Biella-Casale: derby con vista…playoff

0
Derby di ritorno valido per la 26^ giornata quello di domenica 22 marzo; dal Forum, alle ore 18, Biella e Casale daranno vita ad un classico che a questo punto della stagione profuma d’altissima quota!
E’ veramente tutto pronto a Biella per la partita dell’anno, quella che può valere una stagione; siamo sì in regular season, ma a 4 giornate dalla fine del campionato!
In realtà, domenica sera, a derby giocato, ne resteranno “solo” 3 da disputare per le due contendenti entrambe in rossoblù (derby anche di colori, quindi), in quanto insieme “riposeranno” all’ultima di campionato per le note vicende di Forlì e Veroli; normale pensare che si comincino a fare due conti in entrambe le sedi.
Nelle dichiarazioni pre-partita dei capitani, Luca Infante per Biella e Niccolò Martinoni per Casale, che si sono prestati ad un simpatico faccia a faccia con formula “botta e risposta”, si evince che la posta in palio è davvero altissima ma che la voglia di dar vita ad uno spettacolo con la “S” maiuscola è altrettanto importante.
Sinceri i complimenti del biellese nei confronti della compagine avversaria, di cui teme innanzitutto la fisicità e il gioco di squadra; leali le parole del capitano Junior che porta grande rispetto per il Forum di Biella, vero sesto uomo nelle sfide più accese.
Casale si presenta in grande spolvero a questa sfida: terza piazza raggiunta (seppur in condivisione con l’altra piemontese Torino) dopo il filotto di vittorie contro Verona, Napoli e Trapani e sorpasso ai danni proprio di Biella, uscita sconfitta dal match ad Agrigento.
Facile ipotizzare che il quintetto scelto da Ramondino sarà quello “tipo”: Tomassini in regia, Marshall guardia, il “ritrovato” Natali” in ala piccolaMartinoni Fall a battagliarsela sotto i tabelloni.
Il secondo USA Samuels potrebbe partire ancora dai blocchi, pronto a subentrare negli spot di “4” o “5” nel caso il peso specifico della contesa con i temibilissimi biellesi ChilloBJ Raymond e Lombardi facesse vacillare le certezze in casa Novipiù. 
Obiettivo dichiarato per i “krumiri”: vincere in trasferta per sbarazzarsi, o quasi, di una diretta concorrente alle posizioni che contano nella post-season.
Per fare questo, pronto l’apporto del fresco di chiamata azzurra Andrea Amato, play di “riserva” che, agendo spesso nella formula che prevede quintetti piccoli, trova libertà al tiro (ben oltre il 40 % il fatturato sia da 2 che da 3 pt).
Promufo di play-off che sta facendo benissimo anche al veterano Brett Blizzard, giocatore per palati finissimi che sta servendo palloni morbidi per alley-op spettacolari.
Ma i padroni di casa contano di ribaltare la sconfitta dell’andata; quell’ altisonante +18 a favore dei cugini Junior brucia ancora e servirà da spinta ulteriore per le velleità dei lanieri.
Il baby-prodigio (classe ’95) Tommy Laquintana prenderà per mano i suoi in una sfida che si annuncia elettrizzante.
Nel compito sarà coadiuvato dal leader conclamato Voskuil, al quale si chiede di non forzare troppo dalla lunga (nonostante sia proprio il tiro da 3 il marchio di fabbrica) ma di mettersi a disposizione della squadra, viste anche le non perfette condizioni fisiche in cui versa da tempo, e che lasciano addirittura ipotizzare un’ intervento alle caviglie subito dopo il derby.
Marzaioli e Danna si alzeranno dalla panca per far rifiatare il quintetto e dare minuti di solidità e qualità; ex, seppur per un brevissimo periodo, Simone Berti, che passò alcune settimane a Casale nella stagione della serie A1.
Alcune curiosità statistiche: Biella Casale catturano rispettivamente 9.7 e 9.6 rimbalzi d’attacco a partita, tirando da 3 pt praticamente con la stessa percentuale ( 34% a33% in favore di Casale).
Tiri liberi (che potrebbero risultare decisivo in un finale al foto-finish) che premiano Biella (78% 72%); Casale meglio nelle palle recuperate (7.7 4.9) e negli assist (13.812.9); Biella con il secondo miglior marcatore del campionato, Raymond,  con 21 ppg.
Forum di Biella tirato a lucido per l’occasione, con inaugurazione di un sistema d’illuminazione innovativo, a led; sala stampa che verrà intitolata a quel ragazzo che non c’è più, Gabriele Fioretti, filo che ha legato e stringerà per sempre le due città, Casale e Biella, pronte a regalargli uno spettacolo degno … uno spettacolo appunto con la “S” maiuscola!