La corazzata Torino in punta di piedi verso un'Agrigento bisognosa di punti

0

La Manital arriva ad Agrigento carica, grazie alle ultime vittorie che l’hanno riavvicinata alla capolista Verona, ma soprattutto al fatto di esser riuscita a chiudere le ultime partite sempre con 5 giocatori a referto in doppia cifra, a dimostrazione che rispetto ad inizio stagione la squadra si sta consolidando. Ad aspettarla in Sicilia l’ex capitano Marco Evangelisti che molto bene aveva fatto a Torino la passata stagione e che anche ad Agrigento sta giocando ad alti livelli, con una media di 10,7 pt a partita: “Ho trascorso a Torino gli ultimi due anni, credo che sia la squadra più forte del campionato, perché hanno un roster con dieci giocatori molto forti, come Valerio Amoroso ad esempio. Dopo le ultime due sconfitte dovremmo portare in campo molta rabbia e cattiveria agonistica, questa sarà la chiave per portare a casa un buon risultato” (fonte LNP); al momento ad Agrigento ha fatto meglio dell’ex di turno solo Penndarvis Williams con 15,8 pt a partita (46% da 3). A completare il quintetto: Andrea Saccaggi (10,4 pt 65% da 2), Alessandro Piazza (10 pt di media, 3,8 palle recuperate a partita e 5,9 assist) e Dave Dudzinski (9,1 pt 5,7 rimbalzi). L’assenza di Alessandro Piazza domenica scorsa nella sfida persa a Biella (per una distrazione muscolare) ha avuto sicuramente il suo peso sull’andamento dell’incontro ed il fatto che risulti essere ancora in forse per la partita contro Torino pone coach Ciani a dover correre ai ripari, anche perché la Moncada ha vinto solo una partita (il derby con Barcellona) nelle ultime 5. Torino invece, sempre senza Mancinelli fino a gennaio, sta attraversando il suo momento migliore (7 vittorie nelle ultime 8 gare) con Amoroso che ha quasi totalmente recuperato dal problema al menisco, Fantoni che si è confermato un gladiatore del pitturato, Lewis che guida i Gergatigialloblu con i suoi 21,5 pt a partita, Berry che dopo un avvio difficile si è totalmente integrato con i compagni e Giachetti che fa da regista per le “sinfonie” dettate da coach Bechi, senza scordare capitan Rosselli, che ogni volta che mette piede in campo fa svoltare anche gli esiti delle partite più difficili nonché Lollo Gergati che questa stagione ha sviluppato in difesa doti da mastino: “Quando affronti avversarie come Agrigento, solide e bisognose di punti, le insidie sono dietro l’angolo. Sappiamo che sarà una partita dura, difficile, su un campo caldo ma corretto: sono ben allenati, hanno una squadra completa e dovremo dare il massimo per superarli. Inoltre sarà una partita speciale, giocheremo contro un amico come Marco Evangelisti: gli vogliamo tutti bene, era il nostro capitano lo scorso anno, ma cercheremo in tutti i modi di portare a casa i due punti” (fonte LNP). Al PalaEmpedocle gli arbitri saranno: Noce di Latina, Bartoli di Trieste e Saraceni di Zola Pedrosa.