Viola, con i giovani una marcia in più: Imola KO

0

VIOLA REGGIO CALABRIA – ANDREA COSTA IMOLA 94-77

PARZIALI: 25-24/ 57-42/ 76-58

VIOLA: Deloach 19, Rezzano 10, Rossi 2, Rush 15, Ammannato 11, Casini 12, Azzaro 11, Lupusor, Spissu 12, De Meo 2. All. Benedetto

IMOLA: De Nicolao 8, MAganza 4, Prato 12, Anderson 5, Perry 16, Bushati 14, BArtolucci 12, HAssan 6, Guazzaloca, Preti. All. Ticchi

ARBITRI: Lestingi di Roma, Barone di Brescia, Dori di Venezia

Ottava giornata del girone d’andata per il campionato di Legadue Silver; la Viola torna a giocare a Reggio per ospitare il temibile Imola, formazione con un parco giocatori esperti della categoria e sicuramente da temere.

La sfida termina con la vittoria della compagine dello stretto che si rende protagonista di una prova solida e convincente e sfoggia un gruppo i ottima forma come testimoniano i sette uomini in doppia cifra. Lo staff tecnico ha ottime risposte su due lati del campo ed i reggini rilanciano la propria corsa verso il quarto posto, traguardo decisamente ala portata di una squadra che sembra essersi messa alla spalle il momento difficile.

Settimana di lavoro normale per una Viola che è reduce dalla trasferta a Ferrara e che cerca punti importanti per la sua classifica; l’avversario di ieri è di quelli da prendere con le molle e lo staff tecnico, infatti, ha fatto lavorare forte il gruppo neroarancio in un momento in cui non si può sbagliare più nella dato che ormai siamo alla metà del girone di ritorno. La Viola punterà ai play-off fino alla fine come affermato in settimana dalla dirigenza; intanto, la Federazione sancisce l’unificazione dei due gironi della Legadue con i reggini che avranno la consapevolezza di farne parti dopo otto anni.

E si comincia a giocare con il primo quarto che vede la gara in equilibrio perché le due squadre si rispondono colpo su colpo; la Viola è in ritmo in attacco ma concede qualcosa in difesa per il più uno dopo dieci minuti. E ‘ nel secondo periodo che il match accusa uno strappo; Deloach è micidiale e la Viola chiude il proprio canestro con gli avversari che vengono mandati fuori ritmo ed i reggini archiviano anche un quarto offensivo di altissimo livello. Vantaggio in doppia cifra e Viola convincente a trecento sessanta gradi; nel terzo periodo i padroni di casa continuano a tenere l’inerzia del match e cominciano l’ultimo periodo sopra di sedici punti. Negli ultimi minuti non succede nulla; la Viola controlla la gara e si gode il miglior Azzaro della stagione. Il giovane messinese supera la doppia cifra di punti come Spissu che si conferma aggiunta di ottimo livello per una Viola che dà risposte a pubblico e dirigenza e fa capire di poter ancora lottare per un posto in post-season.

Va in archivio anche questa giornata per una Viola che oggi si riposa ma domani torna in palestra perché c’è un altro viaggio da preparare; domenica prossima si va a Legnano a far visita ad una squadra giovane e poca esperta della categoria ma che in casa ha reso la vita difficile a tutti fino a questo momento ma i reggini sono lanciati e cercano punti importanti in Lombardia, terra di grandi e storici incontri per chi ha da sempre seguito le vicende della realtà neroarancio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here