Qui Trieste preview: Castelletto nella tana dell’AcegasAps

0

Trieste vuole ricominciare a correre: lo “sgambetto” subìto a Treviglio è, per gli uomini di Dalmasson, un pretesto valido per tornare a far punti per rimanere ancorata al primo posto nella propria division, attualmente in compagnia di Perugia.

Al palazzo dello sport di Valmaura, nel prossimo turno di campionato, arriva l’SBS Castelletto Ticino: la formazione piemontese, con un ruolino di marcia che parla di 4 partite vinte e 7 perse, è guidata da una delle vecchie glorie dell’indimenticabile Stefanel Trieste, quell’Alessandro De Pol che da un paio di anni a questa parte si è tuffato nel mondo degli head-coach della palla a spicchi.

In cabina di regia, Castelletto spera di recuperare Simone Ferrarese, talentuoso play-maker visto sia a Verona che nella mediocre apparizione in quel di Trento lo scorso anno. Il giocatore, originario di Milano, è rimasto ai box per infortunio nell’ultimo periodo e, con il binomio “punti realizzati-precisione al tiro”, risulta essere l’uomo di punta della SBS. Nel caso Ferrarese fosse costretto nuovamente al forfeit, sarà Armando Iannone il probabile “regista sostitutivo” degli ospiti: col ruolo naturale da “2”, l’ex-Veroli viaggia in doppia cifra di realizzazione ad allacciata di scarpe e ben si associa all’ala piccola titolare Maurizio Cucinelli, ottimo cecchino dall’arco dei 6 metri e 75 e “top-player” del roster di De Pol in fatto a pericolosità offensiva.

Salendo di centimetri, troviamo l’ala forte Matteo Raminelli a poter creare grattacapi grazie alla propensione alle stoppate e a crearsi buone soluzioni anche spalle a canestro; è poi Simone Cotani il lungo di lusso per Castelletto, già dotato di discreta esperienza sui parquet delle serie superiori e in grado di mettere tanta fisicità sotto i tabelloni: attenzione anche alla mano vellutata dalla grande distanza per il centro ex-Varese che, se in giornata di grazia, può diventare devastante in ogni lato del campo. Infine dalla panchina si alzeranno, per le consuete rotazioni, il play Andrea Piazza, la guardia Filiberto Dri e il lungo Luca Marmugi, ai quali coach De Pol concede un buon minutaggio sul parquet.

Per un’AcegasAps che, con molta probabilità, dovrà nuovamente privarsi del capitano Alfredo Moruzzi (alle prese con un fastidioso strappo all’inguine più serio di quanto preventivato in precedenza), è un’ennesima prova di maturità, al fine di mantenersi nei piani alti di classifica; per l’SBS, invece, servirà una gara tosta per raccogliere l’eventuale seconda vittoria esterna lontano dalle mura amiche.

Si gioca al PalaTrieste domenica 4 dicembre 2011, palla a due alle ore 18.00: arbitreranno i signori Bramante e Del Greco.