Verona, ultimo scorcio da urlo: Treviso è costretta a frenare

Una super Tezenis ferma la striscia positiva di Treviso

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-De Longhi Treviso 78-75

Verona ferma bruscamente la marcia trionfale di Treviso, grazie a un rush finale inaspettato e di alto livello, piazzando i fendenti decisivi a cavallo tra terzo e quarto periodo e reggendo al finale d’orgoglio della De Longhi.

Dopo il canestro inaugurale di Jones, Treviso prende presto in mano la gara alternando la presenza atletica di Brown e Lombardi e il tiro di Musso e Imbró. La squadra di Pillastrini accelera fino al 13-6, ma la Tezenis è precisa dalla distanza e con Palermo e Jones prima si riavvicina e poi sorpassa grazie agli 11 punti dell’americano e la fiondata di Amato (19-15). La De Longhi peraltro si ricompone, sfrutta un paio di palle perse di Verona, si appoggia alla vena di Imbró (10 punti in 10′) e con una spettacolare schiacciata in campo aperto di Brown chiude il primo quarto avanti 24-21.

Amato e Udom ribaltano subito il punteggio a inizio secondo periodo, ma Treviso è incisiva a rimbalzo offensivo e si guadagna secondi possessi preziosi. Fantinelli sfrutta uno di questi per riproporre il +5 (30-25). Nonostante la tripla di Amato e la mano fredda di Swann, la De Longhi limita bene Greene e sale agilmente a +9 (39-30) coi liberi di Brown e la tripla di Musso. Qui l’energia di Poletti mette in moto un parziale veronese 8-3 coronato da due canestri di Greene che si sblocca: Treviso è sopra solo di 4 (42-38) dopo i primi 20′.

Musso, Brown e Fantinelli riprendono il discorso a inizio terzo quarto: 8-0 micidiale e doppia cifra di vantaggio (50-38) per la De Longhi, che sfrutta la strapotenza di Brown nei confronti dei lunghi avversari in ogni zona del campo. Udom e Poletti rispondono alle difficoltà difensive con punti importanti e Jones piazza un gioco da 4 punti che ravvicina la Tezenis a 4 (53-57). L’Agsm Forum diventa una bolgia quando prima Udom e poi Greene segnano le triple che completano un parziale di 23-10 che regala il vantaggio a Verona (61-60) a fine terzo quarto.

Greene inaugura il quarto periodo con un’entrata vincente, mentre la difesa della Tezenis sale ulteriormente di livello. Amato da tre porta addirittura a +6 (66-60) la squadra di Dalmonte. Treviso soffre, vede il canestro piccolo piccolo, e quando Musso e Antonutti fermano la carestia ci pensa Greene a rispondere per il +8 scaligero (76-68) a 2′ dalla fine. Qui la De Longhi non si scompone e confeziona un 7-0 di parziale – chiuso da tre liberi di Musso – che la porta a -1 (75-76) a 27” dalla sirena. Dopo i liberi finali di Udom, prima Antonutti e poi Swann sbagliano la tripla dell’overtime. E’ il trionfo veronese.

Tabellini.

Verona: Palermo 6, Greene 17, Jones 18, Udom 16, Poletti 8, Ikangi, Amato 11, Totè 2.

Treviso: Fantinelli 9, Imbrò 16, Musso 13, Lombardi 2, Brown 24, Swann, Bruttini, Antonutti 9, Negri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy