Matera vince il “Patella” proiettandosi verso il “Sant’Ambrogio”

0

LA BAWER Olimpia Matera esce vittoriosa dal PalaFlorio di Bari nella due giorni dedicata alla nona edizione del Trofeo “Enzo Patella” in un antipasto di Divisione Nazionale A.

I biancazzurri, dopo aver superato il Cus Bari nella giornata di sabato per 86-68, si sono ripetuti nella finalissima contro San Severo (che in precedenza aveva superato Ruvo) con il risultato di 65-54, frutto soprattutto di tanta buona difesa. Un trofeo dagli spunti tecnico tattici importanti, che coach Luciano Cotrufo, che sostituiva in panchina l’assente Ponticiello colpito da un grave lutto familiare, ha potuto registrare. Sicuramente c’è ancora un bel po’ di lavoro da fare, ma percorso impostato sino a questo momento appare visibilmente quello giusto.

“Si è continuato sulla strada intrapresa – ha spiegato Cotrufo – quella del massimo impegno e della disponibilità da parte di tutti. Così, possiamo mettere in cascina un altro test positivo ed essere soddisfatti soprattutto di quanto fatto vedere dalla difesa, la cui consistenza è migliorata molto in queste settimana. Infatti abbiamo concesso solamente 54 punti a San Severo ed abbiamo difeso bene per larghi tratti dell’incontro, con una consistenza della fase difensiva convincente. Il lavoro da fare è ancora tanto, questo è chiaro, ma la squadra ha iniziato ad assumere una sua fisionomia ben precisa”.

Il doppio successo permette di acquisire una maggiore fiducia nei propri mezzi e la consapevolezza che il lavoro svolto sino a questo momento può dare frutti importanti. “Una valutazione positiva in questo momento della stagione si può fare – ha ammesso il vice coach della Bawer – anche se ci sono ancora dei dettagli da sistemare e si lavora proprio per arrivare all’appuntamento del 25 contro Perugia al top, considerando anche che questi risultati portano il giusto entusiasmo e la giusta convinzione per continuare a lavorare nella direzione intrapresa un mese fa. Infatti, la base dalla quale partivamo si sta consolidando ancora di più con l’ottimo innesto dei nuovi arrivati e con il lavoro quotidiano”. Poi un piccolo pensiero nei confronti del coach biancazzurro. “Sia personalmente, che a nome di tutti i ragazzi e degli altri tecnici, vorrei dedicare queste due vittorie e quanto di buono fatto al vero artefice della squadra, Ciccio Ponticiello, che in questo momento ha bisogno di tutti noi e della nostra vicinanza”.

L’appuntamento di Bari, che ha ospitato tutte squadre che parteciperanno alla prossima Divisione Nazionale A, è stato un buon test per scoprire qualche avversaria in più rispetto a quanto già si era visto in questo pre-campionato, anche se per alcuni aspetti è ancora un po’ presto. “Con le squadre ancora sul mercato appare prematuro fare delle previsioni su quello che sarà il prossimo campionato – ha sottolineato Luciano Cotrufo – partendo dal Cus Bari, che è ancora alla ricerca di alcuni giocatori e arrivando al San Severo, che ha dichiarato di cercare ancora dei puntelli per il proprio roster. Certo, le indicazioni arrivate da questo appuntamento non sono vane, anche perché abbiamo affrontato squadre diverse, ma credo che sarà il torneo di Reggio Calabria quello che ci darà indicazioni più precise e maggiormente attendibili sotto tutti i profili”.

Sarà, infatti, la trentanovesima edizione del “Sant’Ambrogio” di Reggio Calabria, uno dei tornei estivi di basket più longevi d’Italia, il prossimo e più atteso appuntamento che la Bawer Matera affronterà il 16 e 17 settembre e che ospiterà i biancazzurri, la locale formazione della Viola Reggio Calabria (DNB), l’Agrigento (DNB) e il Capo D’Orlando (DNA), in un mix di ottimo livello, considerando le due formazioni di DNB tra le più accreditate al salto di categoria nella stagione appena iniziata e che la condizione di tutte le formazioni sarà già ottimale in virtù dell’inizio dei campionati la settimana successiva.