verona: Green IV, Poletti, Udim, Jones, Palermo.

Ancora seduto sul divano di casa – se così possiamo definire la distanza da cui ha tirato – Veideman manda a referto la prima tripla della gara. La partita ha un peso specifico notevole: le due squadre lo sanno. Udom, infatti, dopo i due punti di Dykes, riaccorcia le distanze con un tiro dall’arco (5-3). Ma Udine ne ha di più e con il play estone e Pellegrino trova facilmente il +6 (12-6). La Gsa continua a essere in totale controllo, tanto che sul 19-13 firmato Dykes, coach Dalmonte deve chiamare timeout. Il risultato? Tripla di Bushati e nuovo massimo vantaggio bianconero (22-13), che poi giunge fino al 24-15 della prima sirena.

Due minuti e mezzo prima di vedere un canestro: Bushati, piedi per terra, insacca la tripla del 27-15. Verona invece non segna, anzi con Poletti commette anche fallo in attacco che cosa caro. Dall’altra parte inizia lo show: passaggio no look di Bushati per Nobile che a sua volta inventa un assist per capitan Ferrari: +14 (29-15) Udine e nuovo timeout per la Tezenis. Solo a 4’05 Visconti riesce ad interrompere l’astinenza di punti degli ospiti con un lay-up non del tutto semplice. Ma la situazione non cambia: Raspino segna dall’arco e il punteggio si porta sul 35-17. Solo Udom dà segni di vita tra le file della Tezenis. Udine all’intervallo è avanti di 15 (38-23).

È Poletti ad aprire la terza frazione: due tiri dall’arco mandati a segno che valgono il nuovo -9 (38-29). Udine invece spreca qualche chance di troppo, complice un impatto non troppo perfetto. Coach Lino Lardo allora chiama minuto per risistemare la situazione in campo. L’unico punto per l’Apu arriva dalle mani di Veideman che realizza 1/2 a cronometro fermo. Verona invece ha un’altra intensità e in breve riaccorcia sul 39-34. La partita si riapre definitivamente, anzi la Tezenis sembra cavalcare alla grande l’inerzia conquistata. A 4’11 Bushati trova il primo canestro dal campo della terza frazione per la Gsa che riprende ritmo anche con un grande Mortellaro nel pitturato. Ma è ancora la guardia ex Brescia a lanciare la carica, questa volta con una tripla che però viene subito annullata dalla risposta di Udom. Per fortuna dei padroni di casa si accende Kyndall Dykes: 5 punti in striscia che permettono alla Gsa di mantenere in doppia cifra il proprio vantaggio  (54-43).

Battaglia di triple per iniziare l’ultimo periodo. Udine sceglie di schierarsi a zona e Totè dall’angolo punisce la decisione. Poi arriva la grande stoppata di Dykes che fa esplodere il Carnera: peccato che su rimbalzo Green IV venga innescato per la tripla del 57-53. A 5’30 Amato sigla il -1 (57-56). Ora la situazione per Udine si complica, e non poco. Poletti fa 2/2 dalla lunetta per il primo vantaggio Tezenis della serata. Pellegrino però, dall’altra parte, schiaccia e si prende il fallo: Udine è di nuovo avanti (60-58). Verona chiama minuto e al rientro arriva il sigillo di Veideman (64-58). Ma non è ancora finita: i friulani commettono qualche fallo di troppo e gli scaligeri ne approfittano trovando con Green IV il 68-66. Poletti poi sigla il pareggio dalla lunetta. Per l’Apu è tutto da rifare. Si va all’overtime (68-68).

Come ad inizio gara arriva la “bomba” di Veideman. Il paly estone fa anche 2/2 dalla lunetta, ma è Diop a lanciare l’Apu: tripla centrale che vale il 76-69. Dall’altra parte Palermo non è precisissimo dalla linea della carità (1/2) per due volte consecutive. Udine allora sfrutta la situazione: Dykes segna e poi su fallo tecnico di Poletti, Veideman sigilla la vittoria. Finisce 80-73.

APU GSA UDINE 80 – TEZENIS VERONA 73 (24-15; 38-23; 54-43)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy